Buffon, ci risiamo? Altra bestemmia in Inter-Juve, ecco cosa rischia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:19
0

Nel giorno della celebrazione delle 1100 presenze in carriera Buffon finisce al centro di un nuovo cas-bestemmia dopo il deferimento già scattato per Parma-Juve: ora le telecamere lo hanno registrato in Coppa Italia dopo aver subìto gol dall’Inter

Gianluigi Buffon (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)
Gianluigi Buffon (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

 

Nel giorno della celebrazione delle 1100 presenze in carriera e del primo gettone in campo da 43enne si parla di Gianluigi Buffon anche per un nuovo caso. Il portierone rischia infatti un nuovo deferimento per aver usato un’espressione blasfema durante la partita di Coppa Italia tra Inter e Juventus. 

Buffon, protagonista ieri sera con un tuffo decisivo che ha evitato il 2-2 di Darmian dell’Inter, sarebbe stato tradito dai microfoni posti a bordo campo che hanno registrato una sua bestemmia. L’esperto estremo difensore bianconero ha imprecato dopo aver subito il gol di Lautaro Martinez che ha aperto le marcature al “Meazza”. Una rete che ha visto lo steso Buffon intervenire in maniera goffa sul pallone calciato dall’argentino.

Altro deferimento per Buffon?

E allora ci risiamo: il precedente è recente. Buffon, infatti è stato già sanzionato lo scorso 26 gennaio con il deferimento per l’espressione blasfema esclamata il 19 dicembre 2020 in occasione di Parma-Juve. Con la sola intenzione di caricare il giovane Portanova che stava entrando in campo nel finale Buffon aveva pronunciato un’altra bestemmia. Contro l’Inter, l’imprecazione del portiere bianconero è sfuggita all’arbitro Calvarese, ma non ai microfoni (complice l’assenza di pubblico). Ora Buffon può rischiare un altro deferimento. In questo momento non c’è stato alcun comunicato da parte della Juventus e del diretto interessato, nemmeno sui suoi canali social.

Leggi anche >   Immenso Buffon, 1100 presenze a 43 anni: “E’ come la prima volta”