Sampdoria, Ekdal rinnova: “Mai avuto dubbi, io resto qui”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:58
0

Il centrocampista della Sampdoria Albin Ekdal rinnova il suo contratto con i blucerchiati nonostante le tante sirene di mercato.

Sampdoria Ekdal
Il giocatore della Sampdoria Albin Ekdal, 31 anni (Credits: Getty Images)

Il mediano della Samp è stato accostato nelle ultime settimane al Parma, e anche al Cagliari, ma la sensazione è che resterà in blucerchiato. Oggi è arrivata l’ufficialità del suo rinnovo con i genovesi fino al 2022 dopo una trattativa semplice in cui tutte le parti hanno deciso di andare avanti insieme. A confermarlo è lo stesso giocatore che subito dopo la firma ha parlato ai microfoni dei canali ufficiali blucerchiati: “quando mi hanno chiesto di rinnovare non ho mai avuto dubbi. E’ il mio terzo anno alla Samp e mi trovo benissimo con tutti, sono molto felice. Siamo una squadra importante e spero di rimanere qui a lungo”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria | Ekdal corre verso il rinnovo | E per Ranieri è imprescindibile

Sampdoria, Ekdal rinnova e resta a Genova

Il nuovo accordo prevede un  altro anno a Genova: “città che mi piace – dice il centrocampista – qui sono maturato come calciatore e come uomo, qui è nata la mia prima figlia e forse nascerà anche la seconda. Per questo comunque mi ricorderò sempre di Genova”.

Albin Ekdal è il perno fondamentale del centrocampo di Ranieri, uomo d’ordine e combattente allo stesso tempo che a 31 anni è stato scelto anche come capitano in assenza di Quagliarella. “Mi sento importante per la squadra – ammette lo svedese – ho tante responsabilità in campo e mi piace. Provo a guidare i miei compagni e cerco di far crescere anche i giovani”.

In tre anni sono arrivati solo due gol, ma a Ekdal non importa più di tanto: “Sono comunque contento,  il mio compito non è segnare, lavoro per far vincere la squadra, non  importa chi mette la palla in rete”. Il mediano apre poi i propri orizzonti tornano sulla stagione scorsa “è stata difficile”, e spiegando l’obbiettivo per quest’anno “dobbiamo migliorare e la strada è quella giusta”. Infine una parola sui tifosi: “Non vediamo l’ora di ritrovarli sugli spalti, sono straordinari e ci danno una mano in ogni partita”.