Roma, Tiago Pinto “Sulla fascia da capitano parleremo con Fonseca”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:41
0

Sono ore decisive per la Roma. Il mercato ha portato due giocatori importanti, mentre restano alcuni nodi da risolvere relativamente a Dzeko. Tiago Pinto si è espresso chiaramente su questi aspetti. Il tecnico avrà piena autonomia sulle scelte di formazione che riguarderanno il bosniaco, ma non sull’assegnazione della fascia da capitano.

Tiago Pinto "Sulla fascia da capitano parleremo con Fonseca"
Tiago Pinto ha fatto il punto della situazione (by Getty Images)

 Qual è la situazione tra Dzeko e Fonseca? Chi sarà il capitano sino a fine stagione?
“Non mi aspettavo questa domanda (ride, ndr). Un club è come una famiglia, quando risolve i problemi ne esce più forte. Edin è un giocatore importante nella storia della Roma, Fonseca è il leader del nostro progetto tecnico. Ha svolto un gran lavoro e gli abbiamo affidato il nostro futuro immediato e a medio tempo. Ci siamo incontrati più volte noi tre, ci sono stati momenti importanti in questi giorni, ne siamo usciti più forti e fiduciosi di raggiungere i nostri obiettivi. Il bene collettivo della Roma è più importante degli interessi personali. Sulla fascia da capitano, un club deve reggersi sulla disciplina, in questo momento Dzeko non è il capitano della Roma, poi lavoreremo per l’interesse della Roma in futuro. E sono sicuro che Edin sarà il primo a impegnarsi in questo senso”.

Com’è nata l’idea dello scambio Dzeko-Sanchez? E’ saltato anche per l’umore della piazza?
“Voglio essere trasparente con voi, lo sarò sempre. Confermo che ho incontrato Piero Ausilio, abbiamo parlato di diverse questioni ma non abbiamo mai intavolato una vera e propria trattativa. La grandezza di un club dipende dalla propria tifoseria, la Roma è conosciuta nel mondo grazie ai suoi supporters. Le decisioni che prendiamo vanno nell’interesse del club, devono corrispondere con le strategie della proprietà per rendere il club vincente, coerentemente con le nostre idee. Su Dzeko, ripeto, non c’è mai stata una trattativa”.

Dirà a Fonseca di far giocare Dzeko contro la Juventus? Chi decide sulla fascia da capitano?
“Sono due questioni completamente distinte. Sulle scelte tecniche, Fonseca ha piena autonomia, e non potrebbe essere diversamente. Per cui non entreremo nel merito dell’impiego di Edin contro la Juventus. Discorso diverso per la questione relativa alla fascia da capitano, che coinvolge il mister e la società, per cui ci sarà sicuramente una decisione condivisa”.

Un bilancio sul mercato?
“Sono una persona ambiziosa ed esigente con me stessa, ritengo che El Shaarawy e Reynolds rientrino nel progetto del club, possono far diventare la Roma più forte. Abbiamo altresì lavorato per trovare delle soluzioni in uscita, abbiamo calciatori che giocano poco e che sono meno felici. Per questo motivo, non posso dirmi completamente soddisfatto, dal momento che non li abbiamo potuti accontentare. Per quando riguarda Pellegrini incontreremo presto il suo procuratore. È un giovane di talento, ma è anche un lavoratore molto forte e dedito al lavoro, siamo ottimisti e contiamo di risolvere tutto”.

LEGGI ANCHE -> Roma, Reynolds UFFICIALE: rinforzo in difesa, sognando Cuadrado e Hakimi

In caso di mancata qualificazione in Champions, sarebbe necessario il sacrificio di qualche top player?
“Al momento non posso prevedere quello che accadrà a maggio/giugno. Ci stiamo impegnando per raggiungere i nostri obiettivi. Ora siamo concentrati sul prossimo match di sabato contro la Juventus”.

Può garantire che Fonseca sarà il tecnico della Roma anche nella prossima stagione?
“Smentisco le voci su presunti contatti con altri tecnici. Siamo soddisfatti di Paulo Fonseca, la mia relazione con il mister è molto buona, lui non si è fatto distrarre da queste voci ed è rimasto concentrato sulla Juventus e sulle prossime partite. Io, Dan e Ryan siamo soddisfatti di Fonseca, col quale lavoriamo per il presente e il futuro della Roma”.

L’intervista integrale nel video (fonte account ufficiale Twitter AS Roma)