Sonego out a Miami: troppo Tsitsipas per l’azzurro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:54
0

Il tennista torinese cade sotto i colpi del greco, uno dei favoriti per la conquista del torneo. Sonego mantiene il 34° nel ranking ATP e si aspetta ottimi risultati in vista della stagione su terra rossa.

sonego
Sonego deluso, ma può ancora crescere – meteoweek.com (Photo by Michael Reaves/Getty Images)

Nessun miracolo nè alcun ribaltone per Lorenzo Sonego, che esce di scena ai quarti di finale dal torneo Masters 1000 di Miami. Il tennista torinese ha perso in due set contro il greco Stefanos Tsitsipas, seconda testa di serie del tabellone dell’evento in Florida. Di fatto, la partita si è decisa al termine di un primo set che non ha avuto storia, con l’ellenico che ha fatto un sol boccone dell’italiano e ha fatto intraprendere al match una strada che non ha più avuto deviazioni. Alla fine dei conti Sonego ha comunque lottato nel secondo parziale, perdendo solamente al tie-break.

Come detto, l’azzurro è stato preso letteralmente d’assalto da Tsitsipas fin dai primi scambi. Il giocatore greco, quarto nel ranking ATP, ha dimostrato di non voler dare all’azzurro speranze di restare in partita a lungo. Così il 6-2 con cui si è concluso il primo set è stato molto indicativo. Decisamente più combattuto il secondo, con Sonego che ha corretto il tiro ma non è riuscito a confezionare la rimonta. Qualche speranza si poteva avere con il tie-break, ma anche in quel caso Tsitsipas è salito di colpi al momento giusto, vincendo la partita e volando ai quarti.

Dunque al torneo Masters 1000 di Miami, l’unica speranza azzurra risponde al nome di Jannik Sinner, che oggi affronterà il russo Bublik per approdare in semifinale. Per quanto riguarda Sonego, le sue parole a fine partita raccolte da Ubitennis fanno capire quanto grande sia il rammarico. Anche se da parte del torinese c’è la giusta ammirazione nei confronti del rivale greco: “Sono salito tantissimo al servizio, ritrovando la prima palla pesante e variando molto le direzioni. Abbiamo servito bene tutti e due, con grandi percentuali per cui è stato difficile rispondere”.

Leggi anche -> Sinner è inarrestabile: asfaltato Ruusuvuori, sono quarti

Sonego si è rammaricato per aver cominciato male la partita. In ogni caso, dopo tante partite a un livello così alto, il passaggio a vuoto era purtroppo dietro l’angolo: “Peccato per la partenza un po’ lenta, ma era la prima volta che giocavo con le luci di sera, non è stato semplice abituarsi all’inizio. Dopo ho giocato un ottimo tennis. Lui si è sempre espresso al massimo, è stato sempre attentissimo e poi alla fine ha fatto un buonissimo tie-break. Ho giocato aggressivo, cercando di andare a prendermi i punti, ma non è andata bene, e lui ha fatto un tie-break impeccabile”.

Leggi anche -> Musetti: “Sto migliorando, ma ora tutti sanno chi sono”

Con i punti ottenuti a Miami, Sonego mantiene la 34esima posizione nel ranking. Una posizione che gli consente di fare molto bene in vista della stagione su terra rossa: “Ho la classifica per entrare in tutti i tabelloni ho intenzione di giocare più tornei possibile. È importante che continui a fare sempre più partite a questo livello perché più gioco con questi giocatori più faccio esperienza e più alzo il mio livello migliorando il mio tennis per il futuro. Ovviamente dovremo vedere quante partite giocherò in ogni torneo, per cui se saranno tante ci sarà la possibilità di cancellarmi, ma oracominciamo subito con Cagliari e Montecarlo e vedremo quanto potrò giocare fino a Parigi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here