Mondo del calcio in lutto: addio a due ex arbitri italiani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:49

Mondo del calcio in lutto, si sono spenti ieri due ex arbitri italiani: Maurizio Mattei e Gianni Beschin. Ecco le loro storie.

Lutto
Lutto nel mondo del calcio (in foto il minuto di silenzio prima di Sassuolo-Inter, credit Getty Images)

Ci hanno lasciato insieme, a poche ore l’uno dall’altro. Maurizio Mattei, 78 anni, e Gianni Beschin, 67 anni, sono venuti a mancare ieri.

LEGGI ANCHE -> Spezia-Milan| Diretta streaming | Match live | Dove vedere la partita in tv

Gianni Beschin, ex arbitro internazionale

Ha debuttato in Serie A nel 1988 e dopo quattro anni è diventato arbitro internazionale. Dopo essersi ritirato, è diventato dirigente di diverse squadre, tra cui Cosenza e SPAL. Ieri è stato colpito da un malore improvviso durante il pomeriggio ad appena 67 anni: si trovava a Rossano, in Calabria, dove si era trasferito da diverso tempo, lui che era veneto di origine e gioielliere di professione. Tra le partite arbitrate, le più importanti sono state: due Juventus-Inter, un Milan-Juventus, tre Roma-Juventus, un derby di Genova ed uno di Roma.

Maurizio Mattei, ex designatore

Ex arbitro si Serie B e Serie A, Maurizio Mattei ha corso sui campi da gioco con il fischietto in bocca tra il 1975 ed il 1987. Dopo aver lasciato il mestiere, è diventato presto dirigente arbitrale in Serie D e Serie C e ha poi ricoperto il ruolo di designatore arbitrale di Serie A e Serie B dal 2005. È stato designatore solo un anno, in quanto nel 2006 è scoppiato il caso Calciopoli, ma l’inchiesta non lo ha visto protagonista. Ha diretto 82 gare in Serie C, 113 in Serie B e 125 in Serie A, dove ha esordito il 21 marzo 1976. Nel 1985 è stato onorato del Premio “Giovanni Mauro”, destinato all’arbitro italiano maggiormente distintosi. Dal 1997 al 2004 è stato anche osservatore degli arbitri UEFA.

Si è spento ieri, al Covid Center di Civitanova, dopo esser stato male per qualche settimana.