Venezia, Zanetti: “Pari giusto, ma sono scontento. Serviva un po’ di fortuna”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:53

Un punto a testa per Vicenza e Venezia nella 20esima giornata di Serie B. La gara dello Stadio Romeo Menti è giunta al termine con le reti inviolate. I lagunari, nonostante la superiorità numerica del secondo tempo, non sono riusciti a sbloccare il risultato. Il tecnico Paolo Zanetti ne ha parlato al termine del match.

zanetti
Paolo Zanetti, allenatore del Venezia (Photo/Getty Images)

Il derby veneto tra Vicenza Venezia si è chiuso sullo zero a zero. Un punto a testa, dunque, per le due squadre, nella ventesima giornata del campionato di Serie B. I lagunari sono andati in superiorità numerica al 60′ in virtù del rosso diretto mostrato a Grandi. L’estremo difensore, infatti, ha commesso un fallo da ultimo uomo su Di Mariano. La gara sembrava mettersi in discesa per la squadra ospite, che tuttavia non è riuscita a sbloccare il risultato. Qualche rimpianto per l’occasione sprecata da Forte nel finale, che è riuscito a colpire soltanto un palo su assisti di Crnigoj.

Leggi anche -> Vicenza-Venezia 0-0: Reti inviolate al “Menti”. Tabellino e classifica

Zanetti al termine del match

Paolo Zanetti, intervenuto ai microfoni dei giornalisti al termine del match, ha commentato la prestazione della sua squadra: “Credo che alla fine questo pareggia ci stia, nel primo tempo il Vicenza ha giocato meglio di noi. Ci siamo fatti sorprendere dalla loro aggressività, non siamo contenti di questo pareggio. Abbiamo giocato 25 minuti in superiorità numerica, abbiamo preso un palo clamoroso, ma penso che questo pareggio ci stia tutto. Credo che oggi sia stata una serata non positiva, siamo stati bravi a portare a casa un punto contro una squadra agguerrita. Con un pizzico di fortuna in più avremmo potuto vincerla. Non mi è piaciuta la mancanza di coraggio, la chiave era andare  in velocità e lo abbiamo fatto troppo poco. Oggi era una di quelle giornate in cui non non è funzionato quello che avevamo preparato. Non voglio essere duro con i ragazzi, qualche volta ci sta che si sbagli approccio o non sia la serata giusta. La cosa positiva è che nel secondo tempo siamo entrati con un piglio diverso. C’è rammarico per non essere riusciti a vincerla in superiorità numerica, ma abbiamo dimostrato tante volte di poter fare meglio di così“.

Leggi anche -> Vicenza, Di Carlo: “Soddisfatto dell’atteggiamento. Ogni gara è una battaglia”

Ceccaroni al triplice fischio

Pietro Ceccaroni pensa già alla prossima gara. Per lui è un punto guadagnato. “Fa piacere ricevere gli elogi per essere stato sempre presente. Il mister mi ha dato tante opportunità. Mi dispiace per questo punto, potevamo fare di più soprattutto quando siamo rimasti in superiorità numerica. Potevamo fare meglio quando avevamo l’uomo in più, ma abbiamo concesso poche occasioni al Vicenza. Sono convinto che nel complesso per quanto visto sul campo sia un buon punto su un campo difficile contro una squadra tosta. Non dobbiamo accontentarci, ma testa adesso al Frosinone perché sarà un’altra battaglia. Sarà veramente difficile portare a casa i tre punti“, ha detto il difensore del Venezia.

Le parole di Fiordilino

Luca Fiordilino, rientrato dal turno di squalifica, ha, come di consueto, disputato una gara dove ha saputo abbinare qualità e quantità: “Oggi c’è rammarico — dice il centrocampista — per non essere riusciti a portare a casa il bottino pieno, ma che sarebbe stata una partita difficile lo si è capito da subito, perchè venivano a prenderci con grande aggressività. Il Vicenza dopo l’inferiorità numerica si è chiuso bene in difesa mentre noi dovevamo far girare la palla più velocemente per riuscire a scardinare la loro ultima linea. Non è stata una delle nostre migliori partite, però dobbiamo guardare avanti con positività a partire dalla partita contro il Frosinone, una sfida che dobbiamo preparare nel miglior modo possibile perchè ci aspetterà un match tosto, ma noi andremo a giocarcela a viso aperto come abbiamo sempre fatto.”