Sci: tre azzurri positivi, a rischio gli slalom in Alta Badia e Campiglio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:35
0

Oltre agli atleti, contagiato anche il tecnico Costazza. I casi emersi al raduno di Pozza di Fassa. Maurberger, pur negativo, non è partito nello slalom di Coppa Europa di sci. Lunedì è in programma la gara sulla Gran Risa, martedì la 3-Tre

Sci: tre azzurri positivi, a rischio gli slalom in Alta Badia e Campiglio – meteoweek.com

Mentre in Val Gardena si svolgono le gare di velocità, il Covid-19 rischia di cancellare o perlomeno dimezzare la partecipazione degli azzurri agli slalom di Coppa del Mondo dell’Alta Badia, lunedì, e di Madonna di Campiglio, martedì. Brutte notizie per la Nazionale italiana di sci alpino maschile: Giuliano Razzoli e Tommaso Sala sono risultati positivi ai tamponi molecolari svolti a Pozza di Fassa. Entrambi già rientrati a casa, oltre che il tecnico Stefano Costazza, risultato positivo nei giorni scorsi. Gli altri atleti sono stati a loro volta sottoposti al test molecolare. Si attendono i risultati ma si teme che dovranno essere prese decisioni drastiche.

Tommaso Sala in azione – meteoweek.com

A Pozza di Fassa erano in programma anche due slalom di Coppa Europa, giovedì e venerdì. In quello di giovedì, vinto dal francese Noel, arrivato davanti a Stefano Gross e Luca Aerni, hanno partecipato gli atleti della squadra di Coppa del Mondo Liberatore, Vinatzer, Moelgg, Gross e Maurberger. In quello di venerdì Federico Liberatore, al cancelletto col pettorale 3, non è partito, così come Stefano Gross, Alex Vinatzer e Simone Maurberger. Partiti invece Moelgg e Vaccari.

Leggi anche -> La riforma dello Sport mette a rischio l’Italia per le prossime Olimpiadi

Pensando alla Gran Risa, lo stesso Noel ha deciso di rinunciare a gara 2. Mancheranno anche i norvegesi, come Nordbotten e Foss-Solevaag ieri finiti vicini al podio, o lo stesso belga Armand Marchant (ottavo in rimonta). Il livello sarà comunque molto alto, con tre tedeschi nel primo sotto gruppo di merito; aprirà la startlist della 1^ manche Anton Tremmel, seguito dall’austriaco Hacker e dal primo dei tantissimi azzurri al via, il padrone di casa Federico Liberatore che dovrà sfruttare al massimo il pettorale n° 3, lui che oggi ha avuto una grande chance dopo il terzo tempo firmato nella manche d’apertura, prima di deragliare nella seconda. Occhi puntati anche sull’azzurro Gross dopo lo splendido 2° posto di ieri in rimonta. Ecco poi, tra Holzmann (pettorale 5, uscito quando si stava giocando la vittoria con Noel) e Rauchfuss, il giovane francese Letitre e lo svizzero Rochat (numero 7), ma sarà un altro elvetico, Luca Aerni, l’uomo più atteso tra i rossocrociati dopo il podio di ieri.

Leggi anche -> Lo sci non vede crisi: De Micheli stanzia un miliardo per Olimpiadi Milano-Cortina