Empoli, Dionisi: “Lecce ha qualità per essere promossa, sfida difficilissima”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:26
0

La capolista Empoli sarà ospite del Lecce nell’ultima giornata del girone di andata di Serie B. Gli azzurri sono reduci dal 5-0 rifilato alla Salernitana e vogliono dare seguito alla striscia di risultati utili ottenuti. Il tecnico Alessio Dionisi ne ha parlato in conferenza stampa.

dionisi
Alessio Dionisi, allenatore dell’Empoli (Photo/Getty Images)

L’Empoli ha già matematicamente conquistato il titolo di Campione d’Inverno, ma vuole ugualmente chiudere in bellezza il girone di andata. Il tecnico Alessio Dionisi, infatti, ha avvertito i suoi uomini: non possono ancora considerarsi promossi. È per questa ragione che nel diciannovesimo turno tenteranno di portare a casa un’altra vittoria netta con il Lecce. I salentini, da parte loro, hanno dimostrato di avere ampie qualità e certamente proveranno a tendere qualche insidia agli avversari.

Leggi anche -> Empoli scatenato sul mercato: messi a segno due colpi

Dionisi alla vigilia

Alessio Dionisi, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del big match in Salento, ha parlato delle qualità degli avversari: “Sappiamo di affrontare una candidata alla vittoria finale, è una squadra dai valori importanti e sarà una partita completamente diversa da quella con la Salernitana. Ad oggi nessuno avrebbe detto che Lecce-Empoli sarebbe stata la gara clou di questo turno, è una partita stra-difficile, da tripla. Andremo là per cercare di ottenere il massimo da noi stessi, non solo come prestazione ma anche come risultato. La trappola da evitare? L’unica trappola che vedo siamo noi stessi. Dobbiamo confermarci di partita in partita. Il Lecce è una squadra forte con tutte le qualità per vincere il campionato. Vorranno metterci in grande difficoltà, hanno attaccanti forti, vengono dalla Serie A e tanti giocatori sono anche rimasti”.

Leggi anche -> Lecce, Corini: “Contro l’Empoli per accorciare la classifica. Pettinari out”

E sull’assenza tra le fila del Lecce di Coda: “Ovviamente è un giocatore forte per la categoria e importante per loro, ma hanno altri interpreti per sopperire a questa assenza, tanti giocatori bravi. Dovremo noi far emergere i loro limiti, altrimenti il Lecce non sentirà la mancanza di Coda. È una gara che nasconde insidie da tutti i punti di vista. L’ho sempre detto: loro sono una delle favorite, insieme a Monza e Spal, non me ne vogliano le altre”.