MotoGP contagiata dal Coronavirus: non si corre in Qatar e Thailandia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:39
0

Era già stata cancellata la gara in Qatar, prima tappa del calendario del mondiale della MotoGP. Per la Thailandia si studia una nuova data. Il campionato partirà in Texas a inizio aprile.

motogp qatar

Il caos causato dalla diffusione del Coronavirus continua a falcidiare i più importanti appuntamenti sportivi. Abbiamo già visto i problemi che hanno riguardato il campionato di calcio di serie A. Diverse le partite rinviate, tra cui il big match tra Juventus e Inter, con tanto di polemiche annesse. Ma ecco che anche un evento di tiratura mondiale come il campionato del mondo della MotoGP decide di fermarsi, o comunque di rinviare la propria partenza. È notizia di queste ore, infatti, lo spostamento dei primi due Gran Premi della stagione.

Il campionato di MotoGP avrebbe dovuto prendere il via nel prossimo weekend con il Gran Premio del Qatar. La gara in programma sul circuito internazionale di Losail era diventato ormai l’appuntamento inaugurale della stagione. Tuttavia, il governo qatariota ha deciso di non correre rischi, visto l’arrivo di persone provenienti da diverse nazioni contagiate, tra cui l’Italia. Ma anche il Gran Premio della Thailandia, in programma il prossimo 22 marzo sul circuito di Buriram, è stato rimandato. Tanto che è allo studio una nuova data per il recupero di questa gara.

Dobbiamo prima concentrarci sulla pandemia. Dobbiamo rimandare la gara fino a nuovo avviso“, ha dichiarato il vicepremier thailandese Anutin Charnvirakul. “È nell’interesse del Paese e dei partecipanti“. Tuttavia, solo la classe regina della MotoGP non potrà far partire la propria competizione dal Qatar. Le altre due classi, ovvero Moto2 e Moto3, scenderanno regolarmente in pista sul circuito di Losail. Il primo appuntamento della stagione per il campione del mondo Marc Marquez e i suoi principali rivali, si terrà il prossimo 5 aprile in Texas, ad Austin.

Non si correrà nemmeno il Gran Premio di Cina di Formula 1 – meteoweek.com

Niente MotoGp in Qatar: le reazioni

Ma non è solo la MotoGP a correre ai ripari, rimandando o addirittura annullando appuntamenti già in programma. È anche il caso della Formula 1, che ha deciso di rinviare la disputa del Gran Premio della Cina, in programma il prossimo 19 aprile a Shanghai. Ma anche la Formula E – la serie a quattro ruote dedicata alle vetture elettriche – è corsa ai ripari. Non si disputerà la gara in programma il prossimo 21 marzo a Sanya, sull’isola cinese di Hainan.

Ma i piloti sembrano molto dispiaciuti all’idea di non poter correre in Qatar e in Thailandia. Come il giovane francese Fabio Quartararo, vero e proprio astro nascente della MotoGP. “Stavo aspettando la prima gara dalla fine dello scorso anno – ha scritto – . Sono triste e deluso dopo tutto il nostro lavoro, ma è così. Vedremo ora quando sarà la prima gara“. Marc Marquez, invece, è stato molto più telegrafico: “GP Qatar cancellato per coronavirus e restrizioni di viaggio. Dovremo aspettare per iniziare l’azione“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here