Spal-Reggiana 2-0, cronaca e tabellino: gli estensi volano al terzo posto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:52

Dominio dei padroni di casa nel primo tempo. Cerofilini para tutto ma si arrende sulla zuccata di Valoti sugli sviluppi di una punizione. A 10 minuti dalla fine il raddoppio del nuovo entrato.

spal-reggiana
L’esultanza di Valoti – meteoweek.com (Photo by Chris Ricco/Getty Images)

Spal-Reggiana | Diretta del match

Spal-Reggiana è l’ultimo incontro della diciottesima giornata del campionato di serie B. I padroni di casa vincono per 2-0 e ottengono tre punti d’oro.

In avvio il più pericoloso è Strefezza. Il brasiliano dopo due minuti calcia dalla distanza ma non trova la porta, e poco dopo con un tiro-cross insidioso mette i brividi a Cerofilini. Spal all’assalto della porta degli ospiti, i quali fanno fatica a uscire dalla propria trequarti. Le occasioni per gli estensi arrivano dalla distanza, come con Valoti al 25′ ed Esposito alla mezz’ora. Poi torna in cattedra Strefezza, che al 33′ chiama Cerofilini al salvataggio da campione. Al 39′ la Spal finalmente passa: Valoti gonfia la rete dopo la sponda di Missiroli su punizione di Strefezza. L’ex Verona sbatte ancora sul portiere reggiano, nell’ultima occasione del primo tempo.

Nella ripresa Zampano, entrato dopo l’intervallo, crea la prima occasione per la Reggiana: Berisha è attento. Molto più pericoloso Valoti, che costringe Cerofilini all’ennesimo grande intervento. La Spal è in debito di ossigeno e cerca di abbassare il ritmo, dall’altra parte gli ospiti provano ad aumentare i giri del motore ma senza creare grossi pericoli. Marino cambia qualcosa sulle corsie laterali, Alvini getta nella mischia Varone che però spreca su una bella azione di Rossi. Ma è un altro nuovo entrato a chiudere i conti: a dieci minuti dalla fine D’Alessandro scatta sul filo del fuorigioco e batte Cerofilini.

È il gol che chiude la pratica. Spal al terzo posto, Reggiana sempre più in crisi.

Tabellino

SPAL-REGGIANA 2-0

Marcatori: 39′ Valoti, 80′ D’Alessandro

SPAL – Berisha, Ranieri, Tomovic, Vicari, Sala (68′ D’Alessandro), Esposito, Missiroli, Valoti (91′ Sernicola), Strefezza (68′ Dickmann), Paloschi, Floccari (82′ Seck). A disposizione: Thiam, Minelli, Okoli, Spaltro, Murgia, Viviani, Brignola, Moro. Allenatore Pasquale Marino.

REGGIANA – Cerofilini, Gyamfi, Rozzio, Martinelli (81′ Yao), Libutti, Rossi, Del Pinto (63′ Varone), Lunetta (46′ Zampano), Radrezza (88′ Pezzella), Ardemagni, Mazzocchi (63′ Kargbo). A disposizione: Venturi, Voltolini, Ajeti, Gatti, Kirwan, Muratore, Cambiaghi. Allenatore: Massimiliano Alvini.

ARBITRO – Giua di Sassari. Assistenti: Ruggeri e Yoshikawa.

NOTE – ammoniti Martinelli, Floccari, Kargbo

Classifica

Empoli 37
Cittadella 33
Spal 32
Monza 31
Salernitana 31
Lecce 29
Chievo 27
Pordenone 27
Frosinone 26
Venezia 25
Pisa 23
Brescia 21
Vicenza 20
Cremonese 18
Reggina 17
Cosenza 16
Pescara 16
Reggiana 15
Entella 14
Ascoli 13

Spal-Reggiana | Presentazione del match

Spal-Reggiana è l’attesissimo derby emiliano con cui si concluderà la diciottesima giornata del campionato di serie B. Da una parte c’è una squadra che vive sulle ali dell’entusiasmo, dall’altra ce n’è una che ha un disperato bisogno di uscire da un tunnel profondissimo.

Partiamo dalla Spal, che ha vissuto una grande settimana grazie all’impresa ottenuta a pochi chilometri da casa in un altro derby emiliano, contro il Sassuolo in Coppa Italia. Una grande prova al cospetto di una squadra molto celebrata ai piani alti del calcio italiano, ma che conferma la bontà del lavoro che Pasquale Marino sta svolgendo in questa sua prima stagione alla corte spallina. Gli estensi vogliono dare seguito alle ultime ottime prestazioni, in cui stanno trovando anche una certa stabilità sul piano numerico e degli uomini a disposizione. E la gara di questa sera, nonostante celi la trappola del confronto con un avversario inferiore, può essere un’altra ottima occasione.

Anche perchè la Reggiana è apparsa più in crisi di risultati che di gioco. La formazione guidata da Massimiliano Alvini non ottiene punti da più di un mese, ma la grande forza di volontà e l’impronta di gioco fornita hanno fatto restare salda la posizione del mister dello storico ritorno tra i cadetti. Tra le altre cose il mercato ha dato delle belle notizie ai granata, tra le cui fila ci sono ora anche due cavalli di razza Lorenzo Del PintoMatteo Ardemagni, oltre al giovane Yao. Dunque una Reggiana che può pensare di ripartire, anche se il confronto del “Paolo Mazza” resta particolarmente arduo sulla carta.

Probabili formazioni

La Spal si presenta sul proprio campo ritrovando alcuni dei titolari, lasciati a riposo nel match di coppa. Tra questi i perni della difesa Tomovic e Vicari, che andranno a comporre la linea a tre insieme a Ranieri, con la conferma del ritrovato Berisha tra i pali. Sulla fascia destra del folto centrocampo confermato Dickmann, mentre la banda mancina ritrova Sala. In mezzo torna titolare Esposito al pari di Valoti, con l’unica conferma rispetto a giovedì che è rappresentata da Missiroli. Il tandem offensivo sarà composto da Paloschi e Floccari. Non convocato Lucas Castro, destinato al Crotone.

SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Dickmann, Missiroli, Esposito, Valoti, Sala; Paloschi, Floccari. A disposizione: Thiam, Minelli, Spaltro, Okoli, Murgia, Sernicola, Viviani, Strefezza, D’Alessandro, Seck, Brignola, Moro. Allenatore: Pasquale Marino.

Cambia tanto, invece, la Reggiana. Mister Alvini si ritrova con tre volti nuovi rispetto all’ultima gara di campionato. Due di questi, ovvero Del Pinto in mezzo al campo e Ardemagni in avanti, scenderanno in campo dall’inizio. Andando per ordine, davanti a Cerofolini ci sarà il rientro di capitan Rozzio, affiancato da Gyamfi e Martinelli. Sulle corsie laterali conferme per Libutti a destra e Lunetta a sinistra, mentre l’ex Benevento verrà affiancato da uno tra Rossi (favorito) e Muratore. Sulla trequarti ci sarà l’inamovibile Radrezza, mentre accanto al bomber appena arrivato ci sarà Mazzocchi.

REGGIANA (3-4-1-2): Cerofolini; Gyamfi, Rozzio, Martinelli; Libutti, Del Pinto, Rossi, Lunetta; Radrezza; Ardemagni, Mazzocchi. A disposizione: Venturi, Voltolini, Ajeti, Gatti, Yao, Zampano, Kirwan, Pezzella, Varone, Muratore, Cambiaghi, Kargbo. Allenatore: Massimiliano Alvini.

ARBITRO – Giua di Sassari. Assistenti: Ruggeri e Yoshikawa.

Rivivi il prepartita

Spal-Reggiana | Precedenti e curiosità

Il derby emiliano Spal-Reggiana si è giocato ben 32 volte, relativamente agli incontri in casa degli estensi. Il bilancio parla di 11 vittorie per i padroni di casa1 12 per gli ospiti e nove pareggi. Fu proprio un pari a inaugurare la lunga serie di scontri lungo la via Emilia, uno 0-0 nel campionato di serie B 1949/50. Nella stagione successiva si imposero largamente i padroni di casa con un netto 3-0, mentre il primo incontro di coppa Italia fu vinto, nel 1957/58, dai granata con il punteggio di 2-3.

Le sfide successive tra Spal e Reggiana si giocarono a cavallo tra gli Anni Sessanta e i Settanta. Una vittoria a testa nel primo decennio, mentre in quello successivo ci fu un’altra vittoria ospite (0-1 nel 1973/74), un pareggio per 1-1 nella stagione successiva e il ritorno al successo per gli estensi, un 3-0 nel campionato cadetto 1975/76. Passarono altri cinque anni prima che le due rivali regionali si affrontassero di nuovo: il 13 settembre 1981 ci fu un pirotecnico 3-3 per aprire il campionato. Un altro incontro fu quello del 25 aprile 1993, sempre in serie B e sempre con un pareggio, questa volta per 1-1.

Ci si avvicina sempre di più ai giorni nostri con due vittorie della Reggiana: 2-4 nella coppa Italia del 1996 e 0-1 in serie C1 nel 2000. Nella stagione successiva la Spal restituì la vittoria di misura, per poi vincere nel 2002 con il punteggio di 3-1. Vennero poi altri tre scontri diretti consecutivi tra le due compagini emiliane, con un doppio 0-1 venuto fuori nel 2002/03 e nell’annata seguente, prima di un 2-1 in favore degli estensi nel 2004. In seguito ci fu un poker di gare consecutive, tutte in Lega Pro, con un bilancio leggermente in favore dei padroni di casa.

Nel febbraio del 2009 i biancoblu vinsero per 2-0 e ottennero un pareggio per 1-1 nell’anno successivo. Il 2011 regalò un’altra gioia alla Spal che vinse per 2-1, mentre nella stagione seguente ci fu il ritorno al successo per la Reggiana, che si impose per 0-1. L’ultimo Spal-Reggiana della storia si giocò il 5 gennaio del 2015, sempre in Lega Pro. A vincere furono gli ospiti per 1-0, grazie al gol di Siega.