Roma, ci siamo: il club passa nelle mani di Friedkin

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:48
0

James Pallotta ha trovato l’accordo con l’imprenditore suo connazionale per la cessione della Roma. Il club verrà controllato da una newco con sede a Londra. Il costo dell’operazione è di 600 milioni di euro.

friedkin roma

Dopo una lunga trattativa, finalmente l’accordo e le strette di mano di rito sono arrivati. La Roma passa di proprietà ma rimane un club a stelle e strisce, anche se con una gestione più internazionale. E dopo nove anni finisce la gestione da parte di James Pallotta, il quale cede la mano al suo connazionale Dan Friedkin. La trattativa tra i due imprenditori americani si è conclusa nelle scorse ore, quando è finalmente arrivato l’accordo tra le parti. E così, per una cifra pari a 600 milioni di euro, la Roma ha finalmente un nuovo proprietario.

La società capitolina verrà gestita attraverso una newco, che ha sede a Londra. E si passa anche da una determinata concezione dell’imprenditoria, votata in particolare alla costruzione di infrastrutture come il nuovo stadio della Roma, a un nuovo concetto. Con la cordata guidata da Friedkin, infatti, si punterà di più sui cavalli di battaglia dei nuovi proprietari, votati più al mondo dell’entertainment. Sarà Ryan, il figlio di Dan di appena 30 anni, a gestire in maniera più diretta la nuova Roma, in quanto è proprio lui a controllare la newco a cui è stato affidato il club.

Nei 600 milioni di euro che rappresentano la valutazione del club, sono compresi anche i debiti maturati da Pallotta. I legali dell’imprenditore di Boston, in connessione con quelli del club presenti a Roma e quelli del gruppo Friedkin in collegamento da Houston, hanno messo nero su bianco nella notte italiana. Entro la fine del mese di agosto si formalizzerà il tanto atteso closing, che renderà ufficiale il passaggio di proprietà del club della Capitale. E poi si passerà al passaggio di denaro tra chi cederà la mano e chi invece inizierà il suo periodo di gestione della società.

James Pallotta lascia dopo nove anni – meteoweek.com

Si parla di una disponibilità di circa 200 milioni per James Pallotta, il quale otterrà la sua parte dell’accordo all’inizio di settembre. E i nuovi proprietari, tanto per far capire che fanno decisamente sul serio, hanno già messo in programma un primo aumento di capitale. Si parla di una cifra che oscilla tra gli 85 e i 90 milioni di euro, che verranno immessi entro fine anno nelle casse della nuova Roma. Dunque una nuova era è pronta ad aprirsi per la società giallorossa, tanto che potrebbero aprirsi nuovi scenari anche per il calciomercato in programma durante il prossimo mese di settembre.

Le reazioni al termine di una trattativa lunga ed estenuante, e che prima del lockdown sembrava essersi arenata definitivamente, non possono che essere positive. Lo stesso James Pallotta si è detto soddisfatto per il raggiungimento dell’accordo: “Sono lieto di confermare che abbiamo raggiunto un accordo con il Friedkin Group per la vendita dell’AS Roma. Questa notte abbiamo firmato i documenti e nei prossimi giorni lavoreremo assieme per completare il percorso formale e legale che porterà al passaggio di mano del Club. Negli ultimi mesi, Dan e Ryan Friedkin hanno dimostrato totale dedizione nel voler finalizzare questo accordo e nel guidare il Club positivamente. Sono certo che saranno dei grandi futuri proprietari per l’AS Roma”.

Leggi anche -> Lo sport italiano rischia una clamorosa sospensione, olimpiadi in pericolo

Leggi anche -> Coronavirus: negli Stati Uniti altri 1.260 morti in un giorno

E nel frattempo sono arrivate anche le prime parole, dopo il raggiungimento dell’accordo, di Dan Friedkin. Il principale artefice del passaggio di proprietà della Roma ha fatto capire di non vedere l’ora di cominciare questa nuova avventura nel mondo del calcio. “Noi tutti al Friedkin Group – dichiara l’imprenditore texano – siamo felici di aver fatto i passi necessari a diventare parte di questa città e club iconici. Non vediamo l’ora di chiudere l’acquisto il prima possibile e di immergerci nella famiglia dell’AS Roma”.