Conte concentrato sul Benevento: “Dzeko? Non parlo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:01
0

Prima giornata del girone di ritorno: l’Inter attende a San Siro il Benevento. Si gioca sabato alle 20.45. Antonio Conte, squalificato per due giornate, seguirà la gara dalla tribuna. Alla vigilia del match si è discusso anche dello scambio Dzeko-Sanchez: “Non parlo di mercato per rispetto dei miei giocatori”.

Il tecnico dell’Inter Antonio Conte

Vigilia di Inter-Benevento, gara valevole per la 19^ giornata del campionato di Serie A. Chiuso il girone di andata, nerazzurri e giallorossi sono pronti a sfidarsi sul prato di San Siro sabato alle 20.45.  Antonio Conte, squalificato per due giornate dopo l’espulsione di Udine, seguirà la partita dalla tribuna

Durante la conferenza stampa di oggi, il tecnico nerazzurro ha parlato anche di mercato in vista del possibile scambio tra Edin Dzeko e Alexis Sanchez.

Conte: “Il Benevento sta facendo molto bene”

“Sicuramente il Benevento sta facendo molto bene e sono contento per Pippo che dopo aver portato la squadra alla promozione si sta confermando in Serie A. Inizia il girone di ritorno e chiaramente i punti inizieranno a pesare per tutti, sia per chi si deve salvare, sia per chi lotta per la Champions e lo scudetto. Nella seconda parte del campionato ci sarà molta più attenzione da parte di tutte le squadre”, ha detto l’allenatore dell’Inter.

Il tecnico nerazzurro seguirà la gara dalla tribuna

Dopo l’aspro battibecco con l’arbitro Maresca, il Giudice Sportivo ha squalificato l’ex commissario tecnico della Nazionale per due giornate.

“Sono io che ho chiesto alla società di non fare ricorso. Se il Giudice Sportivo ha deciso così, giusto o sbagliato che sia, bisogna accettare la squalifica. Anche senza di me in panchina, dopo un anno e mezzo di lavoro insieme, i ragazzi sanno cosa devono fare. Ho uno staff molto preparato che sicuramente mi sostituirà alla grande”.

Ibra e Lukaku fuori per un turno

La lite tra Ibra e Lukaku durante il Derby di Coppa Italia costerà un turno di squalifica per entrambi.

“Inchiesta della Procura? Sinceramente non lo so e non mi interessa. Il mio compito è allenatore i calciatori. Romelu era in diffida, è stato ammonito e sicuramente scatterà la squalifica”.

Conte: “Dzeko? “Non parlo per rispetto”

Nelle ultime ore si moltiplicano le voci su un papabile scambio tra Dzeko e Sanchez. Conte ha preferito glissare.

“Inizio a dire che io non ho chiesto niente alla mia proprietà. Io ho sempre detto che questi sono e questi saranno i giocatori che ci saranno fino alla fine del campionato. Ogni volta che viene fuori un nuovo nome sembra sempre un capriccio del tecnico. Quest’anno ho veramente influito poco nelle scelte. Dzeko? Non parlo perché ho grandissimo rispetto di lui, della Roma e soprattutto dei miei calciatori”.

“Conosciamo la situazione dell’Inter, è  inutile creare fumo o instabilità sulla squadra. Noi dobbiamo lavorare, stare zitti e accettare tutte le situazioni. Non trovo giusto che ci siano notizie che possano minare la squadra. Sono il primo a non volere queste distrazioni”.

“Sanchez? E’ un giocatore dell’Inter, deve stare concentrato e restare  a disposizione”.

LEGGI ANCHE —> Dzeko all’Inter e Sanchez alla Roma: lo scambio si può fare

“Eriksen? Non serve solo per le punizioni”

Infine, Conte si è soffermato sul protagonista del derby di Coppa Italia: Christian Eriksen.

“Speriamo di avere un contributo da lui non solo su calcio da fermo ma anche nella partita. Negli ultimi anni l’Inter non ha mai avuto specialisti dei calci di punizione. Sicuramente è un’arma in più, speriamo in qualcosa di più fattivo durante la partita. Non si può pensare di far entrare un giocatore solo per far tirare i calci piazzati”, ha concluso Conte.

LEGGI ANCHE —> Pippo Inzaghi senza paura: “Missione impossibile? Anche con la Juve lo era…”