Benevento Atalanta 1-4 | Cronaca in diretta | Tabellino | Muriel a valanga, è poker

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:10
0

Benevento-Atalanta viene gestita bene dai padroni di casa, fino a quando in pochi minuti la Dea decide di riscattarsi della rete subita da Sau e segna tre gol a breve distanza. Muriel raggiunge quota dieci nella classifica marcatori Serie A, Ilicic firma una prestazione davvero strepitosa in tutte le fasi di gioco.

Da destra: l'attaccante del Benevento Marco Sau marcato dal capitano dell'Atalanta Rafael Toloi, 9 gennaio 2021 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)
Da destra: l’attaccante del Benevento Marco Sau marcato dal capitano dell’Atalanta Rafael Toloi, 9 gennaio 2021 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)

Benevento Atalanta 1-4 | Cronaca della partita

 

Il campo è pesante, ma l’Atalanta si affida alla sua fisicità e prova a schiacciare il Benevento nella sua metà campo. Freuler ci prova di precisione, ma il tiro è lento. Al 12′ allora Gosens si propone in velocità da centro area grazie alla sponda di Zapata, ma Montipò con un buon riflesso respinge ancora. È proprio l’alto ritmo di gioco che mette in crisi gli avversari e vede in spinta sia Ilicic che Hateboer.

Al 19′ Zapata, da solo in area, non riesce a gestire un cioccolatino di Ilicic: Inzaghi si lamenta con i suoi per la marcatura troppo larga allo sloveno. Il tecnico del Benvento ha ragione, Ilicic fa quello che vuole: al 29′ ci prova con un sinistro a giro dal limite dell’area e al 30′ salta due uomini concludendo sul primo palo e segnando lo 0-1. Al 42′ sempre Ilicic torna a bussare alla porta avversaria con un tiro di potenza, sullo scadere del primo tempo Zapata prende in pieno il palo sul tiro di potenza.

Da sinistra: Federico Barba del Benevento interviene su Duvan Zapata dell'Atalanta, 9 gennaio 2021 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)
Da sinistra: Federico Barba del Benevento interviene su Duvan Zapata dell’Atalanta, 9 gennaio 2021 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)

Anche i giallorossi hanno un’occasione nitida con Lapadula che salta Romero e cerca il pallonetto dalla trequarti. Il primo tempo, grazie a Montipò, si chiude con un passivo gestibile dai ragazzi di Inzaghi. La seconda frazione inizia con il tiro insidioso di Zapata in area, ma il portiere della Strega devia la sfera. Il capitano Toloi sbaglia la conclusione a pochi passi dalla porta, nonostante l’assist perfetto nato dall’intesa Pessina-Zapata. Al 50′ è fatale la distrazione della Dea, che si dimentica di Marco Sau: sul cross dalla trequarti l’attaccante della Strega segna il gol dell’1-1 in scivolata.

Al 54′ i bergamaschi perdono l’occasione della rimonta a causa del fuorigioco di Zapata, che batte Montipò lanciato da Pessina: l’arbitro Manganiello annulla la rete. Il Benevento si rinvigorisce dopo il gol, mentre l’Atalanta si innervosisce. Questo è un momento buono per i Sanniti, che riescono ad approfittarne cercando di tenere gli avversari più lontani dalla loro area di rigore.


Leggi anche:

I nerazzurri riescono però a ribaltare la situazione in due minuti: al 69′ il piattone di Toloi finisce in fondo al sacco per l’1-2, al 71′ il contropiede di Zapata la mette sul secondo palo segnando l’1-3. L’Atalanta diventa inarrestabile firma il poker: Hateboer viene prima fermato da Montipò e poi tira sopra la traversa, mentre Muriel entra in campo a valanga e come al solito segna subito trovando l’1-4.

Prima il colombiano prova a sorprendere il portiere avversario in uscita ma butta a lato, poi salta Glik e calcia di potenza; infine, riesce a segnare in contropiede con un tiro a giro che s’infila sul sette lontano. L’Atalanta, grazie soprattutto a Ilicic, riesce a rimontare il pareggio del Benevento e porta a casa la vittoria che vale il quarto posto nella classifica di Serie A.

 

Benevento Atalanta | Tabellino | Classifica | Highlights

Di seguito il tabellino della gara, completo dei cambi e delle ammonizioni:

BENEVENTO-ATALANTA 1-4: 30′ Ilicic (A), 50′ Sau (B), 69′ Toloi (A), 71′ Zapata (A), 86′ Muriel (A).

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Foulon (46′ Pastina), Glik, Barba, Maggio; Ionita (80′ Del Pinto), Schiattarella, Dabo (58′ Hetemaj); Improta, Sau (58′ Di Serio); Lapadula (58′ R.Insigne). All. Inzaghi.
A disposizione: Basit, Lucatelli, Manfredini, Masella.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Romero; Hateboer, De Roon, Freuler (87′ Depaoli), Gosens (63′ Maehle); Pessina (64′ Malinosvkyi); Ilicic (87′ Miranchuk); D.Zapata (73′ Muriel). All. Gasperini.
A disposizione: Caldara, Djimsiti, Lammers, Rossi, Ruggeri, Sportiello, Sutalo.

ARBITRO: Gianluca Manganiello di Pinerolo.

AMMONITI: 17′ De Roon (A), 24′ Foulon (B), 26′ Palomino (A), 53′ Lapadula (B), 57′ Dabo (B).

Ecco come si presenta la classifica di Serie A al termine dell’incontro Benevento-Atalanta:

Milan 37
Inter 36
Roma 33
Atalanta 31
Juventus 30
Sassuolo 29
Napoli 28
Lazio 25
Hellas Verona 24
Benevento 21
Sampdoria 20
Bologna 17
Udinese 16
Fiorentina 15
Cagliari 14
Spezia 14
Torino 12
Genoa 11
Crotone 9

Ecco gli highlights ufficiali della partita di Serie A Benevento-Atalanta:

Benevento Atalanta | Formazioni ufficiali

Ecco le formazioni ufficiali comunicate da entrambe le squadre:

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Foulon, Glik, Barba, Maggio; Ionita, Schiattarella, Dabo; Improta, Sau; Lapadula. All. Inzaghi.
A disposizione: Basit, Del Pinto, Di Serio, Hetemaj, R.Insigne, Lucatelli, Manfredini, Masella, Pastina.
Squalificati: nessuno.
Diffidati: Improta.
Infortunati: Caldirola, Iago Falque, Letizia, Moncini, Tello, Tuia, Viola.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Romero; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Ilicic; D.Zapata. All. Gasperini.
A disposizione: Caldara, Depaoli, Djimsiti, Lammers, Maehle, Malinovskyi, Miranchuk, Muriel, Rossi, Ruggeri, Sportiello, Sutalo
Squalificati: nessuno.
Diffidati: Toloi, Djimsiti.
Infortunati: Pasalic.

 

Benevento Atalanta | Probabili formazioni

Durante la conferenza stampa di presentazione dell’incontro Benevento-Atalanta, Pippo Inzaghi aveva lamentato di avere solo 11 giocatori da schierare per la partita. Nella lista dei convocati ne compaiono 23, ma lo stato di forma non dovrebbe essere ottimale per tutti. Di sicuro Tuia, che di solito parte fra i titolari della difesa centrale, non ci sarà. Fra i candidati alla sua sostituzione c’è Maggio: bisognerà vedere se il tecnico giallorosso gli darà fiducia dal primo minuto. La presenza di Improta, colonna portante della squadra, è garantita.

L’Atalanta ormai ha consolidato gli undici giocatori titolari con cui partire. L’unica indecisione ancora presente sembrerebbe riguardare la punta centrale, ma dal momento che Luis Muriel non è al 100%, di sicuro ci sarà in campo Duvan Zapata. Dopo un turno di squalifica si vedrà il ritorno di Romero; anche il brasiliano Rafael Toloi dovrebbe aver recuperato dall’infortunio ed essere in grado di giocare buona parte della gara.


Leggi anche:

Rimane l’incognita Joakim Maehle, che ha avuto un buon esordio contro il Parma, andando anche vicino a realizzare un gol. Potrebbe essere usato sia sulla fascia destra che su quella sinistra, in sostituzione di Hateboer o di Gosens. Quest’ultimo ha superato Kolarov come record di azioni da gol per un difensore realizzando dal dal 2017 a oggi 14 assist e 18 reti, e sono quattro partite consecutive in cui firma almeno una gol.

Di seguito le probabili formazioni della partita:

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Improta, Glik, Maggio, Barba; Ionita, Schiattarella, Hetemaj; R. Insigne, Caprari; Lapadula. All. Inzaghi.
Squalificati:nessuno.
Diffidati: Improta.
Infortunati: Caldirola, Iago Falque, Letizia, Moncini, Tello, Tuia, Viola.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Ilicic; D.Zapata. All. Gasperini.
Squalificati: nessuno.
Diffidati: Toloi, Djimsiti.
Infortunati: Pasalic.

Benevento Atalanta | Convocati

Ecco i convocati da parte di entrambe le squadre:

 

Benevento Atalanta | Precedenti e curiosità

Per quanto riguarda il Benevento, la spina nel fianco degli avversari sarebbe dovuta essere Iago Falque: ha realizzato ben 7 reti in 6 incontri giocati contro l’Atalanta, ma putroppo è infortunato e non ci sarà. Nessuna squadra ha segnato meno della Strega nei primi 30′ di gioco: a questo si aggiunge che, insieme al Crotone, la sua difesa è la peggiore del campionato con 12 rete subite nella prima metà del primo tempo.

Dopo il Frosinone, il Benevento è la squadra con cui l’Atalanta ha realizzato più clean sheet: nel 100% dei due incontri fra le due squadre, infatti, i nerazzurri non hanno subito neanche una rete. La Dea è anche propensa a vincere contro le neo-promosse: negli ultimi 25 incontri ha perso solo in un’occasione. Il 9 gennaio sarà anche il compleanno di Hans Hateboer, che compirà 27 anni, mentre Josip Ilicic supererà la 300 presenze in Serie A.

Benevento-Atalanta, ecco tutti gli ex della partita

Berat Djimsiti è arrivato all’Atalanta nel 2016. La squadra bergamasca lo ha prestato per la stagione 2016/17 all’Avellino, e per il campionato 2017/18 lo ha dato al Benevento, sempre con la formula del prestito. Il 27  novembre 2017, quando Benevento-Atalanta finì 1-0, sulla panchina giallorossa era arrivato da poco De Zerbi per rimediare al record negativo della Strega: nelle prime 13 giornate di campionato, infatti, la squadra non aveva raccolto neanche un punto.

Da sinistra: Marten De Roon dell'Atalanta in pressing su Berat Djimsiti del Benevento, 27 novembre 2017 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)
Da sinistra: Marten De Roon dell’Atalanta in pressing su Berat Djimsiti del Benevento, 27 novembre 2017 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)

L’allenatore del Benevento Pippo Inzaghi ha giocato nell’Atalanta con il numero 9 fra il 1996 ed il 1997, poco prima della sua consacrazione alla Juventus e, soprattutto, al Milan. Durante la conferenza stampa ha raccontato di conoscere personalmente il presidente atalantino Percassi ed il direttore sportivo Gabriele Zamagna. Inzaghi ha esaltato la loro competenza e passione, paragonandoli a quelli delle loro controparti giallorosse.

Atlanta, l'ex attaccante Filippo Inzaghi, luglio 1996 (foto © Allsport UK)
Atlanta, l’ex attaccante Filippo Inzaghi, luglio 1996 (foto © Allsport UK via Getty Images)