Ibrahimovic insultato in Europa League: le scuse della Stella Rossa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:19

Ibrahimovic è stato protagonista di un brutto episodio durante il match contro la Stella Rossa. Sono volate parole pesanti e il pubblico ha apostrofato il campione rossonero con terribili parole.

Ibrahimovic positivo al covid

La Stella Rossa si è scusata oggi per non meglio precisate offese e insulti a sfondo razzista nei confronti di Zlatan Ibrahimovic, apparsi ieri sui social dopo la partita di Belgrado contro il Milan.

Cosa è successo

Ieri sera durante l’andata dei sedicesimi di Europa League e Belgrado, Zlatan Ibrahimovic era seduto in tribuna, quando ad un certo punto gli viene urlato un pesante insulto etnico. L’insulto irripetibile, è ritenuta una pesante offesa nei confronti di chi è origine bosniaca: Ibrahimovic, infatti ha radici balcaniche in quanto suo padre è bosniaco, mentre la madre è croata. Dal canto suo il calciatore, non ha preferito reagire all’insulto, ignorando l’accaduto. Di sicuro comunque l’atteggiamento da parte dei tifosi serbi non è stato dei migliori. Ibra comunque ha continuato a giocare la partita senza fiatare.

Le scuse a Ibrahimovic

La Stella Rossa condanna nella maniera più ferma le frasi offensive nei riguardi di Zlatan Ibrahimovic. Come società abbiamo fatto di tutto affinché l’organizzazione dell’incontro fosse al livello di due grandi squadre, e non consentiremo che un singolo primitivo getti una macchia sulla tradizionale ospitalità del nostro Paese e del nostro popolo”, ha scritto la dirigenza della Stella Rossa in un comunicato diffuso oggi dai media. La società, “si scusa nella maniera più sincera con Zlatan Ibrahimovic per l’episodio spiacevole“, ha aggiunto il club serbo, che ha promesso, in collaborazione con gli organi competenti, di individuare e punire il “tifoso” autore delle offese.

Non è stato precisato il tenore di tali insulti, definiti di carattere razzista. Stella Rossa e Milan hanno pareggiato ieri sera a Belgrado 2-2 nell’andata dei sedicesimi di finale dell’Europa League

Leggi anche———–> Milan, senti Calabria: “Scudetto? Ancora nulla è perduto”