Lecce, Corini: “Vogliamo tornare a vincere. Maggio dal 1′? Vedremo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:03
0

Il Lecce affronterà l’Ascoli nell’anticipo della 21a giornata di Serie B. I giallorossi, reduci da due pari, intendono tornare alla vittoria in modo da potere continuare a puntare alla promozione diretta. Il tecnico Eugenio Corini ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia.

corini
Eugenio Corini, allenatore del Lecce (Photo/Getty Images)

La ventunesima giornata del campionato di Serie B si aprirà allo Stadio Via del Mare. Il Lecce affronterà tra le mura amiche l’Ascoli, che milita nei bassifondi della classifica, con l’obiettivo di continuare a restare in corsa per la promozione diretta in massima categoria. I giallorossi, infatti, negli ultimi turni hanno perso qualche punto per strada. Le due recenti prestazioni contro Empoli e Pordenone si sono concluse sul pareggio. Risultati che hanno leggermente allontanato la squadra di Eugenio Corini dal secondo posto, che adesso dista 4 punti ed è occupato dal Monza a parità con Chievo Verona Salernitana. I salentini non possono più sbagliare, dato che i piani alti della classifica sono parecchio affollati.

Corini alla vigilia

Eugenio Corini, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match casalingo, ha presentato la gara: “All’andata abbiamo vinto con un ottimo secondo tempo. L’Ascoli ha cambiato tanto, da quando è arrivato Sottil hanno perso solo a Cittadella, hanno battuto la Spal e hanno pareggiato con l’Empoli. Hanno ottenuto risultati importanti e sono una squadra in salute. Sul mercato la squadra si è rinforzata con giocatori come Dionisi, Parigini e Bidaoui. Abbiamo voglia di vincere la partita per tornare alla vittoria in casa. Sarà una partita aperta, noi vogliamo praticare il nostro calcio e anche loro hanno qualità. Come spesso accade in Serie B ci saranno due squadre che cercheranno di superarsi mettendo in luce le loro caratteristiche”. E sulle possibili occasioni per andare in vantaggio: “Stiamo lavorando sulle situazioni di palla inattiva, ci stiamo lavorando perché abbiamo ottimi saltatori. Qualche gol su palla inattiva alle volte può essere molto importante per sbloccare il risultato”.

Leggi anche -> Fiorentina, Biraghi: “Prandelli dà entusiasmo, con l’Inter servirà gara perfetta”

Il tecnico ha le idee chiare in merito ai giocatori a sua disposizione: “Stiamo cercando l’equilibrio e questo si può ricercare attraverso le caratteristiche dei calciatori. La nostra idea è sempre quella di vincere le partite, dobbiamo ritrovare quel pizzico di follia che nella parte iniziale del campionato forse era un po’ troppa, ma grazie ad essa siamo stati anche efficaci e grazie a essa si possono vincere le partite. Ho fatto un corso accelerato per i ragazzi che sono arrivati da poco, per permettere loro di adattarsi alle nostre idee. Per vincere le partite alle volte c’è bisogno di prendersi qualche rischio in più e cercheremo di fare questo anche contro l’Ascoli“. E Su Pettinari: “La società è stata chiara, è a mia disposizione, tecnicamente mi è sempre piaciuto. Ieri ha fatto il primo allenamento col gruppo squadra e deve recuperare condizione. Farà parte della batteria di attaccanti fra cui scegliere”.

La squadra però dovrà ancora fare i conti con gli infortuni: “Listkowski e Calderoni non ci saranno sicuramente. Per quanto riguarda Hjulmand le ultime terapie ci hanno dato delle chance per recuperarlo. Su Rodriguez valuteremo oggi la problematica alla caviglia, se lo condizionerà anche nell’allenamento odierno difficilmente sarà a disposizione. Abbiamo qualche speranza per recuperare Listkowski con il Brescia, ma la valuteremo dopo la partita con l’Ascoli. Dermaku sicuramente non ci sarà per queste partite. Per quanto riguarda Calderoni stiamo valutando un recupero in vista della trasferta di Cremona. Calderoni ha avuto un problema al polpaccio al rientro dalla sosta invernale. Il problema si è riacutizzato, non vogliamo correre rischi e ci siamo presi qualche giorno in più per evitare ricadute”.

Leggi anche -> Guidolin gioca Udinese-Verona: “Gara da tripla. Quant’è forte Llorente…”

In questo senso sarà fondamentare l’aiuto dei nuovi innesti: “Yalcin è un giocatore molto reattivo, ci aspettiamo possa integrarsi presto. È stato fermo per il Covid si è allenato la settimana che precedeva l’ultima partita del Besiktas. Deve recuperare un po’ dal punto di vista condizionale”. Occhi puntati, in particolare, su Maggio, chiamato a rapporto all’ultimo giro di orologio in virtù dell’infortunio di Adjapong, che resterà out fino alla fine della stagione: “Mi dispiace molto. So che fra poco dovrà operarsi. Dovremo fare a meno di lui nel corso di questa stagione, gli mando un grosso in bocca al lupo. Il suo infortunio ci ha messo nella condizione di dover trovare uno specialista nel ruolo. La società è stata brava a cogliere l’occasione. Maggio è un giocatore importante, motivato, che ha voglia ed energia. Ha fatto il primo allenamento ed era un po’ stanco come normale che fosse dopo le visite mediche e il viaggio, ho tutta la giornata di oggi e quella di domani per valutare le sue condizioni e decidere se impiegarlo dal primo minuto”.

I convocati del Lecce

Il tecnico Eugenio Corini, al termine della rifinitura di venerdì mattina, ha convocato 23 giocatori per la gara contro l’Ascoli, in programma venerdì 5 febbraio 2021 alle ore 21:00.

Di seguito l’elenco completo dei calciatori convocati, in ordine di numerazione di maglia:

1. Bleve
2. Maggio
4. Pisacane
5. Lucioni
6. Meccariello
7. Paganini
8. Mancosu
9. Coda
10. Yalçın
14. Stepinski
15. Monterisi
16. Nikolov
20. Pettinari
21. Gabriel
22. Vigorito
23. Björkengren
24. Zuta
25. Gallo
37. Majer
42. Hjulmand
53. Henderson
77. Tachtsidis
99. Rodriguez