Verona | Ivan Juric: “Squadra in costruzione, abbiamo ampi margini”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00
0

Il tecnico della formazione scaligera commenta la vittoria ottenuta contro il Crotone. Ivan Juric applaude il Verona e Kalinic: “Era importante che tornasse a fare gol”.

ivan juric
Ivan Juric – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Ivan Juric si gode il terzo risultato utile di un 2021 iniziato a gonfie vele per il suo Verona. Sette punti frutto di due vittorie e un pareggio, con la striscia che viene allungata dalla vittoria di oggi contro il Crotone. Un risultato frutto di un’ottima prova da parte degli scaligeri, al di là dei due gol messi a segno da Kalinic e Dimarco. Nel complesso, al di là di qualche minuto un po’ tentennante in avvio, il Verona ha tirato fuori un’altra ottima prestazione, al cospetto di una squadra affamata di punti ma anche capace di giocare bene.

Juric, intervistato da Sky Sport al termine della partita, sottolinea l’importanza di mettere tanto fieno in cascina in questa fase della stagione. “I numeri per noi sono buonissimi – dichiara il tecnico – . Abbiamo fatto sette punti contro squadre del nostro livello. Sono molto contento e felice, vedo che muoviamo meglio la pallla. Anche quando eravamo un po’ in difficoltà nel secondo tempo ho sentito e ho visto una squadra giusta. Ora dobbiamo continuare così, il confine tra vittoria e sconfitta è molto sottile e dobbiamo stare attenti“.

La giornata odierna è stata importante per il Verona, anche perchè si è finalmente sbloccato Nikola Kalinic. Il bomber croato ha trovato contro il Crotone il suo primo gol in maglia gialloblu. E Juric sorride per il suo connazionale: “Ha fatto gol e questo è importante, altre volte ha giocato bene ma gli era mancato il gol. Ha margini di miglioramento allucinanti, anche con l’età, e ora può anche allenarsi al massimo“. Chi invece continua a tenere un alto livello di gioco, è Mattia Zaccagni: “Deve continuare così – dice di lui Juric – . I momenti passano, lui deve lavorare per mantenere il suo a lungo“.

Leggi anche -> Verona-Crotone 2-1 | Cronaca | Tabellino | Classifica | Highlights

La vittoria contro il Crotone consente al Verona di restare in scia alle squadre che lottano per la qualificazione in Europa. Juric, però, vuole vedere il processo di crescita della sua squadra: “Vedo una squadra in costruzione e non so come andranno avanti le cose. Finora è stato un anno difficile, i giocatori fanno grandi sacrifici e alcuni di loro hanno giocato fuori ruolo. Lo spirito c’è sempre state, nelle ultime 3 o 4 partite la palla si muove bene e segniamo bei gol. Siamo un po’ al limite delle forze in alcune zone del campo, quindi per il momento possiamo pensare solo a salvarci“.

Leggi anche -> Fiorentina-Cagliari | Diretta Streaming | Match Live | Dove vedere la partita

Juric, tra le altre cose, sostiene senza peli sulla lingua che il Verona di quest’anno non è migliore rispetto a quello ammirato nella passata stagione. E quando gli viene chiesto come può migliorare questa squadra, la risposta appare quasi facile: “Se Zaccagni continua così, se Barak continua a crescere e Kalinic trova condizioni fisiche migliori, allora la cosa può diventare interessante. Anche perchè non abbiamo mai avuto tutti i difensori a disposizione. Vogliamo migliorare ma senza perdere lo spirito che ci ha portato fin qui, anche senza gioco“.

Verona, la gioia di Kalinic

Nikola Kalinic rompe il ghiaccio. La gara contro il Crotone è stata sbloccata dal centravanti croato, al primo gol stagionale. Queste le sue impressioni al termine della gara, ai microfoni di Sky Sport: “Sono felice. Dobbiamo continuare a lavorare in questo modo e giocare come abbiamo fatto oggi. Non mi sono allenato molto con i compagni, sono solo alla terza partita. Per me è ancora molto difficile, devo continuare a lavorare e magari a breve sarò al 100%. Lavoriamo tanto sul piano fisico, anche oggi si è visto che la squadra stava bene, anche se l’importante sono i tre punti. Noi ci alleniamo al massimo e giochiamo al massimo. In ogni allenamento dobbiamo dare tutto, ecco perchè per noi in partita è facile. L’obiettivo? Devo pensare partita dopo partita, non penso a fare 15 o 20 gol. Devo solo dare il massimo, poi i risultati arriveranno”.