Torino, Nicola: “Sono felicissimo, vicini alla vittoria. Continuiamo così”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:41

Il Torino ha conquistato il pari in casa del Benevento nella 19esima giornata di Serie A. Una gara contraddistinta dalla voglia di rivalsa dei granata, che hanno agguantato il 2-2 nei minuti di recupero grazie a Zaza, match winner. Il neo-tecnico Davide Nicola si è complimentato con i suoi al triplice fischio.

nicola zaza
Il tecnico Davide Nicola insieme a Simone Zaza nel corso di Benevento-Torino (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Buona la prima per Davide Nicola. Il tecnico, arrivato sulla panchina del Torino soltanto qualche giorno fa, non poteva chiedere di più alla sua squadra in un campo ostico come quello del Benevento. L’allenatore può dirsi contento delle idee viste in campo dai suoi uomini e, in particolare, da Simone Zaza, che è riuscito ad agguantare in rimonta il pareggio con una doppietta. Il punto conquistato nella diciannovesima giornata di Serie A non muove la classifica, ma potrebbe dare una svolta al campionato, soprattutto a livello mentale.

Leggi anche -> Benevento-Torino 2-2: Zaza beffa i giallorossi al 93′. Tabellino, classifica e highlights

Nicola nel post-gara

Davide Nicola non nasconde la felicità al triplice fischio. Il nuovo tecnico del Torino è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare la prestazione dei suoi giocatori. “Sono felicissimo di allenare questa squadra, iniziare con un risultato positivo ci dà coraggio e serenità. E’ stata una bella partita, sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi. Chiaramente ho visto tante situazioni sulle quali dobbiamo lavorare, ma in appena tre giorni ho chiesto poche cose e le hanno eseguite alla perfezione. Al di là dell’aspetto tecnico-tattico ho battuto molto sul concetto dell’emotività e dello spirito di gruppo. Eravamo sotto di due gol, ma nella ripresa abbiamo creato otto occasioni nitide e nel finale potevamo addirittura vincerla. L’avevamo preparata bene, in una settimana particolare per tutti. Non ho voluto snaturare la squadra, ora avremo una settimana per crescere“.

E prosegue: “Nella prima frazione non siamo stati velocissimi nelle giocate, forse pensavamo troppo e rallentavamo la manovra. Gli automatismi verranno nel tempo, questo è chiaro. Negli spogliatoi ho chiesto soltanto di difendere in avanti attaccando la profondità, ma tutto sommato il Torino non mi era dispiaciuto nemmeno quando eravamo sotto di due gol. Riaprirla subito ci ha mentalmente sbloccato e l’ultima mezzora è stata ottima“.

Leggi anche -> Torino, Cairo: “Anno fallimentare, ho stima di Nicola”. E sul rinnovo di Belotti…

Infine, l’allenatore granata si è espresso sulla prestazione da dieci e lode di Simone Zaza e sui movimenti di mercato che la società vuole mettere in atto, soprattutto nel reparto offensivo: “Non ho parlato di mercato, mi sono concentrato solo sulla partita perchè volevo vedere gli atteggiamenti. C’è voglia di costruire il gruppo, vedere la squadra reagire in questo modo conferma che ci sono qualità non indifferenti. Tutti saranno utili e vogliamo raggiungere fortemente la salvezza: meno parole e più fatti. Domani – ha concluso Nicola ragioneremo con la società, ma io riparto da chi ho a disposizione e mi ha regalato una bella serata“.

La gioia di Zaza

Simone Zaza, che al 93′ ha cambiato le sorti della gara andata in scena allo Stadio Ciro Vigorito, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine del match per manifestare la sua gioia. “È un pareggio che vale tantissimo. Non era assolutamente semplice rimontare due reti in casa di una squadra che rappresenta la rivelazione di questo girone d’andata e che, per buona parte della stagione, ha subito pochi gol. Siamo contenti perchè era fondamentale muovere la classifica, ora dobbiamo lavorare con entusiasmo per riscattarci e conquistare il nostro obiettivo come ci ha chiesto la società. Sono stati due gol utili a conquistare un punto importante. Non mi sono mai fatto condizionare dalle voci di mercato. Sono a disposizione della squadra e voglio dare il mio contributo“. E sul patron Cairo scherza: “Conoscendolo sarà rammaricato perchè, alla fine, avremmo anche potuto vincerla“.

L’attaccante successivamente è tornato a parlare del cambio sulla panchina: “Sicuramente dispiace per mister Giampaolo. Quanto a Nicola, è ancora troppo presto per dare qualunque tipo di giudizio ma è un allenatore che stimo. Ci ha caricato tantissimo, l’ho conosciuto qualche anno fa ai tempi del Valencia e mi ha fatto da subito un’ottima impressione. Siamo a sua disposizione“.