Inter-Bologna 3-1 | cronaca partita | tabellino | pagelle | classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48
0

L’Inter supera il Bologna a San Siro e mantiene la seconda posizione in classifica. Decisivi Hakimi (doppietta) e il solito Lukaku. Per i rossoblù inutile il gol di Vignato. Ora il Milan capolista (in campo domenica) è distante soltanto due punti.

Hakimi (doppietta) e Sanchez grandi protagonisti della vittoria contro il Bologna (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Posticipo serale sotto la pioggia a San Siro tra l’Inter e il Bologna: Conte rinuncia a Lautaro Martinez e lancia Sanchez al fianco di Lukaku. Mihajlovic si affida all’undici annunciato alla vigilia.

IL TABELLINO

INTER (3-5-2) – Handanovic 6; Skrinjar 6,5, De Vrij 6,5, Bastoni 6 (’83 D’Ambrosio s.v.); Hakimi 7,5 (71′ Darmian 6), Vidal 5,5 (71′ Barella 6), Brozovic 7, Gagliardini 6, Perisic 5,5; Lukaku 7 (71′ Lautaro Martinez), Sanchez 6,5. Allenatore: Conte.

BOLOGNA (3-4-1-2) – Skorupski 6,5; Medel 5,5 (63′ Vignato 6,5), Danilo 5, Tomiyasu 5; De Silvestri 5, Svamberg 5(63′ Dominguez), Schouten 6, Hickey 6 (63′ Khailoti); Soriano 5,5; Palacio 5 (79′ Vergani 6), Barrow 5 (’79 Rabbi 6). Allenatore: Mihajlovic.

ARBITRO: Paolo Valeri.

Marcatori: Lukaku (I) al 16′; Hakimi (I) al 45′; Vignato (B) al 66′; Hakimi (I) al 69′.

Ammoniti: Hakimi (I), Danilo e Hickey (B).

INTER-TORINO 3-1: LA SINTESI DELLA PARTITA

Missione compiuta per l’Inter, vittoriosa nel posticipo serale contro il Bologna per 3-1. Conte aveva chiesto ai suoi di ripetere le ultime buone prestazioni e i nerazzurri non l’hanno deluso. Chance importante per Sanchez, preferito a Lautaro Martinez. In panchina anche Barella, non in condizioni ottimali.

Pur senza strafare, Brozovic e compagni spingono fin dall’inizio per cercare di indirizzare la partita a loro favore.

Il muro del Bologna resiste solo fino al 15′ quando il solito Lukaku segna un gol alla sua maniera, sfruttando la potenza devastante di un fisico che gli avversari faticano a contenere. Mihajlovic prova a incitare la squadra ma il gioco dei rossoblù si spegne sulla trequarti e l’Inter controlla il vantaggio con sicurezza. La prima conclusione bolognese arriva al 28′ ma Svamberg non impensierisce Handanovic.

Come un cobra silenzioso, l’Inter aspetta il momento giusto per mordere gli avversari e ci riesce proprio a pochi secondi dal giro di boa con un perfetto inserimento di Hakimi: l’ex Borussia gonfia la rete alle spalle di Skorupski.

Il rassicurante 2-0 di fine primo tempo permette all’Inter di affrontare la ripresa senza troppi patemi. Il Bologna prova a costruire qualcosa ma ogni tentativo si infrange sulla solida difesa interista. Lukaku è sempre pronto a creare grattacapi agli avversari ma il portiere avversario non ne vuole sapere di alzare bandiera bianca.

E così, quasi a sorpresa, il Bologna accorcia le distanze al 66′ con Vignato, gettato nella mischia da Mihajlovic qualche minuto prima.

Partita riaperta? Solo per tre minuti. Tanti ne bastano all’Inter per chiudere di nuovo il conto con una sgroppata irresistibile di Hakimi conclusa in modo perfetto. Doppietta per l’esterno nerazzurro e tre punti quasi al sicuro.

Nel finale, Conte concede scampoli di partita alle seconde linee con Eriksen che viene inserito soltanto al 90′ (una scelta che potrebbe far scatenare qualche mormorio).

Le ultime iniziative del Bologna, volitivo ma poco incisivo, non cambiano il risultato. Tre punti meritati per i padroni di casa che vincono e convincono.

E ora, nello specchietto retrovisore del Milan capolista, compare la sagoma dell’Inter.

LA NUOVA CLASSIFICA

Milan 23; Inter* 21; Juventus* 20; Sassuolo 18; Napoli, Roma e Lazio* 17; Hellas Verona 15; Atalanta 14; Bologna* 12; Sampdoria e Cagliari 11; Udinese, Benevento e Spezia* 10; Parma 9; Fiorentina 8; Torino 6*; Genoa 5; Crotone 2.

  • una partita in più

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here