Vicenza-Venezia 0-0: Reti inviolate al “Menti”. Tabellino e classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:54

Vicenza e Venezia si sono sfidate questa sera in occasione del derby più antico del Veneto, valido per la 20esima giornata di Serie B. Poche scintille allo Stadio Romeo Menti. La gara, infatti, si è conclusa con un pari a reti inviolate. Un punto guadagnato per i padroni di casa, che a partire dal 60′ hanno giocato in dieci a causa dell’espulsione di Ganzi.

vicenza venezia
Mattia Aramu e Luca Fiordilino esultano per la rete messa a segno nella gara di andata (Photo by Getty Images/for Lega Serie B)

Vicenza-Venezia | La cronaca

Il derby tra Vicenza Venezia ha avuto inizio alle 21.00. La squadra ospite è partita subito offensiva con un tentativo di Taugourdeau da calcio di punizione. Il pallone però ha sfiorato soltanto l’esterno della rete. Successivamente spazio alle occasioni per la squadra di Domenico Di Carlo. A quindici minuti dal fischio di inizio, infatti, i padroni di casa hanno provato a rispondere agli attacchi avversari con un cross di Molinaro diretto a Forte, ma il suo colpo di testa termina a lato del palo. Pochi minuti dopo ci prova anche Beruatto con un tiro dai venticinque metri che sfiora il legno. Alla mezz’ora i biancorossi hanno continuato a rendersi pericolosi, tanto da arrivare in rete. A segnare era stato proprio Beruatto, ma il direttore di gara ha annullato tutto per una posizione di fuorigioco. Reti bianche dunque all’intervallo.

Nella ripresa i biancorossi hanno continuato a crederci, rendendosi più pericolosi rispetto agli avversari. Un Venezia senza dubbio sottotono allo Stadio Romeo Menti questa sera. Al 62′, tuttavia, il match si mette in salita per i padroni di casa. L’estremo difensore Grandi commette infatti un fallo da ultimo uomo su Di Mariano. Il direttore di gara non ha dubbi e gli mostra il rosso. A difendere i pali entra dunque Perina, che prende il posto di Giacomelli. I biancorossi restano in dieci e cala il ritmo. I lagunari non hanno infatti approfittato della superiorità numerica. Pochissime le occasioni nel finale. Soltanto Forte è riuscito ad impensierire i biancorossi. Al 79′, infatti, servito da Crnigoj, l’attaccante ha colpito il palo alla sinistra del portiere. Nei minuti di recupero ci ha provato ancora Di Mariano, ma la sua conclusione è terminata ben alta sopra la traversa. Nulla da fare. Le due squadre portano a casa un punto a testa, che è senza dubbio guadagnato per il Vicenza. Gli uomini di Mimmo Di Carlo, infatti, si sono difesi bene nonostante fossero in dieci. Qualche rimpianto, invece, per la squadra di Paolo Zanetti, che poteva fare di più.

Il tabellino

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Beruatto, Padella, Pasini, Cappelletti; Pontisso (70′ Vandeputte), Rigoni, Zonta (83′ Bruscagin); Giacomelli (62′ Perina); Jallow (83′ Agazzi), Longo (70′ Meggiorini). A disposizione: Valentini, Barlocco, Fantoni, Cinelli, Gori, Vandeputte, Marotta, Mancini. Allenatore: Di Carlo

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro (56′ Felicioli); Fiordilino, Taugourdeau (70′ Crnigoj), Maleh; Aramu (77′ Bocalon); Esposito (56′ Di Mariano), Forte. A disposizione: Pomini, Carotenuto, St. Clair, Cremonesi, Svoboda, Marchesan. Allenatore: Zanetti

ARBITRO: Aureliano

Marcatori: //

Ammoniti: 38′ Rigoni (VI), 89′ Vandeputte (VI), 90′ Mazzocchi (VE), 90+5′ Meggiorini (VI)

Espulsi: 60′ Grandi (VI)

La classifica

Empoli 38
Monza 34
Salernitana 34
Cittadella 33
Spal 33
Chievo 32
Lecce 30
Venezia 29
Pordenone 28
Frosinone 27
Pisa 23
Vicenza 22
Brescia 21
Cremonese 19
Reggina 18
Reggiana 18
Cosenza 17
Entella 17
Pescara 16
Ascoli 14

Le formazioni ufficiali

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Beruatto, Padella, Pasini, Cappelletti; Pontisso, Rigoni, Zonta; Giacomelli; Jallow, Longo. A disposizione: Perina, Valentini, Bruscagin, Barlocco, Fantoni, Cinelli, Agazzi, Gori, Vandeputte, Marotta, Mancini, Meggiorini. Allenatore: Di Carlo

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino, Taugourdeau, Maleh; Aramu; Esposito, Forte. A disposizione: Pomini, Carotenuto, Felicioli, St. Clair, Cremonesi, Svoboda, Marchesan, Črnigoj, Di Mariano, Bocalon. Allenatore: Zanetti

Le probabili formazioni di Vicenza-Venezia

Vicenza Venezia si incontrano nell’anticipo della ventesima giornata del campionato di Serie B per un appuntamento storico. È, infatti, il derby più antico del Veneto. Seppure quest’anno dovrà andare in scena senza tifosi sugli spalti, le due squadre daranno ugualmente il massimo allo Stadio Amedeo Menti per aggiudicarselo. I padroni di casa arrivano da una sconfitta contro la Reggiana causata da un calcio di rigore dubbio ed hanno grande voglia di rivalsa. Al tempo stesso gli ospiti nello scorso turno sono riusciti a ottenere una tanto attesa vittoria e vogliono dare continuità al risultato positivo. Gli arancioneroverdi sulla carta sono favoriti — con sette punti in più — ma lo spirito e la voglia di trionfare senza dubbio farà la differenza in questa occasione, anche a discapito dei pronostici.

Mister Domenico Di Carlo, in occasione dell’impegno casalingo, dovrà fare a meno degli infortunati Dalmonte, Da Riva, Ierardi e Nalini. In dubbio anche Meggiorini, che seppure non abbia i novanta minuti sulle gambe dovrebbe partire titolare. Al suo fianco il confermato Jallow, che in settimana ha ricevuto qualche critica. A guardare le spalle ai due attaccanti sarà Giacomelli. Qualche cambio anche a centrocampo, dove al centro dovrebbe posizionarsi Rigoni, affiancato dai soliti Agazzi Cinelli. In difesa, invece, Padella dovrebbe sostituire Pasini, mentre nessuna variazione nelle restanti tre pedine della linea a quattro né in porta.

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Bruscagin, Padella, Cappelletti, Barlocco; Agazzi, Rigoni, Cinelli; Giacomelli; Meggiorini, Jallow. Allenatore: Di Carlo

Leggi anche -> Vicenza, Di Carlo: “A Reggio perso per rigore dubbio, ora testa al Venezia. Serve aggressività”

Mister Paolo Zanetti, in vista della trasferta, può contare sostanzialmente su tutti i suoi uomini. Linea a quattro in difesa che non dovrebbe vedere alcuna variazione rispetto alla gara vinta contro il Cittadella, in cui gli arancioneroverdi hanno tenuto la porta inviolata. Qualche cambio, invece, a centrocampo, dove al fianco di Taugourdeau e Maleh dovrebbe esserci Fiordilino, chiamato a sostituire Crnigoj. Confermato, infine, il reparto offensivo, con Aramu chiamato a guardare le spalle a Esposito Forte, quest’ultimo andato a segno nella gara casalinga dello scorso turno.

VENEZIA (4-3-1-2): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino, Taugourdeau, Maleh; Aramu; Esposito, Forte. Allenatore: Zanetti

Leggi anche -> Venezia, Zanetti: “Sfida speciale, Vicenza forte. Do l’anima per la squadra”

Precedenti e curiosità

Il derby tra Vicenza Venezia, come abbiamo detto, è il più antico del Veneto. Le due squadre si scontrarono per la prima volta nel 1908, in Terza Categoria. Ad avere la meglio in entrambe le gare del doppio confronto furono i biancorossi. Nella storia le sfide in campionato (Serie ASerie B Serie C1) e Coppa Italia sono tantissime. In cadetteria, nel dettaglio, sono 21. Il bilancio anche in questo caso sorride alla squadra di Domenico Di Carlo, vittorioso in 12 occasioni, a fronte di 5 affermazioni degli arancioneroverdi e 4 pareggi. Nella gara di andata della stagione in corso, tuttavia, a trionfare furono gli uomini di Paolo Zanetti grazie ad un gol messo a segno da Aramu su calcio di rigore. Anche quest’oggi il classe ’95 sarà in campo e insieme a Forte, in rete nello scorso turno, proverà a sbloccare il risultato. Tra i biancorossi, invece, occhi puntati su Zonta, che nell’ultima gara di campionato è entrato a partita in corso ed è andato dritto in rete.