Roma, uno strappo difficile da ricucire

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:10
0

La Roma, dopo la giornata di riposo concessa da Fonseca, è tornata a lavorare a Trigoria. La vittoria contro lo Spezia ha smorzato l’onda crescente della contestazione e delle polemiche, ma c’è ancora fermento in casa giallorossa. Alcune frizioni hanno lasciato ferite difficili da rimarginare.

Roma, uno strappo da ricucire
Dzeko dovrà passare la fascia a Pellegrini (by Getty Images)

Uno strappo da ricucire

E’ sotto gli occhi di tutti. Dzeko e Fonseca sono ai ferri corti e lo strappo pare difficile da ricucire. Secondo quanto afferma Angelo Mangiante, sempre ben informato dei fatti giallorossi “…servirebbe lo sforzo di un giocatore che è il capitano e percepisce 7,5 milioni a stagione. Dzeko deve ammettere di aver sbagliato. L’attaccante deve fare un passo indietro per mettersi a disposizione, poi Fonseca deciderà il da farsi. Da quello che mi risulta le possibilità che vada via sono molto basse, sul 10%”.

Lo strappo tra il bomber e il tecnico esiste, e non sembra facile da ricomporre. Certo, situazioni come questa non sono una novità nel calcio, ma è altrettanto vero sottolineare come dinamiche di questa portata non aiutino l’ambiente e finiscano per minare la serenità dello spogliatoio. Basti pensare a quello che è accaduto a Bergamo, fra Gasperini e Gomez. La Roma, esattamente come l’Atalanta, potrebbe decidere di valutare offerte per cedere il proprio capitano ed uscire dall’impasse. Tuttavia, Edin, non convocato contro lo Spezia, vorrebbe continuare a vestire i colori giallorossi e provare a portare la squadra in Champions. Per il momento, dovrà accettare di passare la fascia di capitano a Pellegrini. In attesa che una delle due parti (meglio se entrambe) si armi di pazienza e prenda ago e filo…

Atalanta, per Papu Gomez è ormai fatta: accordo quasi chiuso, lascierà la squadra a gennaio

Fonseca pensa all’Hellas Verona

Dopo la vittoria contro lo Spezia e il giorno di riposo concesso da Fonseca, la Roma è tornata in campo per preparare la sfida di domenica sera contro l’Hellas Verona, valida per la prima giornata del girone di ritorno. Il ricordo va ancora alla gara di inizio campionato, persa per una grave superficialità nella stesura delle liste da presentare in Lega. Saranno out ancora Dzeko, Pedro Calafiori. Il tecnico portoghese spera di recuperare Mkhitaryan, che sta svolgendo lavoro individuale. Mirante è tornato ad allenarsi col gruppo.

Ad oggi si schiererebbe così:

ROMA (3-4-2-1): 13 Pau Lopez, 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp, 17 Veretout, 14 Villar, 37 Spinazzola; 7 Pellegrini, 77 Mkhitaryan; 21 Borja Mayoral.
A disp.: 83 Mirante, 67 Fuzato, 24 Kumbulla, 33 Bruno Peres, 4 Cristante, 42 Diawara, 55 Darboe, 64 Podgoreanu, 57 Providence, 58 Tall, 31 Carles Perez, 56 Feratovic.
All.: Paulo Fonseca