Sassuolo-Parma 1-1: Djuricic beffa i crociati al 94’. Tabellino, classifica e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:08

Sassuolo e Parma si dividono la posta in palio al termine di una gara tra due squadre in chiara emergenza di organico. Al 37′ gli ospiti sono andati in vantaggio grazie ad una rete di Kucka. Nel recupero Djuricic ha beffato i crociati su calcio di rigore. Risultato finale 1-1.

sassuolo parma
Filip Djuricic ha realizzato il calcio di rigore al 94′ di Sassuolo-Parma (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il primo tempo è iniziato subito ad alto ritmo. Il Sassuolo ha avuto all’11’ una clamorosa occasione per passare in vantaggio con Kyriakopoulos, il cui tiro tuttavia ha colpito soltanto la traversa. I neroverdi erano andati inoltre in gol al 19′ con Caputo, servito in area da Magnanelli. La posizione dell’attaccante, tuttavia, è di fuorigioco, seppure non evidente. Il VAR conferma l’irregolarità. Al 37′ gli ospiti hanno la meglio grazie a Kucka, che ha messo il pallone in rete di testa fruttando l’assist di Pezzella. Provvidenziale il centrocampista crociato, che a pochi secondi dal fischio di inizio del match ha anche rischiato di dovere uscire per un colpo al capo che lo sta costringendo a giocare con una vistosa fasciatura. Nella ripresa i gialloblù hanno sfiorato più volte il vantaggio, in particolare con Grassi, senza tuttavia trovarlo. Nei minuti di recupero è arrivata la beffa per il Parma, che per una gara intera era riuscito a difendere il vantaggio. Busi abbatte in area un avversario è il direttore di gara non esita a fischiare. Dal dischetto va Djuricic ed il suo tiro e angolatissimo, Sepe riesce soltanto a sfiorare. Il derby emiliano termina sul risultato di 1-1.

Il tabellino

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli 6; Ayhan 5, Chiriches 4.5, Ferrari 6.5, Kyriakopoulos 6 (71′ Rogerio 6); Magnanelli 4.5 (60′ Djuricic 7), Maxime Lopez 5; Toljan 5.5 (46′ Muldur 6), Defrel 5.5, Traoré 5.5 (85′ Raspadori sv); Caputo 5.5 (71′ Haraslin 6). In panchina: Pegolo, Turati, MarlonPeluso, Mercati, KaramokoOddei. Allenatore: De Zerbi 5.5.

Parma (4-3-2-1): Sepe 6.5; Busi 5, Iacoponi 6, Dierckx 6.5, Pezzella 7 (74′ Ricci 6); Grassi 6 (85′ Sohm sv), Brugman 6 (85′ Cyprien sv), Kurtic 6; Kucka 7, Gervinho 6.5; Cornelius 6. In panchina: Colombi, Dei, Artistico, Mihaila, Brunetta, Traorè, Camara, RaduSprocati. Allenatore: Roberto D’Aversa 6.5.

Arbitro: Pezzuto di Lecce 4.

Reti: 37′ Kucka, 94′ Djuricic (rig).

Ammoniti: Chiriches, Maxime Lopez, Rogerio, Brugman.

La classifica

Un punto a testa che muove poco la classifica per Sassuolo Parma. I neroverdi salgono a quota 30, fuori dalla zona Europa League. I crociati, invece, resta al penultimo posto con 13 punti. La salvezza, tuttavia, è a portata di mano, dato che quest’anno la zona retrocessione è piuttosto affollata.

Milan 40
Inter 37
Napoli 34
Roma 34
Juventus 33
Atalanta 31
Lazio 31
Sassuolo 30
Hellas Verona 27
Sampdoria 23
Benevento 21
Bologna 20
Spezia 18
Fiorentina 18
Udinese 16
Cagliari 14
Genoa 14
Torino 13
Parma 13
Crotone 12

Gli highlights di Sassuolo-Parma

Le formazioni ufficiali

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Ayhan, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Magnanelli, Lopez; Traoré, Defrel, Toljan; Caputo. All.: De Zerbi.

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Dierckx, Busi, Pezzella; Grassi, Brugman, Kurtic; Kucka, Gervinho; Cornelius. All.: D’Aversa.

Le probabili formazioni di Sassuolo-Parma

Mister Roberto De Zerbi ormai da diverse giornate deve fare i conti con alcune assenze pesanti. Su tutte quelle di Berardi in attacco e di Locatelli Boga a centrocampo. Hanno dato forfait anche Bourabia e Obiang, quest’ultimo squalificato. Torna a disposizione, invece, Caputo, che per la gara di Coppa Italia contro la SPAL non era stato convocato. Un posto per lui da titolare, avendo riposato, dovrebbe essere sicuro. Dietro al bomber dovrebbero esserci Traorè e Djuricic. In difesa, davanti a Consigli, tornerà la coppia formata da Chiriches e Ferrari, mentre sulle fasce ci sono due ballottaggi. A sinistra si contendono un posto dal 1’ Kyriakopoulos e Rogerio, mentre a destra Muldur e Toljan.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches, G. Ferrari, Kyriakopoulos; Magnanelli, M. Lopez; Traoré, Djuricic, Haraslin; Caputo.

Leggi anche -> Sassuolo, De Zerbi: “Momento delicato da mesi. Col Parma tante assenze”

Mister Roberto D’Aversa deve fare i conti con una vera e propria emergenza in difesa. Oltre ad Osorio e Valenti, si sono fermati in settimana anche Bruno Alves e Balogh, i quali raggiungono in infermeria gli infortunati di lunga data Laurini e Gagliolo. Il tecnico dovrà adattare qualche giocatore nel reparto arretrato, con il rischio di essere più vulnerabile a fronte degli attacchi avversari. L’unico innesto di ruolo, infatti, è il recuperato Iacoponi, che si situerà al centro con Busi. Il resto della linea è quasi un terno al lotto. Kurtic potrebbe sistemarsi a destra. Il 4-3-3 dei crociati sarà senza dubbio reinventato. A centrocampo, inoltre, mancherà Hernani, per cui la regia sarà affidata a Brugman, mentre Sohm e Cyprien saranno le mezzali. Nel reparto offensivo, infine, si dovrebbero situare Cornelius e Gervinho con il rientrante Kucka. Assenti Karamoh, per una lesione muscolare agli adduttori della coscia sinistra e Inglese, non convocato per un problema familiare.

PARMA (4-3-3): Sepe; Busi, Iacoponi, Giu. Pezzella, Ricci; Cyprien, Brugman, Kurtic; Kucka, Cornelius, Gervinho.

Leggi anche -> Parma, D’Aversa: “Non abbiamo difensori, ma non cerchiamo alibi”

Precedenti e curiosità

Il Mapei Stadium, nella diciottesima giornata di Serie A, ospiterà il derby emiliano tra SassuoloParma. Le due squadre si sfideranno quest’oggi a partire dalle 15.00. Entrambe sono alla ricerca di una vittoria, seppure le loro ambizioni nonché posizioni in classifica siano decisamente differenti. I neroverdi, infatti, si trovano all’ottavo posto e, seppure abbiano perso qualche punto rispetto alle altre contendenti alla zona Europa League, possono ambire a riagguantarle come era avvenuto ad inizio stagione, quando erano persino arrivati vicino alla vetta. La squadra di Roberto De Zerbi vorrebbe al più presto mettersi alle spalle la sconfitta contro la Juventus e l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano della SPAL. I gialloblù, da parte loro, intendono uscire da un momento nerissimo, in quanto nelle ultime cinque gare hanno collezionato soltanto sconfitte. Gli uomini di Roberto D’Aversa sanno che l’avversario è ostico, ma proveranno a dare il massimo al fine di portare a casa un risultato utile.

Sassuolo Parma si sono affrontate in dieci occasioni, otto delle quali in Serie A e due in Serie B. I precedenti in massima serie sono a favore dei crociati, che hanno collezionato cinque successi a fronte di due sconfitte e un pareggio. Per quanto riguarda gli incontri al Mapei Stadium il bilancio è piuttosto equilibrato, con due vittorie ospiti, due pari e un trionfo dei padroni di casa. I neroverdi, tuttavia, non battono il Parma dalla stagione 2014/15. Nella precedente stagione i gialloblù vinsero entrambe le gare mettendo a segno un solo gol. Uno dei due fu di Gervinho, che quest’oggi sarà ancora in campo. Il derby emiliano di oggi, nel caso in cui seguisse i pronostici dettati dalla classifica, potrebbe dunque riscrivere la storia. Roberto De Zerbi Roberto D’Aversa, invece, si sono incontrati quattro volte, sempre alla guida delle loro attuali squadre. Il tecnico neroverdi non è mai riuscito a battere il collega.

Nonostante il Sassuolo in questa stagione sia decisamente messo meglio del Parma, al Mapei Stadium nulla sarà scontato quest’oggi. I neroverdi, infatti, nelle partite casalinghe hanno vinto solo la metà delle gare in cui da pronostico partivano favoriti. Il derby emiliano per cui sarà un importante banco di prova. I crociati, da parte loro, hanno il dovere di segnare in quanto in cinque delle ultime sei gare non ci sono riusciti. Gli occhi saranno puntati sul capocannoniere Gervinho. Tra le fila dei padroni di casa, invece, occhio al solito Caputo.