Cagliari, Di Francesco: “Ritiro non punitivo, non so se è la mia ultima spiaggia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:36
0

Eusebio Di Francesco parla in conferenza stampa alla vigilia del match del suo Cagliari contro il Genoa, partita molto delicata per il tecnico sardo.

Cagliari Di Francesco
L’allenatore del Cagliari Eusebio Di Francesco (Credits: Getty Images)

La squadra isolana è in crisi ormai da tempo. L’ultima vittoria risale al 7 novembre scorso con la Sampdoria e sono sei le sconfitte di fila compresa l’ultima in Coppa Italia con il Milan 2-0. La complicata marcia ha portato il Cagliari al quartultimo posto con 14 punti, uno solo di vantaggio sulla zona retrocessione. Per questo quello di domani contro il Genoa sarà già uno scontro diretto salvezza contro una compagine che invece grazie a Ballardini ha spiccato il volo. Per preparare al meglio la gara i sardi sono andati in ritiro e proprio da questa scelta inizia la conferenza stampa di Di Francesco. “Non è stato un ritiro punitivo – dice il tecnico – è stato un breve periodo in cui creare momenti di convivenza e poi per lavorare al meglio sul sistema di gioco che stiamo usando ultimamente”.

LEGGI ANCHE: Cagliari, ufficiale l’arrivo di Arturo Calabresi

Cagliari, la conferenza stampa di Di Francesco

L’allenatore dei sardi si è poi concentrato sui singoli: “in questa settimana abbiamo dato continuità a Alfred Duncan e Nainggolan che hanno giocato poco ultimamente. Per fortuna domani torna Nandez dalla squalifica, è fondamentale per avere più scelte. Ho ancora un dubbio sul regista, domani sceglierò tra Marin e Oliva”.

I risultati negativi hanno portato a tante voci su un possibile esonero di Di Francesco: “i risultati negativi sono sotto gli occhi di tutti – ammette il tecnico – ma io mi devo basare anche sulle prestazioni. Ho tanta voglia di combattere e sono convinto che i risultati arriveranno. Per me tutte le gare sono fondamentali, non so se si può parlare di ultime spiaggia per me”.

Ultima spiaggia o no, domani l’avversario sarà un Genoa in crescita capace con Ballardini di conquistare otto punti in cinque partite, inchiodando sul pareggio Lazio e Atalanta. “Danno l’impressione di essere una squadra solida – concluda Di Francesco – usano un 3-5-2 con giocatori di qualità, ma anche noi possiamo fare male agli avversari”.