Cagliari-Sassuolo 1-1, Boga salva De Zerbi: cronaca e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57
0

Cagliari-Sassuolo è un match tutto da seguire, soprattutto per il momento di scarsa forma delle due squadre. Di Francesco vuol dimostrare di meritare il rinnovo, De Zerbi cerca risposte dai suoi.

cagliari-sassuolo
Caputo in gol nell’ultimo precedente in Sardegna – meteoweek.com (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Cagliari-Sassuolo | Cronaca del match

Cagliari e Sassuolo si affrontano per iniziare il girone di ritorno del campionato di serie A.

Tanti errori nei primi minuti. Non sbaglia invece Mariani quando annulla un gol a Marin, partito in fuorigioco sul tiro di Joao Pedro respinto da Consigli. La rete segnata e annullata sembra svegliare i padroni di casa, ma Cragno al quarto d’ora deve superarsi sul colpo di testa di Locatelli. Dall’altra parte il portiere ospite stoppa ancora Joao Pedro, poi è Ceppitelli a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un corner. Nel quarto d’ora finale, però, sale in cattedra il Sassuolo. Djuricic ha due grandi occasioni: nella prima spreca malamente a pochi passi dalla porta, sulla seconda è strepitoso Cragno. Poi ci prova Muldur che non trova la porta al 38′, ma il primo tempo si chiude col botto: Nainggolan spara un tiro dei suoi e colpisce il palo.

La ripresa si apre con un altro intervento prodigioso del portiere rossoblu, che si supera su Traore. Il Sassuolo cerca con il suo proverbiale possesso palla di irretire un Cagliari ben messo in campo. Di Francesco manda in campo Pavoletti e Sottil, ma è ancora l’ex Empoli a creare problemi ai sardi. Quattro minuti dopo è nuovamente Traore a farsi pericoloso, ma Lykogiannis salva i suoi. All’improvviso segna il Cagliari: al 75′ Marin crossa per Joao Pedro, che si inserisce perfettamente e sblocca la gara. L’attacco del Sassuolo diventa rabbioso e disordinato, non si registrano pericoli fino al recupero. Poi dal nulla spunta Boga: Oddei, entrato per Traore, pennella per il numero 7 che batte Cragno.

È l’ultima emozione di una partita bellissima e conclusa con un pareggio che forse sta stretto al Sassuolo.

Tabellino

CAGLIARI-SASSUOLO 1-1

Marcatori: 75′ Joao Pedro, 94′ Boga

CAGLIARI – Cragno, Zappa, Ceppitelli, Godin, Lykogiannis (82′ Tripaldelli), Marin, Oliva, Deiola (64′ Sottil), Nainggolan, Joao Pedro, Simeone (64′ Pavoletti). A disposizione: Aresti, Vicario; Calabresi, Carboni, Walukiewicz; Cerri, Pereiro, Tramoni. Allenatore Eusebio Di Francesco

SASSUOLO – Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio; Obiang (71′ Lopez), Locatelli; Traore (88′ Oddei), Djuricic (78′ Djuricic), Boga; Caputo (71′ Defrel). A disposizione. Pegolo, Magnanelli, Ayhan, Peluso, Toljan, Haraslin, Kyriakopoulos, Schiappacasse. Allenatore Roberto De Zerbi.

ARBITRO – Mariani di Roma. Assistenti: De Meo-Berti.

NOTE – ammoniti Marin, Nainggolan, Obiang, Lopez, Rogerio

Classifica

Milan 46
Inter 44
Juventus 39
Roma 37
Lazio 37
Atalanta 36
Napoli 34
Sassulolo 31
Verona 30
Sampdoria 26
Fiorentina 22
Benevento 22
Udinese 21
Genoa 21
Bologna 20
Spezia 18
Torino 15
Cagliari 15
Parma 13
Crotone 12

Highlights

Cagliari-Sassuolo | Presentazione del match

Un incontro che oppone due squadre dal grande potenziale e guidate da due ottimi allenatori, ma in un momento difficile. Cagliari-Sassuolo può essere riassunta così, in vista di un confronto che potrebbe al tempo stesso far rialzare la testa a una squadra e farne crollare un’altra.

La formazione sarda è reduce da un momento di forma a dir poco disastroso, che si è tramutato in un crollo in classifica. I rossoblu guidati da Eusebio Di Francesco non hanno confermato i buoni propositi della vigilia della stagione. L’attacco ha smesso di segnare e la difesa ha preso gol evitabili, tanto che attualmente il Cagliari è terzultimo in classifica. Nonostante questo, il contratto del tecnico è stato rinnovato fino al termine della prossima stagione. Un segnale di fiducia e di sostegno che il patron Giulini ha voluto inviare al suo mister.

Dall’altra parte c’è il Sassuolo, una delle squadre più performanti e più belle da vedere nella prima parte della stagione. Poi le cose si sono un po’ complicate, tanto che prima della fine del girone di andata sono arrivate cinque sconfitte. E poco importa che siano arrivate contro cinque delle prime sei della classe. C’è da sottolineare qualche piccolo problema a livello fisico, con i big dell’attacco neroverde che a turno sono rimasti ai box per infortunio. Ora l’obiettivo di Roberto De Zerbi è quello di restituire smalto – e di conseguenza risultati – alla squadra.

Fischio d’inizio alla Sardegna Arena alle 15.

Probabili formazioni

Il Cagliari torna sul suo campo con un Deiola in più nel motore. Il centrocampista sardo doc torna dallo Spezia per rinfoltire la mediana rossoblu. Entrando più nel dettaglio, il Casteddu scenderà in campo con una formazione rinnovata. Ci saranno Oliva e Marin in mezzo al campo al posto dell’infortunato Rog e dello squalificato Nandez, mentre al centro della difesa troverà ancora spazio Ceppitelli. Infine Lykogiannis è preferito a Tripaldelli come terzino sinistro.

CAGLIARI – Cragno, Zappa, Godin, Ceppitelli, Lykogiannis, Oliva, Marin, Duncan, Nainggolan, Joao Pedro, Simeone. A disposizione: Aresti, Vicario, Sottil, Deiola, Tramoni, Pavoletti, Cerri, Calabresi, Walukiewicz, Tripaldelli, Pereiro, Carboni. Allenatore Eusebio Di Francesco.

D’altro canto, il Sassuolo sta per recuperare quasi tutti i suoi effettivi. Ancora ai box Berardi, che la prossima settimana rientrerà in gruppo, e Chiriches che si allena a parte dopo essere entrato in contatto con un soggetto positivo. Per il resto, De Zerbi può schierare una formazione molto vicina a quella tipo. Muldur è in vantaggio su Toljan nello slot di terzino destro, sulla trequarti Traore si allargherà sulla fascia destra, con i ritrovati Djuricic e Boga a completare il pacchetto alle spalle di Caputo. Marlon centrale al posto del difensore romeno.

SASSUOLO – Consigli, Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio, Lopez, Locatelli, Traore, Djuricic, Boga, Caputo. A disposizione: Pegolo, Ayhan, Peluso, Toljan, Kyriakopoulos, Magnanelli, Obiang, Raspadori, Haraslin, Oddei, Schiappacasse, Defrel. Allenatore Roberto De Zerbi.

ARBITRO – Mariani di Roma. Assistenti: De Meo-Berti.

Rivivi il prepartita

Cagliari-Sassuolo | Precedenti e curiosità

Quello di oggi pomeriggio è il settimo confronto tra Cagliari e Sassuolo, almeno per quanto riguarda gli incontri disputati in terra sarda. Il bilancio parla di due vittorie per i padroni di casa e di un blitz compiuto dagli ospiti. Sono infine tre i pareggi.

Il primo Cagliari-Sassuolo è quello della serie A 2013/2014: un 2-2 molto divertente con i gol di Nenè e Sau che rimontano il doppio vantaggio ospite realizzato da Marzorati e Zaza. In seguito sono arrivati due successi per i rossoblu: 2-1 nel 2014/2015 e addirittura 4-3 il 22 dicembre del 2016. In quest’ultimo caso la rimonta dei sardi è stata incredibile, visto che a mezz’ora dalla fine gli emiliani vincevano per 3-1. Decisivo Farias con una doppietta. La stagione successiva è quella dell’unica vittoria ospite: 0-1 il 20 settembre 2017 con gol di Matri su rigore.

Le due stagioni successive hanno portato altrettanti pareggi. Il 26 agosto 2018 le due squadre iniziano il campionato con un 2-2 firmato da Pavoletti (doppietta), Berardi e Boateng. Infine c’è stato l’1-1 della passata stagione, con Joao Pedro che replica all’iniziale vantaggio ospite firmato da Caputo.

Sono tanti gli ex che sono transitati da entrambe le squadre. In primis Eusebio Di Francesco, che dopo cinque stagioni a Sassuolo ha accettato la sfida del Cagliari per rimettersi in gioco. In rossoblu il tecnico è stato appena raggiunto da Alfred Duncan, che per tre anni ha giocato in Emilia e ora approda a Cagliari dalla Fiorentina. Abbiamo citato Alessandro Matri, decisivo per la vittoria ospite del 2017 ma grande protagonista con la maglia rossoblu.