Empoli, la conferenza stampa di Dionisi: “Partita difficile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59
0

L’allenatore dell’Empoli Alessio Dionisi ha parlato oggi in conferenza stampa per presentare la sfida di domani contro il Monza. Ecco le sue dichiarazioni.

DIonisi Empoli
Alessio Dionisi, allenatore dell’Empoli (credit: Getty Images)

Giornata di vigilia in casa Empoli: domani la squadra toscana affronterà il Monza in una sfida al vertice. L’allenatore Alessio Dionisi ha parlato in conferenza stampa per presentare il match: ecco le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> Ajax, che stangata per Onana: sospeso per doping. I dettagli

La conferenza stampa di Dionisi

Mister, come sta la squadra? E quali saranno le insidie della sfida di domani? “La squadra sta bene, non abbiamo recuperato Fiamozzi, ma già sapevamo che non ci sarebbe stato. Purtroppo non ci sarà Bandinelli, speriamo che torni il prima possibile, lo aspettiamo. Dobbiamo pensare solo a noi, s quello che saremo in grado di fare. Avremo di fronte il Monza, per fortuna lo affrontiamo domani e poi non lo rivedremo più in campionato. Dobbiamo far meglio della partita precedente, quanto fatto con il Frosinone non basterà contro il Monza”.

Che avversari sarà? Ci sarà un approccio diverso rispetto a quello della gara d’andata? “Sì, all’andata siamo stati troppo rispettosi, era la seconda giornata e quindi non avevamo costruito quello che stiamo costruendo. Siamo cresciuti sia noi che loro. Non sarebbe un risultato negativo a scalfire quello che stiamo facendo. Sarà una partita diversa, il Monza ha messo dentro elementi importanti, noi non siamo più quelli di prima, ma dobbiamo dimostrarlo. Come dico sempre, bisogna dimostrare di essere migliori, anche rispetto ad un girone fa. La partita sarà difficile, dovremo difenderci e soffrire”.

Come si prepara una partita contro una squadra con così tante individualità di spicco? “Noi abbiamo fatto la solita settimana, quella fatta le altre volte, basandoci sulle caratteristiche del Monza, perché sappiamo che hanno delle qualità importanti, ma del resto le hanno anche altre squadre. Il Monza ha un livello individuale altissimo, il più alto della categoria. Però noi non dovremo concentrarci su ciò che faranno individualmente, noi dobbiamo giocare da squadra e domani dovremo dimostrarlo a noi stessi perché avremo difficoltà. Se saranno migliori, gli diremo bravi”.

Quale potrebbe essere il valore aggiunto dell’Empoli rispetto alle altre squadre? “La voglia di dimostrare sempre, noi dobbiamo continuare così. Questo poi porta alla continuità e a non disunirsi nei momenti difficili. Le qualità le abbiamo, anche per venir fuori dalla partita di domani”.

La concorrenza ad alti livelli fra calciatori è sempre un bene? “Assolutamente sì, con una concorrenza positiva c’è spirito di abnegazione, c’è volontà di dimostrare e c’è voglia di mantenersi il posto o di prenderselo. Chi subentra fa bene, questo è ciò che ci sta dando risultati”.

Non è la partita della vita, ma chi si gioca di più domani? “Per certi aspetti noi, per altri loro. Per noi è una partita importante per dimostrare ancora. Siamo sfavoriti, ma vogliamo dimostrare che non è così e di essere cresciuti. Per loro è importante, perché giocheranno per batterci. Questa è una partita da tripla”.

Come stanno Sabelli e Crociata? “Bene, sono molto contento che siano arrivati. Hanno alzato il livello, li stavamo cercando. Questo è un gruppo che cresce e che sta facendo bene. Ora inizia un altro un campionato, loro due saranno molto utili alla squadra”.