Sampdoria, Ranieri: “Con la Juventus la partita perfetta può non bastare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27
0

Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria, ha parlato alla vigilia del match di domani alle 18 contro la Juventus.

Sampdoria Ranieri conferenza stampa
Claudio Ranieri, allenatore della Sampdoria (Credits: Getty Images)

L’ultima precedento non è di certo facile da digerire, alla prima di campionato i blucerchiati vennero travolti 3-0 dai Campioni d’Italia, quasi senza opporre resistenza. Ranieri ricorda bene quella partita: “all’andata non eravamo noi, rispetto a quella gara domani voglio vedere più entusiasmo e voglia di fare. E’ un match importante che tutti vogliono giocare”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria, la scelta all’inglese di Ranieri prima della Juventus

Ranieri su Sampdoria – Juventus: “Loro da Scudetto”

Non sarà quella del girone di andata la Sampdoria che sfiderà la Juventus “siamo cresciuti molto – spiega Ranieri – molti giocatori che erano fermi da tempo stanno entrando in forma, ma penso che possiamo ancora migliorare”. Sabato sarà l’ennesimo test contro una “grande”, e proprio i colpi grossi ai genovesi in questa stagione non sono mancati, a Marassi cono cadute Lazio e Inter senza contare che in trasferta è arrivato il successo con l’Atalanta. Ranieri sulla Juventus non ha dubbi: “è una seria candidata allo Scudetto, è vero adesso è un po’ indietro, ma ha nuovi giocatori che si sono ambientati bene e penso abbia ampi margini di miglioramento”.

E quindi come si affronta la Juve? “Con senso di abnegazione – risponde Ranieri – dobbiamo fare la partita perfetta e poi avere anche un po’ di fortuna”. Nessuna indicazione sul modulo, la Samp a Parma ha provato il 4-3-1-2 al posto del solito 4-4-2. “Io non sono un innamorato del singolo sistema di gioco – conclude Ranieri – mi piace dare continuità ai giocatori, i ragazzi mi danno serenità anche in caso di cambi di sistemi tattici. Logicamente è importante mettere in campo più giocatori di qualità possibile, ma sempre trovando un certo equilibrio. Dopo Parma ai ragazzi ho detto che ci sono state molte cose che non mi sono piaciute, non possiamo scoprirci in quella maniera, a me questo non piace”.