Sampdoria-Inter 2-1 | Cronaca | Tabellino | Voti | Classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:58
0

La Sampdoria vince 2-1 contro l’Inter grazie al rigore di Candreva e alla rete di Keita nel primo tempo, prima delle reti blucerchiati Audero ha parato il tiro dagli undici metri di Sanchez. Nella ripresa segna De Vrij, ma non basta a Conte che perde la prima gara dopo otto successi di fila. 

Sampdoria-Inter
Yoshida e Lautaro Martinez nell’ultima sfida tra Sampdoria e Inter (Credits: Getty Images)

La corsa dell’Inter si ferma a Marassi. I nerazzurri, ancora secondi della classe con 36 punti in attesa di Milan-Juve di stasera, perdono 2-1 contro la Sampdoria dopo otto successi di fila in Serie A. Il primo tempo è un grande show con Alexis Sanchez che si fa parare il rigore da Audero mentre Candreva dagli undici metri fulmina Handonovic. Il colpo del ko arriva a cinque minuti dal termine della prima frazione con Keita. Nella ripresa Conte inserisce Lukaku e ripesca perfino Eriksen ma l’assedio porta solo al colpo di testa di De Vrij che accorcia le distanze. Audero protegge il vantaggio e lancia i suoi verso un successo importante che vale per la Samp l’undicesimo posto in classifica.

LEGGI ANCHE: Sampdoria-Inter | Diretta streaming | Live Match | Dove vedere la gara

LEGGI ANCHE: Sampdoria | Ranieri sfida l’Inter | “Partita bella e difficile, vogliamo vincere”

La cronaca di Samp-Inter

Ranieri cambia la sua Samp soprattutto in attacco. Quagliarella rifiata e lascia spazio a Keita, attaccante di riferimento, con alle spalle il talentino Damsgaard che ha battuto a sorpresa la concorrenza di Verre e Ramirez. Poche novità rispetto alla vigilia per Conte, l’Inter rinuncia a Lukaku, non al meglio, e schiera insieme a Lautaro Martinez, il cileno Alex Sanchez. Solo panchina per il connazionale Vidal, a centrocampo fiducia quindi a Gagliardini.

Intorno al decimo minuto di gioco primo squillo della gara con Young che dal limite prova a piazzare il destro ma Audero è bravo a mettere in angolo. Due minuti più tardi il portiere blucerchiati si ripete parando il rigore calciato da Sanchez e assegnato per un fallo di mano di Thorsby. Sulla respinta ancora Young prova a metterla dentro ma il palo ferma il suo tiro. La risposta blucerchiata arriva poco dopo con Tonelli che di testa colpisce la traversa.

Al 23′ vantaggio della Samp con Antonio Candreva che batte Handanovic su rigore per fallo di mano di Barella. La prima mezz’ora di gara è ricca di colpi di scena e dal ritmo forsennato, l’Inter fa la partita ma la Samp riesce a fare male. Al 37′ i padroni di casa trovano il raddoppio grazie a Keita. Il merito è quasi tutto di Damsgaard che scappa via a destra e mette un pallone in mezzo che il compagno deve solo spingere dentro.

La ripresa parte subito con un brivido per Audero, Lautaro Martinez va vicino al gol con un colpo di testa che finisce di poco fuori. Al 50′ altra occasione per i nerazzurri con Sanchez che di testa tutto solo mette a lato su cross di Hakimi. La Sampdoria si difende ma quando riparte sa fare molto male e così ci vuole un super Handanovic per parare il rasoterra di Jankto al 53′. La ripresa vede l’Inter tutta nella metà campo della Samp che però in ogni contropiede mette in grossa difficoltà gli ospiti.

Al 65′ l’Inter trova con De Vrij la rete che riapre la gara, Conte nel frattempo ha messo in campo anche Romelu Lukaku. I nerazzurri ora spingono forte ed è Audero ancora protagonista, questa volta sula conclusione ravvicinata di Lukaku. Negli ultimi dieci minuti è  grande battaglia a Marassi ma non ci sono grandi occasioni da gol e così la Samp si porta a casa l’intera posta.

Il tabellino della gara

Sampdoria-Inter 2-1
Marcatori: 23′ Candreva (rig.), 37′ Keita, 65′  De Vrij

Sampdoria (4-4-1-1) Audero 7,5, Yoshida 6, Tonelli 5,5 (68′ Bereszynski 6), Colley 6,5, Augello 5,5; Candreva 6,5, Thorsby 6, Silva 6,5 (74′ Askildsen s.v.), Jankto 6,5 (74 Léris s.v.); Damsgaard 7; Keita 7 (92′ La Gumina). All. Ranieri.
A disposizione: Ravaglia, Letica, Avogadri, Rocha, Verre, Ramírez, Regini, Quagliarella.

Inter (3-5-2) Handanovic 6,5, Skriniar 6 (80′ D’Ambrosio s.v.), De Vrij 6,5, Bastoni 5,5; Hakimi 6,5, Barella 5 (80′ Vidal s.v.), Brozovic 6, Gagliardini 6 (64′ Lukaku 6), Young 5,5 (46′ Perisic 5); Lautaro 6,5, Alexis Sanchez 5,5 (70′ Eriksen). All. Conte
A disposizione: Padelli, Radu, Kolarov, Sensi, Ranocchia, Darmian

Ammoniti: 17′ Lautaro Martinez, 23′ Barella, 39′ De Vrij, 57′ Thorsby, 83′ Keita, 85′ Askildsen, 93′ Hakimi
Arbitro: Paolo Valeri di Roma

La classifica di Serie A aggiornata

Milan 37
Inter 36
Roma 33
Sassuolo 29
Napoli 28
Atalanta 28
Juventus 27
Lazio 25
Verona 24
Benevento 21
Sampdoria 20
Bologna 17
Udinese 16
Fiorentina 15
Cagliari 14
Torino 12
Parma 12
Spezia 11
Genoa 11
Crotone 9