Ascoli, Sottil: “C’è rammarico, fatta buona partita. Continuiamo a crescere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:36

L’Ascoli conquista un punto, ma resta all’ultimo posto della classifica di Serie B. Nella 19esima giornata i bianconeri hanno ottenuto un pari a reti bianche nella ostica sfida casalinga contro il Chievo Verona. Il tecnico Andrea Sottil ha commentato in conferenza stampa la prestazione dei suoi.

sottil
Andrea Sottil, tecnico dell’Ascoli (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images for Lega Serie B)

Una sfida ostica in cui l’Ascoli, fanalino di coda della Serie B, è riuscita a conquistare un punto. I bianconeri, infatti, erano impegnati quest’oggi tra le mura amiche contro il Chievo Verona, squadra che milita nella zona play-off. La gara dello Stadio Ciro e Lillo Del Duca è terminata con le reti inviolate, anche per i meriti della compagine di Andrea Sottil, che si è difesa bene e in qualche occasione ha sfiorato anche il gol che avrebbe potuto portare alla vittoria.

Leggi anche -> Ascoli-Chievo 0-0: Reti bianche al “Del Duca”. Cronaca, tabellino e classifica

Sottil nel post-gara

Andrea Sottil, intervenuto in conferenza stampa al termine dell’impegno casalingo, ha commentato la prestazione dei suoi giocatori: “Abbiamo fatto una buona partita. Non credo che che siamo scesi nella ripresa, anzi abbiamo creato anche occasioni. Dobbiamo migliorare sulle conclusioni e sugli ultimi passaggi. Oggi se c’era una squadra che doveva vincere era l’Ascoli e questo lo ha detto il campo, perché abbiamo subito pochissimo contro una squadra di alto valore. Abbiamo giocato anche un buon calcio creando qualcosa anche se in fase di finalizzazione dobbiamo crescere.  C’è rammarico perché dobbiamo risalire la classifica e dopo il passo falso immeritato di Cittadella abbiamo giocato come sempre per vincere. Abbiamo avuto situazioni stando alti e Leali non ha fatto parate. Dobbiamo crescere in intensità e condizione fisica ma siamo sulla giusta strada”.

Leggi anche -> Chievo, Aglietti: “Gara difficile, punto guadagnato su campo pesante”

E sulle scelte di formazione: “Rispetto a Cittadella ho voluto dare continuità, Tupta ha lavorato sempre bene e i nuovi acquisti arrivati negli ultimi giorni vanno gestiti. Dopo una settimana la scelta è stata quella della continuità. Cangiano ha fatto un’ottima gara dando molto fastidio ai mediani del Chievo con ripartenze e conclusioni. I subentrati hanno fatto bene tenendo alta la squadra. Simeri e Bidaoui sono giocatori con caratteristiche diverse che abbiamo voluto per completare il nostro attacco. Bidaoui è molto duttile e può coprire più ruoli senza dare riferimenti. Dobbiamo aumentare il loro stato fisico e diventeranno efficaci“.

Infine, una battuta sulla sessione di mercato invernale: “Con il direttore Polito abbiamo le idee chiare, so che sta lavorando ed a centrocampo e davanti qualcosa faremo per completare l’organico”.