Juve-Roma, Fonseca torna a parlare di Dzeko: “Si è allenato bene ma…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:06
0

Un Fonseca molto concentrato e di poche parole: così l’allenatore giallorosso in conferenza stampa prima di Juve-Roma

Paulo Fonseca (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)
Paulo Fonseca (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

 

Due vittorie casalinghe contro Verona e Spezia: ora la Roma (40 punti) è chiamata alla difficile trasferta di Torino con la Juve che ha un punto in meno in classifica. Si giocherà sabato alle 18 all’Allianz Stadium e l’attesa è molto alta soprattutto per capire chi potrà avvicinare Inter e Milan sulle vette della serie A. Tiene poi banco il caso-Dzeko. Ed il tecnico giallorosso ha risposto a questo proposito.

Paulo Fonseca in conferenza stampa: “Juve e Roma sono due squadre diverse. Loro sono fortissimi con un grande allenatore, sono diversi da inizio stagione, sono intensi, dinamici con più fiducia e tante individualità. La Roma è in un buon momento, siamo in fiducia. Dzeko? Non ho nulla da aggiungere rispetto a quanto detto da Pinto. Abbiamo parlato, si è allenato bene ma domani sarà Cristante il capitano”. E Majoral? ” E’ un giovane di qualità che sta giocando bene, deve rimanere concentrato per fare una buona partita”.

Fonseca: “Juve attuale più forte di quella dell’andata”

Fonseca dribbla le domande sul futuro: “Dove mi vedo in panchina nella prossima stagione? Penso solo alla partita di domani. Cosa ha fatto crescere la squadra? Sono le vittorie a rinforzare il gruppo, oppure l’atteggiamento in allenamento. Dzeko e Mayoral sono due giocatori diversi: Edin è più forte fisicamente, Borja gioca più in profondità. Hanno caratteristiche per giocare nel nostro gioco. Mirante? E’ pronto ma giocherà Pau Lopez. El Shaarawy non sarà con la squadra, sta facendo un lavoro per recuperare la condizione”.

Smalling assente: “Confermo che giocherà Ibanez al centro della difesa“. Ancora sulla Juve: “È normale che con più tempo per lavorare con Pirlo stia molto meglio. E’ più intensa, più dinamica e più profonda. Hanno la qualità individuale che conosciamo. Questa è una squadra più forte di quella dell’andata e per vincere servirà ambizione. E’ quello che chiedo sempre alla squadra, anche in questi giorni ho parlato in questo senso ai giocatori”.