Inter | Conte dopo la Sampdoria | “Sconfitta immeritata, gara strana”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:58
0

L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte analizza la sconfitta 2-1 contro la Sampdoria di oggi. Tanto il rammarico per un ko che secondo l’ex CT azzurro è immeritato.

Inter Conte
L’allenatore dell’Inter, Antonio Conte durante la sfida con la Sampdoria (Credits: Getty Images)

Il 2-1 di Marassi è difficile da digerire per Antonio Conte: “dispiace perché meritavamo qualcosa di più. Oggi la fortuna si è dimenticata di noi. E’stata una gara strana, a volte perdi ed è giusto così, a volte domini e poi ti trovi sotto 2-0. C’è sempre da analizzare e cercare di migliorare”. Il doppio colpo firmato da Candreva e Keita, ex della partita, ha reso in salita la gara dell’Inter che prima delle due reti dei padroni di casa ha sbagliato un rigore con Alexis Sanchez. “ L’uno-due della Samp ovviamente ci ha messo in difficoltà, ci abbiamo provato, ma sotto 2-0 era tutto più difficile”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria-Inter 2-1 | Cronaca | Tabellino | Voti | Classifica

LEGGI ANCHE: Sampdoria | Ranieri dopo il 2-1 all’Inter | “Vittoria di sofferenza e qualità”

Inter, Conte parla dopo la sconfitta 2-1 contro la Sampdoria

E’mancato qualcosa oggi all’Inter, forse Lukaku che è sceso in campo solo nella ripresa: “Non era al 100% e si è visto anche quando è entrato. Abbiamo già giocato senza di lui, non era la prima volta”. Forse a mancare è stata anche un po’ di fortuna “i giocatori hanno messo in campo grande voglia, ma oggi la Dea bendata si è dimenticata di noi. Ho visto una ottima fase offensiva, abbiamo creato tante occasioni, attacchiamo con tanti uomini, c’è ampiezza e ci sono diversi inserimenti”.

Gennaio è mese di mercato e Conte affronta anche questo tema ai microfoni di Sky Sport: “il club sa perfettamente cosa fare, io mi metto solo a lavorare, come sempre da quando sono arrivato all’Inter. Qualsiasi decisione sarà condivisa”. Nel finale è entrato anche Eriksen: “Cerco di sfruttare in base alle situazioni tutte le opzioni disponibili, come sempre fatto”. L’addio del danese è sempre più probabile.