Juve | Pirlo post-Udinese: “Bene il 4-1, all’inizio però troppo timore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:22
0

La Juve dimentica subito lo 0-3 contro la Fiorentina battendo 4-1 l’Udinese e iniziando al meglio il 2021: a fine partita parola al tecnico Pirlo

Pirlo (Photo by David Ramos/Getty Images)
Pirlo (Photo by David Ramos/Getty Images)

Juve-Udinese è appena terminata e mister Pirlo ha tantissimi motivi per gioire, non solo per il 4-1 finale: ci sono altri due gol (e un assist) di Cristiano Ronaldo, fenomeno senza fine e miglior cannoniere d’Europa nel 2020, c’è il terzo gol stagionale di Chiesa, c’è il ritorno al gol di Paulo Dybala (importantissimo dal punto di vista del morale) sei mesi dopo l’ultima rete all’Allianz Stadium e c’è il ritorno in campo nel finale di Chiellini al centro della difesa. Hanno vinto Milan, Inter, Napoli e Roma, ma la Juve ha saputo rispondere con carattere e grinta ed il 6 gennaio si presenterà a Milano, proprio contro i rossoneri primi in classifica, con lo spirito giusto.

Juve-Udinese, Pirlo: “Abbiamo bisogno di Dybala e lui di noi”

Pirlo ai microfoni di Dazn: “All’inizio eravamo timorosi e paurosi, perché arrivavamo da una brutta prestazione. Siamo poi cresciuti meritando la vittoria. L’abbraccio con Dybala? Abbiamo bisogno di lui e lui ha bisogno di noi. Stava bene fisicamente, si è impegnato fino alla fine e volevamo che segnasse, per questo è rimasto in campo. Per fortuna ha trovato questo gol. Chiesa? Può sfruttare gli inserimenti dopo il recupero palla in uscita, è una buona soluzione perchè sa tagliare benissimo il campo”.

Leggi anche >  Juve-Udinese 4-1 | Cronaca | Tabellino | Highlights | Voti

Pirlo: “Siamo in crescita, ma l’inizio con l’Udinese non mi ha soddisfatto”

Prosegue Pirlo: “Non mi ha soddisfatto l’inizio, i difensori hanno lasciato troppo campo e sugli esterni siamo usciti un po’ di ritardo. L’atteggiamento generale invece mi è piaciuto e in questo siamo cresciuti. Dovevamo vincere, in qualsiasi modo, e l’abbiamo fatto. Ramsey? Sa posizionarsi sempre bene in campo, ma spesso deve riposare perché in questi anni ha avuto molti acciacchi. E’ da centellinare. Dopo lo 0-3 della Fiorentina ci siamo confrontati. Ho parlato io e ho fatto parlare tutti i ragazzi. Abbiamo capito di dover migliorare”.

Pirlo chiude così: “Il mercato? Aprirà domani e con la società abbiamo già parlato su cosa fare. A gennaio è sempre difficile trovare i profili giusti, ma proveremo a trovare un buon ricambio per i nostri attaccanti. Giroud? Potrebbe anche servire…Pioli? L’ho seguito anche a Milanello, ero curioso di vedere come lavorava. Merita tutto quello che sta facendo”.