Mercato Toro | Mirino su Defrel, Tourè, Duncan e Lobotka

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:45

Un centrocampo da rinforzare, un attaccante da affiancare a Belotti: decolla il mercato del Toro

Gregoire Defrel (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)
Gregoire Defrel (Photo by Giuseppe Bellini/Getty Images)

Un mercato dinamico per risollevare squadra e classifica, dimenticando al più presto l’ultima posizione in serie A. E’ questo ciò che si aspettano i tifosi del Toro. Lentamente prendono corpo le prime ipotesi legati ai nomi nuovi dei calciatori che possono vestire la casacca granata. La priorità è il centrocampo: abbiamo già scritto di Lobotka, regista del Napoli, costruttore di gioco e in questo momento riserva di lusso. Il giocatore slovacco piace al ds Vagnati e al presidente Cairo e l’idea di tornare a giocare con continuità terrebbe Lobotka incollato al posto in Nazionale, dove ha fatto vedere buonissime cose.

Secondo Tuttosport, intanto, nelle ultime ore si sono rialzate le quotazioni di Alfred Duncan della Fiorentina: ottime qualità espresse nel Sassuolo, soltanto quattro presenze coi viola in campionato. Il Toro pensa al ghanese per rinforzare un reparto dove Meitè ha dimostrato di essere in grande difficoltà (e il giovane Segre non è ancora in grado di reggere il peso della mediana).

Mercato Toro, in cabina di regia l’idea è Tourè del Nantes

Tornando al ruolo da regista (qualità e velocità d’azione manca al Toro come il pane) l’ultima tentazione granata è Abdoulaye Tourè del Nantes. I giornali francesi assicurano che il calciatore 26enne, di origini guineane, è stato più volte osservato dai dirigenti granata. Il suo contratto è in scadenza nel giugno del 2022. Tourè (14 presenze, 1 gol) starebbe meditando di cambiare aria visto che anche il Nantes naviga nei bassifondi della Ligue 1 francese. L’esperienza italiana potrebbe stuzzicarlo.

Attacco: Defrel obiettivo granata

I contatti Toro-Fiorentina restano fitti per altri motivi: i granata possono giocare la carta-Izzo, che piace molto a Prandelli, e puntano un attaccante da affiancare a Belotti (Kouame, Cutrone, Saponara). A proposito di bomber, però, si sta scaldando la pista che porta a Defrel del Sassuolo. Giampaolo lo conosce bene, avendolo già allenato nella Sampdoria, e il giocatore vuole rimettersi in mostra dopo essere finito ai margini di un reparto dove è offuscato dal talento di Berardi, Caputo e Boga. Defrel ha talento, velocità e senso del gol: potrebbe essere l’uomo giusto.