Atalanta, Muriel: “Ilicic è una goduria, Gasperini mi fa entrare dopo per scaramanzia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:04
0

Al termine della partita Benevento-Atalanta, Luis Muriel spiega il suo infortunio e sottolinea l’ottimo momento che sta attraversando la squadra. Per il compagno Ilicic ci sono solo complimenti.

Atalanta, Luis Muriel festeggia in campo dopo il suo gol al Benevento, 9 gennaio 2021 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)
Atalanta, Luis Muriel festeggia in campo dopo il suo gol al Benevento, 9 gennaio 2021 (foto di Francesco Pecoraro/Getty Images)

Al termine di Benevento-Atalanta, Luis Muriel smentisce il tecnico Gian Piero Gasperini, che racconta di aver visto la Dea tornare ad alti livelli. Il colombiano racconta a Sky Sport: “Non siamo mai andati via. Abbiamo avuto qualche problema per i tanti impegni tra Champions e campionato, ma è una cosa normale. Adesso siamo in un’ottima condizione. Sicuramente sogniamo in grande, vogliamo continuare a vincere. Il prossimo obiettivo è vincere la prossima partita“.

Poi Muriel conferma l’ottimo rapporto con Ilicic: “Giocare con lui è molto bello. La partita scorsa, quando mi ha fatto l’assist, gli ho detto che è troppo forte. È un giocatore pazzesco. Abbiamo tanti calciatori di qualità, ma lui è qualcosa di unico, sembra sempre che lieviti sopra gli altri con la sua eleganza. È un calciatore da godersi come compagno, di sicuro per gli avversari è un gran mal di testa“.


Leggi anche:

Poi Muriel spiega la natura del suo infortunio: “Avevo un piccolo fastidio, già da prima della gara col Bologna, ma lo sentivo più forte del normale. Secondo me il mister mi fa entrare dopo per scaramanzia, perché ogni volta che mi alzo dalla panchina per entrare facciamo gol. Scherzi a parte, lui mi ha detto che se volevo potervo riposare questo turno, ma io gli ho detto che ero pronto per giocare, come sempre“.

Muriel non nasconde la sua felicità all’Atalanta: “Io voglio aiutare sempre la squadra. Sono entrato con la partita già più tranquilla e sono riuscito a fare bene. Spero di continuare a far gol e aiutare i compagni. Sono felice di quello che sto facendo. Siamo una squadra che crea tanto e questo aiuta noi attaccanti. Devo essere sempre preparato e lucido quando ho le occasioni davanti al portiere”.