Pordenone, Tesser: “Gara importante, Lecce forte soprattutto in attacco”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:22
0

Il Pordenone ospiterà il Lecce nella 20esima giornata di Serie B. I neroverdi, reduci da cinque risultati utili, vogliono dare continuità alla striscia positiva. Sulla loro strada, tuttavia, incontreranno un avversario ostico, che nella scorsa giornata ha messo in difficoltà la capolista. Il tecnico Attilio Tesser ne ha parlato in conferenza stampa.

tesser
Attilio Tesser, allenatore del Pordenone (Photo/Getty Images)

Lo scontro diretto tra Pordenone Lecce andrà in scena domani a partire dalle 14.00. Le due squadre, che hanno soltanto due punti di differenza in classifica e si trovano in zona play-off, vogliono dare continuità alla striscia di risultati positivi. I neroverdi, infatti, sono reduci da tre vittorie e due pareggi, mentre i giallorossi sono riusciti nello scorso turno a conquistare un ottimo pari contro la capolista Empoli. Un successo nella ventesima giornata di Serie B potrebbe dare una svolta alla stagione di una delle due compagini. La graduatoria, infatti, al momento è molto corta ai piani alti. È per questo che i due club possono ambire entrambi alla promozione, diretta oppure no. La gara di domani sarà un test fondamentale per comprendere se sono all’altezza o meno.

Leggi anche -> Lecce, Corini: “Col Pordenone test per capire nostro livello. Out Tachtsidis”

Tesser alla vigilia

Attilio Tesser, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’impegno casalingo, ha presentato la sfida contro il Lecce: “E’ una partita importante contro una squadra dalle grandi qualità tecniche. Questa volta siamo veramente in emergenza, soprattutto nel reparto difensivo. Il Lecce ha attaccanti fra i più forti della categoria, Mancosu ha fatto 10-12 gol in Serie A, Stepinski giocava in Serie A e Coda lo conosciamo tutti. Prevedo un match molto intenso e con grande qualità. Ciurria ha recuperato, Vogliacco si è allenato poco ma c’è e partirà dall’inizio. Morra l’ho trovato molto motivato, secondo me ci può dare una grossa mano. E’ reduce da un infortunio, ma uno spezzone di gara lo potrà fare sicuramente“.

Leggi anche -> Monza, ufficiale l’arrivo di Davide Diaw: il comunicato del club

E sull’addio di Diaw, che si è trasferito al Monza: “L’ho salutato ieri, c’è il dispiacere di perdere un grande giocatore come Davide. Va in una società blasonata che cercherà di salire di categoria. E’ il capocannoniere della categoria e speriamo di aver dato qualcosa a lui. Gli auguro il meglio“.

Le dichiarazioni del presidente Lovisa

Anche il presidente neroverde Mauro Lovisa, nel corso della conferenza stampa, ha voluto salutare il giocatore ceduto ufficialmente pochi istanti prima: “Auguriamo il meglio a Davide Diaw. Quella conclusa oggi con il Monza – ha dichiarato – è un’operazione importante e irrinunciabile per tutte e tre le parti . Salutiamo prima che un bomber da Serie A, un bravissimo ragazzo. Posso assicurare ai tifosi che come società siamo presenti sul mercato e rinforzeremo sicuramente la squadra, senza snaturare però la filosofia del progetto sportivo che in questi anni ha regalato (e continuerà a regalare) tante soddisfazioni. E quel che conta di più in questo istante è Pordenone-Lecce, match molto importante su cui la concentrazione del gruppo e dello staff è massima“.