Chievo, Aglietti: “Pari sta stretto. Tante occasioni, porta sembrava stregata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:19
0

La gara tra Vicenza e Chievo Verona, valida per il recupero dell’8a giornata di Serie B, è terminata sul risultato di 1-1. I clivensi, dopo essere andati sotto di una rete a pochi istanti dall’intervallo, sono riusciti ad agguantare il pari grazie ad un gol realizzato da Margiotta al 73′. Il tecnico Alfredo Aglietti, intervenuto in conferenza stampa, ha commentato la prestazione dei suoi.

aglietti
Alfredo Aglietti, allenatore del Chievo Verona (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images for Lega Serie B)

Un punto a testa per Vicenza Chievo Verona nel recupero della ottava giornata di Serie B. Un match altalenante caratterizzato da qualche brivido da entrambe le parti. I padroni di casa erano andati in vantaggio grazie ad una rete messa a segno da Gori a pochi istanti dall’intervallo. I clivensi, tuttavia, nella ripresa hanno assediato l’area di rigore avversaria fino ad ottenere il gol del pari, firmato da Margiotta. Nulla di più. Nella restante parte della gara nessuna delle due squadre è riuscita a conquistare i tre punti. La classifica, dunque, si muove poco. I gialloblù restano in zona play-off, ma mancano una ghiotta occasione per scalare le gerarchie ed avvicinarsi al secondo posto. La buona notizia è che hanno ancora un impegno da recuperare.

Leggi anche -> Vicenza-Chievo 1-1: Margiotta aggancia Baruatto. Tabellino e classifica

Aglietti nel post-gara

Alfredo Aglietti, al termine della gara dello Stadio Romeo Menti, ha commentato la prestazione della sua squadra contro il Vicenza: “Sapevamo che la partita era questa qua, il primo tempo non siamo riusciti a giocare in maniera fluida, abbiamo sbagliato tanto e loro erano tutti sotto la linea della palla. Questo gol alla fine del primo tempo ci poteva anche mettere più in difficoltà, perché prendi gol alla fine in una partita equilibrata, invece credo che nel secondo tempo abbiamo fatto molto bene. Abbiamo fatto un gran secondo tempo e li abbiamo messi lì. Il pareggio forse ci sta un po’ stretto ma lo dobbiamo accettare. Abbiamo avuto tante occasioni, ad un certo punto si pensava che la loro porta fosse stregata perché la palla non voleva entrare, poi, siamo arrivati al pari. Oggi abbiamo provato a vincerla anche sbilanciamoci in certi momenti. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra che ha provato fino alla fine a conquistare i tre punti. I cambi oggi sono stati decisivi, sono entrati tutti bene. So che posso contare su tutti questi ragazzi. Ci sono tantissime partite in questo periodo, nessuno si deve sentire escluso se una volta sta fuori“, ha detto il tecnico del Chievo Verona.

Leggi anche -> Frosinone, una bandiera sta per lasciare il club: intesa vicina con il Chievo

Margiotta al triplice fischio

L’autore della rete del pari, Francesco Margiotta, intervenuto al termine della gara ai microfoni dei giornalisti, ha parlato della gioia di regalare l’1-1 ai suoi da subentrato: “I gol fanno piacere, soprattutto se aiutano a fare risultato. Questa è la strada, devo continuare così. Lo dedico alla mia ragazza“. L’attaccante, tuttavia, non nasconde l’amarezza per la vittoria mancata: “Noi volevamo i 3 punti oggi. Sicuramente se vincevamo era un passo in avanti, ma l’importante era non perdere. Eravamo sotto, quindi comunque è un punto guadagnato. Volevamo vincere, ma è sempre bene non perdere. Giocando ogni tre giorni non è facile fare sempre bene. Bisogna giocare sempre allo stesso modo, talvolta riesce e altre no. Oggi è andata così, comunque l’importante era non perdere. L’obiettivo è quello, di arrivare più in alto possibile. Se non perdi comunque muovi la classifica, quindi è positivo. Le partite contro Ascoli e Cittadella ci serviranno per capire cosa fare di questo campionato. Se faremo bene potremo ambire a obiettivi importanti“. Una battuta, infine, sul fatto che per lui si è trattato quasi di un derby, dato che ha vestito la maglia del Real Vicenza: “Questa è una cosa che fa ridere, comunque l’importante era non perdere”.