Spezia, si ferma anche Piccoli, ora Italiano è in emergenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:29
0

L’attacco dello Spezia, perde i pezzi. Dopo Nzola, si ferma anche Piccoli che salterà almeno quattro gare. Italiano ha pochissime alternative.

Spezia Piccoli
Il giovane attaccante dello Spezia, Roberto Piccoli (Credits: Getty Images)

Il verdetto sulle condizioni di Piccoli è arrivato ieri e non è di certo buono. Gli esami clinici hanno evidenziato una lesione di primo grado miotendinea al bicipite femorale della gamba sinistra. Tradotto almeno tre settimane, probabilmente quattro, di stop. Salterà sicuramente il Napoli in Coppa Italia, e poi le sfide con Udinese, Sassuolo e Milan. La giovanissima età e un po’ di fortuna potrebbero riconsegnarlo a Italiano per la gara contro al Fiorentina, oppure in quella successiva con il Parma.

LEGGI ANCHE: Spezia, Venuti pista calda, stop per Dickmann e Mazzocchi

Spezia, Nzola e Piccoli sono ko

E’il secondo centravanti che si ferma in casa Spezia. La stessa sorte è  toccata al capocannoniere M’Bala Nzola che dopo il problema alla caviglia contro la Sampdoria non ha più messo piede in campo. Salterà il Napoli ed è a rischio forfait anche contro l’Udinese. Senza Piccoli e Nzola, a Italiano non resta che Galabinov, centravanti di razza che però è stato fermo per quasi tre mesi ed è rientrato solo da un paio di settimane. Insomma per farlo giocare novanta minuti è ancora troppo presto.

Il tecnico dei liguri potrebbe schierarlo dal primo minuto domani per cercare la seconda impresa di fila in Coppa Italia. Dopo aver eliminato la Roma, giovedì le Aquile proveranno a fare lo scalpo anche al Napoli approdando così ad una storica semifinale. Il problema è che domenica alle 12,30 in calendario c’è la sfida salvezza con l’Udinese, match in cui Galabinov sarà fondamentale. In passato lo Spezia, se costretto, ha utilizzato al centro del proprio attacco Gyasi, idea che può tornare di moda ma che snatura ovviamente il gioco spezzino. Al centro dell’attacco Italiano ha sempre voluto un centravanti di stazza che non solo abbia un ottimo feeling con il gol, ma che possa aiutare la squadra a salire. La speranza nel quartier generale di Follo è che Nzola possa tornare il prima possibile.