Breda sconsolato: “Non vedo l’ora che finisca il mercato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:37
0

Resta ultimo il Pescara che torna a casa a mani vuote dalla trasferta in casa del Chievo Verona. 3-1 per i veneti nonostante un buon primo tempo da parte dei ragazzi di Roberto Breda. Il tecnico degli abruzzesi a fine gara: “Non vedo l’ora che finisca il mercato…”.

Roberto Breda, tecnico del Pescara (foto Getty Images)

Resta desolatamente ultimo il Pescara: neppure l’arrivo di Roberto Breda è riuscito a risollevare la squadra abruzzese dalle sabbie mobili della retrocessione. Oggi è arrivata un’altra sconfitta, la terza consecutiva, per i biancoazzurri, battuti dal Chievo Verona 3-1.

Il tecnico dei pescaresi tuttavia non si perde d’animo e intravede margini di recupero.

Breda: “Classifica impietosa per il Pescara”

“La classifica è impietosa. È stata una partita in salita e dopo l’1-0 i ragazzi sono stati pericolosi. Rischi di disunirti prendendo gol dopo 5 minuti, ma hai creato situazioni interessanti e dobbiamo essere più bravi nelle situazioni da gol. Gli ultimi due presi, poi, erano evitabili. Dal punto di vista fisico abbiamo retto anche con personalità e soprattutto dopo le due partite passate non era facile”, ha detto nel post-gara il tecnico degli abruzzesi.

“Non vedo l’ora che finisca il mercato”

“La prima cosa che mi viene in mente è che non vedo l’ora che finisca il mercato. Speriamo di poter fare qualcosa di più in uscita che in entrata. Credo che uno degli obiettivi della società fosse anche quello di sfoltire la rosa. È un campionato anomalo anche per il Covid e bisogna stare attenti. Dobbiamo andare avanti su questa strada e qualche ragazzo verrà sacrificato. Dobbiamo mantenere l’intensità sugli allenamenti ed il mercato di gennaio non è semplice anche perché non porti spesso a casa gli obiettivi prefissati”, ha aggiunto.

Il cambio di modulo

Oggi l’allenatore biancoazzurro ha tentato di passare alla difesa a quattro. Ma il Pescara ha incassato tre gol.

“Abbiamo avuto segnali positivi ma dobbiamo migliorare, soprattutto la prossima partita che sarà uno scontro diretto.  Quando fai fatica a passare dalla difesa a 3 a 4 serve tempo, sia Bocchetti che Sorensen sono abituati a giocare a 3 e qualche sbavatura ci può stare”.

Breda: “La squadra è viva nonostante gli errori”

L’ultimo posto non demoralizza il mister.

“Il male di questa squadra? Sono stati mesi particolari ma vedo una squadra viva nonostante gli errori. Sono convinto che come ci siamo tirati fuori prima lo faremo anche ora, anche se la situazione è complessa e molti risultati non ti vanno a favore.  Torniamo a concentrarci sul campo perché le partite vanno giocate.”

LEGGI ANCHE —> Aglietti: “Vittoria preziosa. Ma non guardo la classifica”

LEGGI ANCHE —> ChievoVerona-Pescara 3-1, risultato finale, tabellini e highlights