Venezia-Cittadella 1-0, cronaca e tabellino: decide Francesco Forte

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:55
0

Venezia-Cittadella si decide dopo tre minuti con la zampata del bomber lagunare, al decimo gol stagionale. Nella ripresa palo del centravanti di casa. Poco da segnalare per gli ospiti, giunti alla seconda sconfitta in avvio di 2021.

venezia-cittadella-meteoweek
Sfida tra Vita e Maleh nello scorso campionato – meteoweek.com (photo by Getty Images)

La cronaca del match

Basta una zampata di Forte dopo pochi minuti per decidere Venezia-Cittadella. I lagunari portano a casa una vittoria preziosa, che in casa mancava da fine novembre.

Il tappo dalla partita salta dopo appena tre minuti: calcio di punizione per il Venezia, Forte è il più lesto di tutti e batte Maniero. Cittadella shockato dalla partenza rapida dei lagunari, ma dopo pochi minuti si attiva la coppia d’oro degli ospiti: solo Modolo riesce a opporsi a Ogunseye. Nella fascia centrale del primo tempo gli uomini di Venturato si riversano in avanti, mentre dall’altra parte si segnala Esposito. Prima con la sponda per Maleh, stoppato da Adorni, poi con un tentativo sventato da Maniero. Ogunseye da una parte e Crnigoj dall’altra ci provano di testa poco dopo la mezz’ora, ma non inquadrano la porta. Nel finale di primo tempo, però, succede poco.

Al rientro dagli spogliatoi Venturato rivoluziona la squadra con gli ingressi di Iori, Branca e Tavernelli. La grande occasione in avvio di ripresa ce l’ha però il Venezia: Taugourdeau e Aramu ispirano la ripartenza, Forte corregge di testa il cross del suo fantasista ma trova il palo. Zanetti ordina ai suoi di coprire gli spazi, il Citta prova a fare gioco ma di palle gol non se ne vedono. I minuti scorrono e le energie scarseggiano, gli ospiti non riescono a rendersi pericolosi nonostante la gran mole di gioco creata.

E così si arriva stancamente alla fine della gara, vinta da un Venezia capace di sbloccare il match subito e di bloccare le giocate offensive del Cittadella, che così ferma la sua corsa.

Tabellino

VENEZIA-CITTADELLA 1-0

Marcatori: 3′ Forte

VENEZIA: Lezzerini, Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro, Crnigoj (88′ Svoboda), Taugourdeau, Maleh, Aramu (88′ St.Clair), Forte (76′ Bocalon), Esposito (61′ Johnsen). A disposizione: Pomini, Carotenuto, Cremonesi, Felicioli, Marchesan, Di Mariano. Allenatore Paolo Zanetti

CITTADELLA: Maniero, Cassandro, Adorni (66′ Camigliano), Perticone, Donnarumma, Proia, Pavan (46′ Iori), Gargiulo (46′ Branca), Vita (80′ Rosafio), Tsadjout, Ogunseye (46′ Tavernelli). A disposizione: Kastrati, Ghiringhelli, Benedetti, Frare, D’Urso, Cissè, Baldini. Allenatore Roberto Venturato

ARBITRO – Ros di Pordenone. Assistenti: Muto-Affatato.

NOTE – ammoniti Proia, Maleh, Vita

Venezia-Cittadella | Presentazione del match

Il derby veneto tra Venezia e Cittadella mette di fronte due squadre in salute e pronte a mettere in campo uno scenario assai interessante.

I lagunari allenati da Paolo Zanetti a dire il vero non vince da diverse giornate, da più di un mese per l’esattezza. In quel caso il Venezia espugnò il campo della Reggina. In casa, invece, il successo manca ai nero-arancio dall’ormai lontano 28 novembre. Urge dunque una sterzata, anche se di fronte ci sarà una delle squadre più in forma del campionato cadetto. Anche per questo motivo sarà necessaria una prestazione di un certo spessore per provare a recuperare punti importanti che consentano il ritorno dei veneti in zona playoff.

Ma come abbiamo detto, dall’altra parte c’è un Cittadella in forma smagliante. Si potrebbe dire che la compagine allenata da Roberto Venturato sia la squadra messa meglio in questa fase della stagione, se non fosse per un Empoli schiacciasassi. La formazione patavina sta imparando anche a vincere le partite senza dominarle, com’è accaduto nell’ultimo turno in casa contro l’Ascoli. E il secondo posto in classifica attesta in maniera ancor più chiara la crescita nella maturità del Citta. E questo potrebbe essere un altro banco di prova importante.

Probabili formazioni

Paolo Zanetti ritrova un tassello importante come Maleh, che nei primi giorni di gennaio è stato al centro di diverse voci di mercato. Per il resto, al di là dell’importante reintegro, il Venezia schiera dal primo minuto la coppia d’attacco composta da Forte e dal nuovo arrivato Esposito. Emergenza a centrocampo a causa delle assenze di Vacca e Fiordilino: chance dal primo minuto per Taugordeau. Fuori per positività al Covid anche Rossi e Ferrarini. In difesa torna capitan Modolo dopo la squalifica.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli; Crnigoj, Taugourdeau, Maleh; Aramu; Forte, Esposito. A disposizione: Pomini, Carotenuto, Cremonesi, Molinaro, Svoboda, St.Clair, Marchesan, Bocalon, Di Mariano, Johnsen. Allenatore Paolo Zanetti

Formazione praticamente al completo, invece, per il Cittadella. Mister Venturato potrà confermare quasi tutti gli effettivi a sua disposizione. A partire dalla coppia d’attacco composta da Ogunseye e Tsadjout. Sulla trequarti spazio ancora per Vita, anche se una chance a partita in corso potrebbe averla anche Baldini. Conferme anche per la cerniera di centrocampo composta da Proia, Iori e Branca, con Tavernellimatch-winner contro l’Ascoli – che scalpita dalla panchina. In porta dovrebbe esserci Maniero, mentre Kastrati andrà in panchina.

CITTADELLA (4-3-1-2): Maniero; Ghiringhelli, Perticone, Adorni, Donnarumma; Proia, Iori, Branca; Vita; Ogunseye, Tsadjout. A disposizione: Kastrati, Benedetti, Camigliano, Frare, Cassandro, D’Urso, Gargiulo, Pavan, Rosafio, Cissè, Tavernelli, Baldini. Allenatore Roberto Venturato

ARBITRO – Ros di Pordenone. Assistenti: Muto-Affatato.

Rivivi il prepartita

Venezia-Cittadella | Precedenti e curiosità

Venezia-Cittadella è una partita che si è già giocata altre sei volte nella storia dei due club. Il conto dei precedenti vede una leggera preponderanza di vittorie per i padroni di casa, che hanno avuto la meglio in due occasioni. Una sola vittoria per gli ospiti, mentre sono stati tre i pareggi.

Il primo confronto tra le due squadre risale a poco più di venti anni fa. Il 10 settembre 2000 il Venezia tenne a battesimo il Cittadella nel campionato cadetto: finì 2-2 con i gol di Foglio e Valtolina a rimontare i due vantaggi ospiti di Sturba e Zanon. Sei anni e mezzo ci fu il secondo derby, il 18 marzo del 2007, con la vittoria dei padroni di casa per 2-0 (reti di Moro e dell’immenso Paolino Poggi). Nella stagione successiva, sempre in serie C, arrivò un pareggio per 1-1, fissato dalle reti di Veronese per i lagunari e di Coralli per il Citta.

Veniamo agli incroci più recenti tra Venezia e Cittadella. Il 25 marzo del 2018 i lagunari ottennero una fondamentale vittoria per 2-1: vantaggio del doppio ex Litteri, pareggio ospite con Arrighini e gol-vittoria di Alex Geijo. Nella stagione successiva arrivò un altro pareggio, un 1-1 il 2 aprile 2019: vantaggio interno con Modolo, aggancio a 90esimo scaduto con la rete di Panico. E poi c’è l’ultimo incrocio, datato 26 dicembre 2019. Arrivò qui l’unica vittoria del Citta: nei primi 20 minuti in gol Diaw e Luppi, a nulla servì la rete di Ceccaroni.