Inter – Liverpool: probabili formazioni, precedenti e dove vederla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:35

Iniziano gli ottavi di finale di Champions League per le italiane. Parte l’Inter che sfida a San Siro il Liverpool di Klopp.

Partita tostissima quella che aspetta i nerazzurri di Simone Inzaghi. A San Siro arrivano infatti i temibili reds di Jurgen Klopp, campioni nel 2019.

 

Lautaro in Champions con la maglia dell'Inter - credits: Getty Images. Sportmeteoweek
Lautaro in Champions con la maglia dell’Inter – credits: Getty Images. Sportmeteoweek

L’Inter è arrivata seconda nel girone con Real Madrid, Sheriff e Shakhtar con 10 punti in classifica. Impressionante invece il Liverpool, che nel girone di ferro con Porto, Milan e Atletico Madrid è finita al primo posto e a punteggio pieno, vincendo tutte e sei le gare.

Nerazzurri che dovranno fare a meno di Nicolò Barella, squalificato per due gare per il pugno rifilato a Militao nell’ultima sfida contro il Real. Probabile l’impiego di Vidal al suo posto.

Nel Liverpool Salah e Mané sono rientrati dalla coppa d’Africa vinta proprio dal Senegal di Mané col rigore decisivo di quest’ultimo.

LEGGI ANCHE -> Inter, Inzaghi e Calhanoglu in conferenza prima del Liverpool

Inter – Liverpool: probabili formazioni

Probabile Inter(3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries, Vidal, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez. All. Inzaghi.

Probabile Liverpool(4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, van Dijk, Robertson; Fabinho, J.Henderson, Keita; Salah, Diogo Jota, Mané. All. Klopp.

Inter – Liverpool: dove vederla

La sfida del Giuseppe Meazza inizierà alle ore 21 di mercoledì 16 febbraio e sarà trasmessa in diretta in esclusiva su Amazon Prime Video, dunque su tutti i dispositivi compatibili con l’applicazione. La telecronaca del match sarà affidata a Sandro Piccinini, mentre il commento tecnico a Massimo Ambrosini.

LEGGI ANCHE -> PSG-Real: le ultimissime sulla sfida stellare degli ottavi di Champions League

Precedenti e curiosità

Quinta sfida tra Inter e Liverpool in Europa, sempre nella fase ad eliminazione diretta di Champions League. I nerazzurri hanno passato il turno nelle semifinali del 1964-65 (anno in cui ha poi sollevato il trofeo), i reds hanno invece vinto agli ottavi nel 2007-2008 contro l’Inter di Mancini.

Immagini dall'ultima gara a San Siro tra Inter e Liverpool - credits: Getty Images. Sportmeteoweek
Immagini dall’ultima gara a San Siro tra Inter e Liverpool – credits: Getty Images. Sportmeteoweek

Il Liverpool ha vinto le ultime due trasferte giocate in Italia, contro il Milan in questa stagione e contro l’Atalanta nella stagione passata.

Dal 2003-2004, l’Inter è stata eliminata in due dei tre precedenti contro squadre inglesi agli ottavi di finale. Col Liverpool nella stagione 2007-2008, con il Manchester United nel 2008-2009, mentre ha battuto il Chelsea nella stagione 2009-2010 (l’anno del Triplete)

solo un successo in meno di quelli ottenuti nelle prime 14 gare esterne contro avversarie italiane in tutte le competizioni europee (3N, 8P).

Solo il Tottenham di Harry Redknapp nel 2010-2011 è riuscito a vincere contro Milan e Inter a San Siro nella stessa stagione di Champions League. In caso di vittoria i reds eguaglierebbero gli spurs, avendo già vinto per 2-1 contro i rossoneri.

Con una vittoria Klopp raggiungerebbe quota 50 vittorie, diventando l’ottavo allenatore a raggiungere i 50 successi nella competizione e il primo tedesco (dopo Ferguson, Ancelotti, Guardiola, Wenger, Mourinho, van Gaal e Benítez).

Dzeko ha segnato nelle ultime tre gare contro il Liverpool, nel 2015 con la maglia del City e con la Roma nelle semifinali 2017-2018. È anche uno dei soli tre giocatori ad aver segnato in entrambe le gare ad eliminazione diretta contro il Liverpool in Champions insieme ad Adebayor con l’Arsenal nel 2007-2008 e Drogba col Chelsea nel 2008-2009.

In caso di presenza, Salah arriverebbe a quota 50 in Champions (condite da 32 gol). Solo Ronaldo (con 51) e Lewandowski (36) hanno segnato di più alla presenza numero 50.

Lautaro ha segnato 5 gol nelle prime 5 in Champions con l’Inter ma non segna dal novembre 2020 contro il Real Madrid al Valdebebas.