Eurolega, Milano non si ferma più: espugnata anche Berlino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:25

Terzo successo consecutivo in Eurolega e seconda trasferta positiva dopo quella di Madrid. Milano continua il suo volo nelle posizioni di vertice della classifica delle Top 16.

berlino milano eurolega
Gigi Datome strappa il pallone – meteoweek.com (photo by Getty Images)

L’Olimpia Milano tira ancora una volta fuori gli attributi e porta a casa un’altra bella vittoria in Eurolega. Dopo lo storico successo sul parquet del Real Madrid e la fondamentale affermazione casalinga contro il Valencia, la formazione meneghina cala il tris e torna vincitrice dalla sfida in casa dell’Alba Berlino. Non era facile continuare a giocare su questi ritmi con tanti impegni ravvicinati, ma la compagine allenata da Ettore Messina ha tirato fuori ancora una volta una grande prestazione.

E non era facile soprattutto se consideriamo il brutto primo quarto giocato da Milano, che è stata a lungo succube dei suoi avversari. Lammers e compagni hanno pigiato sull’acceleratore fin dall’inizio portandosi sul +9 entro pochi possessi. L’abilità dell’Olimpia è stata quella di non perdere la pazienza e affidarsi alle sue guide sul piano psicologico, in primis Sergio Rodriguez. Il Chacho ha ispirato il parziale di 12-0 che ha regalato il sorpasso ai meneghini, prima che la partita diventasse punto a punto, anche se per pochi minuti.

Leggi anche -> Australian Open: positivi anche Davidovich Fokina e la Keys

Dopo una nuova reazione da parte dei padroni di casa, infatti, Milano ha messo nuovamente le marce alte ed è scappata via. Un nuovo parziale, stavolta di 2-13, ha portato l’Olimpia a flirtare con la doppia cifra di vantaggio in un momento cruciale della partita. Il grande ex Simone Fontecchio si iscrive alla partita per parte tedesca, ma nel frattempo gli ospiti hanno acquisito quella capacità di leggere la partita e di evitare il ritorno a contatto dei berlinesi. Così all’inizio dell’ultimo quarto Milano dà l’ultimo scossone grazie a MoraschiniBrooks, il tandem italiano che guida l’Olimpia nella fase decisiva.

Vittoria fondamentale dunque per l’AX Milano, che nella classifica di Eurolega sale al quarto posto in compagnia dell’altra tedesca presente, il Bayern Monaco. Tuttavia bisognerà sempre attendere i due recuperi dello Zenit San Pietroburgo, anche se la visuale dalle zone alte della graduatoria è assai allettante.

Leggi anche -> James Harden a Brooklyn, parla il gm: “Non possiamo nasconderci”

Messina si gode il cammino in Eurolega

Non può non arrivare una reazione positiva da parte di Ettore Messina. Il coach dei meneghini ha parlato a fine gara, evidenziando sia gli aspetti positivi che quelli negativi: “Non è mai facile vincere contro l’ALBA Berlin, perchè è una squadra che gioca sempre una qualità di pallacanestro molto alta. Voglio complimentarmi con i ragazzi per un motivo semplice, siamo partiti male, sembravamo vuoti e abbiamo sbagliato anche diversi tiri liberi, persino con Zac LeDay che è uomo da 90% solitamente. In quel momento, abbiamo mantenuto calma e concentrazione, il secondo quintetto quando è entrato ha cambiato la partita e lentamente, gradualmente, ci siamo ritrovati su tutti e due i lati del campo. Abbiamo mantenuto la concentrazione e non era facile in questa situazione. Adesso ci prepariamo alla prossima partita, che sarà molto difficile. Il calendario resta duro, ma vale per tutti, ora cerchiamo solo di prepararci alla prossima, perchè in Eurolega non puoi mai dare niente per scontato. Voglio però augurare il meglio a coach Aito, un allenatore leggendario per la mia generazione: spero torni in panchina immediatamente”.