Salernitana-Pordenone 0-2 | Tabellino | Classifica | Highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:01
0

Giornata da dimenticare per la Salernitana. I granata, impegnati tra le mura amiche contro il Pordenone, sono stati sconfitti per 0-2, complice l’inferiorità numerica causata dalle espulsioni di Capezzi, alla mezzora, e di Di Tacchio, nel finale. La squadra di Fabrizio Castori perde la vetta della Serie B a favore dell’Empoli.

salernitana pordenone
Milan Djuric, attaccante della Salernitana (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images for Lega Serie B)

Salernitana-Pordenone | Cronaca

La Salernitana ha sfidato il Pordenone tra le mura amiche dello Stadio Arechi per provare a difendere la vetta della classifica di Serie B dall’Empoli, vincitore sul campo del Crotone. L’avvio dei padroni di casa è stato convincente, con Cicerelli più volte vicino alla rete. Alla mezzora, tuttavia, il match non si è messo bene per gli uomini di Fabrizio Castori, che sono rimasti in dieci a causa dell’espulsione di Capezzi. Un rosso diretto piuttosto rivedibile per un intervento in entrata a centrocampo su Barison. Pochi istanti dopo è stato allontanato dalla panchina anche il tecnico granata per proteste. Nonostante l’inferiorità numerica i granata sono riusciti a gestire la gara, affacciandosi più volte in area di rigore, fino alla fine del primo tempo e non solo.

All’intervallo gli ospiti hanno provato ad effettuare qualche cambio per essere più offensivi, ma i subentrati inizialmente non sono riusciti ad essere incisivi. Poche occasioni: per la prima metà della ripresa è prevalso l’equilibrio. I padroni di casa piuttosto, nonostante l’inferiorità, hanno avuto qualche occasione per passare in vantaggio. Al 73′ però è stata la squadra di Attilio Tesser a sbloccare il risultato sfruttando la superiorità numerica su un calcio piazzato battuto da Calò. Barison ha agguantato il pallone di testa e insaccato in rete.

Nel finale ha prevalso il nervosismo tra i padroni di casa, con Di Tacchio che all’80’ ha commesso un fallo poco utile, venendo ammonito. È il secondo giallo per il capitano dei granata, che restano in nove. Nei minuti di recupero ad annientare le speranze della Salernitana è stato Diaw, che ha messo il pallone in rete al termine di una perfetta ripartenza. D’altronde i padroni di casa potevano fare ben poco. Gli uomini di Fabrizio Castori tornano a casa con in mano la seconda sconfitta consecutiva e salutano la vetta della classifica di Serie B. Dovranno giocarsela sul campo dell’Empoli nello scontro diretto successivo alla pausa.

Il tabellino

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Bogdan, Gyomber (87′ Giannetti), Lopez; Kupisz (78′ Schiavone), Capezzi, Di Tacchio, Cicerelli (78′ Gondo); Tutino (83′ Dziczek), Djuric (78′ Anderson).
In panchina: Adamonis, Veseli, Mantovani, Karo, Iannoni, Aya, Antonucci. Allenatore: Castori

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Barison (75′ Berra), Bassoli (46′ Camporese), Falasco; Rossetti (52′ Musiolik), Calò (75′ Misuraca), Zammarini; Mallamo (67′ Magnino); Ciurria, Diaw.
In panchina: Bindi, Passador, Banse, Foschiani, Butic, Scavone, Chrzanowski. Allenatore: Tesser

ARBITRO: Rapuano di Rimini – assistenti: De Meo e Moro – IV uomo: Amabile

Marcatori: 73′ Barison (P), 90+3′ Diaw (P)

Ammoniti: Di Tacchio (S), Tutino (S), Diaw (P), Ciurria (P), Gyomber (S), Djuric (S), Berra (P), Anderson (S)

Espulsi: Capezzi (S), Di Tacchio (S)

Note: 30′ pt allontanato dalla panchina Castori (S) per proteste.

La classifica

Brutta sconfitta per la Salernitana, che perde la vetta della classifica. L’Empoli infatti non ha sbagliato in casa del Cosenza, salendo a +3 sui granata. Il Pordenone, invece, sale a quota 24 e può puntare ai play-off, che distano al momento soltanto un punto.

Empoli 34
Salernitana 31
Monza 30
Spal 29
Cittadella 27
Lecce 26
Venezia 25
Frosinone 25
Chievo 24
Pordenone 24
Brescia 21
Pisa 20
Reggina 17
Vicenza 16
Pescara 16
Cosenza 15
Cremonese 15
Reggiana 15
Virtus Entella 14
Ascoli 13


Le formazioni ufficiali

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Bogdan, Gyomber, Lopez; Kupisz, Capezzi, Di Tacchio, Cicerelli; Tutino, Djuric. All: Castori

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Barison, Bassoli, Falasco; Zammarini, Calò, Rossetti; Mallamo; Ciurria, Diaw. All: Tesser

Probabili formazioni

La Salernitana, reduce dal ko contro il Monza, deve tornare a vincere per difendere la vetta della classifica di Serie B dalle insidie dell’Empoli, che è a pari punti e oggi affronta il Cosenza. Un successo casalingo è quello che serve ai campani per ritrovare la serenità prima della pausa. Dopo, infatti, ci sarà il big match tra le due contendenti al titolo ed entrambe vogliono arrivarci nel migliore dei modi. Prima di pensare al futuro, tuttavia, la squadra di Fabrizio Castori è chiamata ad ottenere un risultato utile contro il Pordenone. Una sfida insidiosa, dato che i neroverdi sono carichi in virtù dei tre punti ottenuti nello scorso turno contro la Reggiana. Sbagliare allo Stadio Arechi sarebbe giustificabile, ma gli uomini di Attilio Tesser cercheranno il più possibile di infastidire la capolista.

Mister Fabrizio Castori, in vista della sfida casalinga contro il Pordenone, valuta un cambio di modulo. Il tecnico granata, d’altra parte, ha accantonato il 3-5-2 già nel primo tempo della gara contro il Monza. La squadra, dunque, dovrebbe schierarsi con un 4-4-2, in modo da avere maggiore spinta sulle fasce con Kupisz e Cicerelli, più freschi rispetto al precedentemente impegnato Anderson, che da esterno non ha soddisfatto. In difesa incerte le condizioni di Gyomber, che tuttavia potrebbe stringere i denti, in coppia con Aya, favorito rispetto a Bogdan. A sinistra ballottaggio tra Lopez e Veseli, quest’ultimo più fresco. In mediana, invece, rientrerà Capezzi dal 1′. Non si cambia, infine, in attacco il tandem composto da Djuric e Tutino.

SALERNITANA (4-4-2) — Belec, Casasola, Aya, Gyomber, Veseli, Kupisz, Capezzi, Di Tacchio, Cicerelli, Tutino, Djuric.

Leggi anche -> Salernitana | Castori: “Pordenone avversario quadrato, sarà dura”

Mister Attilio Tesser è più che soddisfatto della prestazione della sua squadra contro la Reggiana, per cui non vorrà cambiare molto rispetto all’undici iniziale dello scorso turno. D’altra parte, il tecnico non deve fare i conti quasi con nessuna assenza. Mancherà all’appello, infatti, soltanto Pasa, che dovrebbe essere sostituito da Calò. I ramarri, dunque, si schiereranno con il 4-3-1-2 vincente dello scorso turno. In attacco, in particolare, super confermato il tandem composto da Diaw Ciurria, entrambi andati a segno nell’ultima gara di campionato.

PORDENONE (4-3-1-2) — Perisan, Berra, Barison, Bassoli, Falasco, Magnino, Calò, Scavone, Mallamo, Ciurria, Diaw.

Leggi anche -> Pordenone | Tesser: “Salernitana ostica, serviranno coraggio e personalità”

Precedenti e curiosità

I precedenti tra Salernitana Pordenone sono soltanto due e risalgono alla scorsa stagione, in virtù della recentissima storia dei neroverdi in Serie B. La gara di andata in Friuli-Venezia Giulia terminò sul pari, con le reti di Burrai Di Tacchio, quest’ultima su calcio di rigore. Nel girone di ritorno, allo Stadio Arechi, invece, furono i padroni di casa a trionfare nettamente. Il risultato finale fu di 4-0 grazie ai gol messi a segno da Djuric, che tenterà di ripetere il colpo quest’oggi, e Kiyine, che invece adesso si trova tra le fila della Lazio. La squadra di Fabrizio Castori, ad ogni modo, non dovrà farsi ingannare dalla poca esperienza degli avversari. Gli uomini di Attilio Tesser, infatti, sono la grande sorpresa della stagione.

Occhi puntati questo pomeriggio, inoltre, su Cicerelli, ex del match dello Stadio Arechi. Nel 2018 giocò in Serie C in prestito al Pordenone per metà stagione, collezionando 11 presenze. Senza dubbio più fortunata l’avventura alla Salernitana. Nella scorsa annata, infatti, ha raccolto 21 presenze.