Perez si presenta alla Red Bull: “Una grande opportunità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37
0

Il pilota messicano si prepara alla sua stagione di esordio nella scuderia di Mateschitz. Perez ha ritrovato il trofeo vinto a Sakhir, ed è da qui che vuole ripartire.

perez
L’esultanza di Perez a Sakhir – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Sergio Perez si prepara a vivere la sua prima stagione alla guida di una Red Bull. Il pilota messicano ha vinto la sua grande battaglia, dopo aver vissuto lunghe e intense settimane nel timore di non trovare un volante per la stagione 2021. Ora il Checo, dopo aver sconfitto la concorrenza di altri piloti, può pensare solo al lavoro da svolgere sulla sua nuova monoposto. Perez riparte da una quarta posizione nel Mondiale piloti dell’anno scorso, conquistato con una serie impressionanti di risultati ottenuti nell’ultima parte del campionato 2020.

Sergio ha rilasciato un’intervista per i canali ufficiali della Formula 1. E dalle sue parole emerge anche un po’ di sorpresa, nel raccontare l’interessamento della Red Bull nei suoi confronti. Soprattutto per via della politica adottata dagli austriaci: “Di tutte le scuderie presenti in Formula 1 non pensavo ci fosse alcuna possibilità per me di unirmi alla Red Bull, perché non facevo parte del loro programma junior. Per me è un sogno che si avvera e quando indosso la mia maglietta Red Bull o bevo da una lattina, penso: ‘Incredibile, questo è il marchio per cui guido!’ Era difficile da immaginarlo“.

Leggi anche -> Perez rivive il suo 2020 | “Ho avuto paura di perdere tutto”

Ora Perez può godersi il momento e sfruttarlo al massimo. Se non altro perchè la sua prima opportunità in un top team – nella McLaren nel 2013 – non è andato benissimo. “Questa è una grande opportunità – dichiara il messicano – : l’anno scorso ho finalmente avuto una monoposto con cui poter mostrare meglio quello di cui sono capace, ma devo passare alla fase successiva in tutti gli aspetti e penso di essere pronto per questo. Mi mancava l’opportunità, ora ce l’ho e tocca a me farla funzionare. Se avremo una macchina da mondiale devo cercare di vincerlo; se andrà bene per il terzo posto farò in modo di arrivare secondo“.

Leggi anche -> Binotto spinge Leclerc: “È un leader e può ancora crescere”

La Red Bull ha dunque cambiato la sua politica, pur di dare a Max Verstappen un compagno di squadra di valore e di qualità. Perez sa bene l’importanza di questa occasione e vuole ringraziare chi gliel’ha concessa. “Spero potremo avere una buona stagione – dice – : è l’unico modo in cui posso ripagare la fiducia di Dietrich Mateschitz, Helmut Marko, Christian Horner e tutto il team. Nessuno prima d’ora mi ha dato la possibilità di essere in una grande squadra, spero di far ascoltare molte volte l’inno nazionale messicano il prossimo anno“.