Vettel saluta la Ferrari sulle note di “Azzurro” | E si commuove: “Mi mancherete”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:25
0

Sebastian Vettel ha lasciato la Ferrari dopo sei stagioni e 14 vittorie. Il saluto al Cavallino rosso al termine del Gran Premio di Abu Dhabi. Le note di “Azzurro” di Adriano Celentano in radio ed un messaggio di eterno amore.

vettel
(Photo by Rudy Carezzevoli/Getty Images)

Sebastian Vettel aveva annunciato il suo addio alla Ferrari a settembre scorso. La notizia era d’altra parte nell’aria da tempo, in virtù del mancato rinnovo e dell’intenzione della scuderia di puntare su Charles Leclerc. L’addio, tuttavia, non è stato per questa ragione meno amaro. Con la fine del Gran Premio di Abu Dhabi si è chiusa infatti anche l’avventura del pilota tedesco a Maranello, arrivato quattordicesimo proprio dietro al suo successore. Gli occhi, ad ogni modo, erano tutti puntati su di lui. Soprattutto al termine della corsa, quando è avvenuto il commovente ma al tempo stesso ironico saluto tra le due parti.

Un team-radio tanto surreale quanto divertente, ma che ha lasciato i margini anche per qualche lacrimuccia. Sebastian Vettel, prima di scendere dalla sua Ferrari per l’ultima volta, ha dato inizio infatti ad una ironica esibizione canora. Il pilota ha stupito chiunque con una parodia del brano Azzurro, di Adriano Celentano. Un modo simpatico per mettere un punto ad una storia che avrebbe potuto avere un lieto fine migliore. Sui social le clip sono diventate virali, anche se qualcuno non nasconde l’amarezza.

LEGGI ANCHE -> Gran Premio Abu Dhabi, domina Verstappen | Mercedes sul podio

L’addio di Sebastian Vettel

Voi siete la squadra rossa, appassionati, non vi arrenderete mai. La mia fermata sta arrivando, mi è piaciuto stare con voi. Sento che la vostra magia è una sensazione straordinaria. Ragazzi vi ringrazio, mi mancherete. Un saluto a tutti voi a Maranello, meritate una menzione qui. E adesso io quasi quasi dirò addio e auguro, auguro il meglio. Auguro di essere felice ma ancor di più di essere in salute. Grazie“. Lo ha cantato Sebastian Vettel sulle note di Azzurro. Il testo della famosa canzone di Adriano Celentano rivisitato per l’occasione. Parole che provengono dal cuore e un po’ di commozione.

Gli anni in Ferrari

Una annata deludente e il quattordicesimo posto Gran Premio di Abu Dhabi sono soltanto l’ultima parte di una avventura di tutto rispetto. Sebastian Vettel ha trascorso infatti sei annate nella scuderia Ferrari, collezionando 14 successi. Un risultato che ha permesso al pilota tedesco di diventare il terzo pilota più vincente nella storia del team, dietro soltanto a Michael Schumacher e Niki Lauda. Resta il rammarico per non avere superato quest’ultimo, che ha vinto 15 volte.

Oggi non ho voglia di parlare della gara ma dei miei sei anni con la Ferrari, che per me sono stati speciali“, ha detto Sebastian Vettel ai microfoni di Sky alla fine della corsa degli Emirati Arabi. Era visibilmente emozionato. “All’inizio un sogno, poi è diventato un po’ triste. Ma sono contento di fare il prossimo step. Mi dispiace per la squadra, sento un grande affetto per me e mi mancherà“. Poi si è recato nel box per salutare uno per uno i suoi collaboratori.

LEGGI ANCHE -> Verstappen: “Gara molto piacevole” | Le parole di Hamilton e Bottas

A salutarlo c’era anche Charles Leclerc, orma ex compagno di scuderia. Le scintille tra i due sono ormai soltanto un ricordo. “Vorrei ringraziare Vettel per tutto quello che ha fatto per il team, ci aiuterà per il futuro. È stato veramente bello averlo nell’altro lato dei box come persona e come pilota. Adesso vediamo l’anno prossimo, spero in una stagione migliore“, ha detto. I due si sono anche scambiati i caschi con le rispettive dediche. Mentre quello di Sebastian Vettel era una versione standard, con il fondo bianco e la bandiera tedesca, il pilota monegasco gli ha donato proprio il casco indossato nel weekend, che richiama lo stile di quello del quattro volte campione del mondo.

vettel leclerc

Il futuro di Sebastian Vettel

Nel 2021 Sebastian Vettel correrà con l’Aston Martin dell’imprenditore canadese Lawrence Stroll, già proprietario della Racing Point. La scuderia tornerà in Formula 1 con un proprio team dopo 60 anni di assenza e avrà proprio il tedesco come pilota di punta. “La firma di Seb è una chiara dichiarazione dell’ambizione della squadra di affermarsi come una dei team più competitivi”, avevano scritto in una nota al momento dell’annuncio. “Porta una nuova mentalità alla squadra. È uno dei piloti più affermati e sa cosa serve per vincere ai massimi livelli“.

Sebastian Vettel, adesso, vuole tuttavia pensare soltanto a riposarsi. Dal prossimo anno per lui inizierà una nuova avventura. “Sono contento di ritornare a casa dalla mia famiglia, spero che il prossimo anno andrà meglio per tutti senza il Covid. Da gennaio inizieremo a lavorare“, ha concluso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here