Atalanta-Cagliari, primo tempo 1-0: Miranchuk sul gong, assedio della Dea

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:06
0

Il primo tempo Atalanta-Cagliari finisce con il vantaggio 1-0 concretizzato da Miranchuk solo negli ultimi minuti. I rossoblù devono sottostare ad un vero e proprio assedio, con gli avversari capaci di trasformare qualsiasi giocatore davanti alla porta in un tiratore.

Da destra: Robin Gosens dell'Atalanta batte Gabriele Zappa del Cagliari in duello aereo (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)
Da destra: Robin Gosens dell’Atalanta batte Gabriele Zappa del Cagliari in duello aereo (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)

Il primo tempo della partita di Coppa Italia Atalanta-Cagliari non delude le aspettative: la Dea è molto aggressiva contro i rossoblù ed alza il ritmo di gioco per mettere in difficoltà gli avversari. Nei primi minuti Miranchuk riesce anche a segnare, ma la rete è annullata per fuorigioco.

Come anticipato da entrambi i tecnici, la partita è l’occasione del turnover per entrambe le formazioni. Per l’Atalanta torna Sportiello e c’è Sutalo dal primo minuto. A centrocampo sono confermati Gosens e Freuler, poi si trova un Pessina più basso e finalmente Maehle dal primo minuto. L’attacco vede la coppia ucraino-russa Malinovskyi-Miranchuk e Muriel lascia in panchina Zapata.

La rosa del Cagliari è più corta, ma Vicario manda inaspettatamente Cragno a riposare. Sulla fascia destra c’è il terzino Zappa, a centrocampo c’è il ritorno dell’indispensabile Nandez e Pavoletti manda in panchina Joao Pedro, la punta pià prolifica della formazione. I due ex interisti Nainggolan e Godin partono entrambi dalla panchina.


Leggi anche:

L’Atalanta cerca di controllare l’avversario Pavoletti impedendo al Cagliari il giropalla. Qualsiasi giocatore trovi lo spazio libero lo attacca e prova l’aggressione alla porta avversaria. Dal 22′ al 26′ i nerazzurri creano 4 incredibili occasioni in 4 minuti. Muriel si accentra da sinistra e scarica il tiro, poi Miranchuk si trova nell’ uno-contro-uno davanti alla porta, ma Vicario ha la meglio.

La buona intesa Muriel-Miranchuk mette una palla d’oro sui piedi di Gosens, ma Vicario si rivela l’uomo della provvidenza fermando tutto. Subito dopo è Freuler ad inserirsi dalla sinistra, ma è il portiere a blindare la porta. Al 43′ è il tiro di Miranchuk a mirare sotto la traversa da posizione centrale grazie al pallone alzato da Muriel.