Odegaard all’Arsenal, ora è uffciale: il comunicato del club

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:04
0

Ora è ufficiale: Martin Odegaard è un nuovo calciatore dell’Arsenal. Ecco i dettagli dell’operazione che ha portato il centrocampista a Londra.

Odegaard Arsenal
Martin Odegaard posa con la maglia dell’Arsenal (credit: sito ufficiale della società)

Martin Odegaard è ufficialmente un nuovo calciatore dell’Arsenal. La trattativa ha avuto inizio giorni fa e si è concretizzata nel fine settimana: il calciatore era indeciso tra i Gunners e la Real Sociedad, ma dopo il colloquio telefonico con Arteta ha scelto il club di Londra. Il centrocampista lascia dunque il Real Madrid dopo sei mesi in cui sperava di essere più protagonista: ora per lui si aprono le porte della Premier Laegue.

Odegaard-Arsenal: i dettagli

Gunners hanno chiuso l’operazione in prestito secco con il Real Madrid. Non è stata inserita un’opzione per il riscatto a fine stagione, ma le due società si incontreranno a luglio per discutere del futuro del norvegese e anche di quello di Dani Ceballos, altro giocatore della squadra spagnola in prestito all’Arsenal. Decisiva per la riuscita dell’operazione è stata la chiamata dell’allenatore Mikel Arteta, che ha spiegato ad Odegaard il suo progetto tattico mettendolo al centro. Il calciatore aveva dato la priorità al ritorno alla Real Sociedad, ma dopo averne parlato con la famiglia ha scelto l’avventura inglese.

Il comunicato del club e la prima intervista

L’Arsenal ha reso ufficiale il trasferimento tramite una nota sul sito: “Il norvegese Martin Odegaard si trasferisce in prestito dal Real Madrid fino al termine della stagione. Il 22enne ha 25 presenze per la Norvegia all’attivo, debuttando nel 2014 all’età di 15 anni. Martin indosserà la maglia numero 11. Il club dà il benvenuto a Martin”.

Il calciatore ha rilasciato le prime dichiarazioni: “In Norvegia la Premier è molto seguita. Sin da piccolo guardavo le partite con i miei amici. Penso sia il miglior campionato in assoluto, per me è sempre stato un sogno giocarci e mi è sempre piaciuto lo stile di gioco dell’Arsenal. Ho ammirato tanti giocatori, ma su tutti è stato Fabregas il mio idolo, per come controllava il gioco, come dettava i tempi, le sue abilità nel fornire assist e segnare gol. Ho ammirato tutto del suo gioco. Crescendo guardavo lui per migliorare, era un top player”.

Ha anche parlato del colloquio avuto con Arteta: “Ho parlato con lui, è stato molto importante e mi sembra un grande allenatore, mi piacciono le sue idee. Mi ha trasmesso belle sensazioni, è stato cruciale per la mia scelta. Penso che questo club si addica molto a me”.