Toro-Spezia 0-0: cronaca, tabellino e highlights. Granata imbarazzanti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:57

Incredibile a Torino: i granata in 11 contro 10′ per 85 minuti (espulso Vignali all’8′) non punisce i liguri e, anzi, rischia anche di prendere gol. Qui formazioni ufficiali, tabellino, cronaca live e highlights di Toro-Spezia 0-0

Espulso Vignali nello Spezia all'8' (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
Espulso Vignali nello Spezia all’8′ (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Toro-Spezia 0-0, il tabellino 

Ancora nessuna vittoria interna per il Toro di Giampaolo, che non riesce a battere neanche lo Spezia in 11 contro 10 per 85 minuti: a questo punto la panchina del tecnico torna pesantemente in bilico. Un Toro in stato confusionale, mai davvero vicino alla vittoria (tranne che al 90′ con un palo di Ansaldi). Di seguito il tabellino di Toro-Spezia 0-0.

Ammoniti: pt 18′ Pobega (S); pt 34′ Buongiorno (S); 14′ st Verde (S); 16′ st Lyanco (T); 31′ st Marchizza (S); 40′ st Gyasi (S); 43′ st Linetty (T);

Espulso: pt 8′ Vignali (S);

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo (st 1′ Zaza, Bremer, Buongiorno (st 1′ Lyanco); Singo, Segre, Lukic, Linetty, Murru (st 27′ Ansaldi); Verdi (st 31′ Gojak), Belotti. A disposizione. Milinkovic-Savic, Rosati, Ujkani, Rodriguez, Nkoulou, Baselli, Zaza. Allenatore. Giampaolo.

Spezia (4-3-3): Provedel; Marchizza (st 36′ Ramos), Chabot, Terzi, Vignali; Pobega (st 42′ Deiola), Agoumè, Maggiore (st 42′ Erlic); Farias (st 20′ Estevez), Piccoli (st 42′ Galabinov), Gyasi. A disp. Rafael, Krapikas, Ismajli, Deiola, Saponara, Leo Sena, Galabinov, Verde, Agudelo. All. Italiano.

Arbitro: Fabbri di Ravenna (ass. Giallatini e Di Iorio; IV uomo Ghersini; Var Banti, Avar Bindoni)

Toro-Spezia 0-0, cronaca

Giampaolo si affida al solito 3-5-2. Izzo confermato dal 1′ in difesa, mentre a centrocampo è Segre ad affiancare Lukic e Linetty. Verdi affianca Belotti in attacco. L’ex Bologna e Napoli resta in vantaggio su Bonazzoli e Zaza, entrambi circondati da continue voci di mercato. Il Toro deve fare a meno di Rincon squalificato dopo il giallo preso contro il Milan (era in diffida). Lo Spezia deve fare a meno di Nzola. Per ciascuna delle due squadre c’è un’assenza pesante.

Si parte subito con un colpo di scena. All’8′ l’arbitro viene richiamato dal Var per l’intervento del difensore ligure Vignali (ammonito) nei confronti di Murru: il cartellino diventa così rosso. Toro in 11 contro 10 per oltre 80 minuti. Dopo quattro minuti è clamorosamente lo Spezia a sfiorare lo 0-1: Pobega scaglia un tiro che non trova lo specchio della porta granata. Il Toro passa al 19′ sull’asse Verdi-Singo ma il gol non è valido: fuorigioco. Al 20′ Italiano decide per un cambio: fuori Farias, dentro Estevez. I granata non decollano, i liguri addormentano il match e continuano a sfiorare il vantaggio al 35′ con Gyasi e Piccoli. Sirigu decisivo. Verdi commette qualche errore di troppo a fine primo tempo.

Toro in 11 contro 10 per 80 minuti, ma in stato confusionale

Ripresa. Nell’intervallo entrano Zaza e Lyanco al posto di Izzo e Buongiorno. Torna la difesa a 4 per i granata, che spingono con Belotti. Al 58′ una palla-gol per Verdi deviata in corner. Poco dopo un colpo di testa di Bremer. Il Toro non passa. E la fiducia viene meno. Al 71′ dentro Ansaldi e fuori Murru: Giampaolo le prova tutte, ma i granata sembrano sconsolati e impotenti.

Lo stato di confusione granata continua poco dopo: lo Spezia non soffre l’inferiorità numerica ma sfiora lo 0-1 con Gyasi, che cerca il tap-in di Piccoli (anticipato in extremis). Un giro di lancette ed è Estevez a scaldare i guanti di Sirigu. Pazzesco. Al 76′ l’ultima carta di Giampaolo: dentro Gojak per un pessimo Verdi.

Precedenti e curiosità: Toro-Spezia mai prima in serie A

La vera curiosità è che le due squadre non si sono mai affrontate nell’era dei tre punti in Serie A. L’ultimo loro incontro risale al quarto turno di Coppa Italia nella stagione 1937/38. Prima di allora gli unici precedenti risalgono a quando la Serie A si chiamava Prima Divisione, dal 1923 al 1925, con due vittorie a testa su quattro incontri totali.

Leggi anche >   Giampaolo: “Lo Spezia? I bonus sono finiti. Chi ha l’ansia cambi mestiere”

Consigli Fantacalcio

Una scommessa da vincere? Il gol dell’ex Gyasi, che con il suo Spezia ritrova il Toro da avversario. Belotti e Izzo certezze granata, mentre Galabinov (che aveva iniziato benissimo la stagione) può rivelarsi un autentico jolly in zona gol. Schierato anche Pobega, rivelazione dello Spezia nelle ultime settimane. Punto critico relativamente al Fantacalcio su Sirigu, nonostante le sue buone prestazioni recenti: prende sempre gol.