Benevento, Inzaghi verso la Samp: “Proveremo a sovvertire il pronostico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:35
0

Filippo Inzaghi si proietta sulla prossima gara del suo Benevento, quella di domenica alle 12.30 contro la Sampdoria di Ranieri.

Benevento Inzaghi
L’allenatore del Benevento Filippo Inzaghi (Credits: Getty Images)

L’ultimo precedente fa sorridere i campani, a Marassi alla seconda di campionato le Streghe vinsero 3-2 in rimonta dopo essere stati sotto 2-0. “Proprio come all’andata proveremo a sovvertire il pronostico – dice Filippo Inzaghi in conferenza stampa – la Sampdoria è una squadra ottima che ha i valori giusti per fare un campionato tranquillo per poi togliersi qualche soddisfazione. E’una compagine che mi è sempre stata simpatica e fa piacere affrontarla, Ranieri ha avuto parole di elogio per me e questo è sicuramente un orgoglio”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria, Ranieri: “Benevento tosto, le prossime sfide ci daranno chi siamo”

Le parole dei Filippo Inzaghi in vista di Benevento-Sampdoria

Il tecnico del Benevento si concentra poi sulla sulla sua di squadra. “Tuia ha recuperato ma lo devo valutare, affrontiamo una squadra temibile e voglio sfidarla con chi sta meglio. Se Viola e Schiattarella fossero al cento per cento giocherebbero insieme. Iago Falque sta meglio, ma dipende da come si mettono le partite, sta bene, almeno un tempo potrebbe giocarlo. Lui e Insigne sono imprescindibili nei rispettivi ruoli”. Insomma tante buone notizie, ma un’assenza ci sarà: “Gaich torna stasera, dovrà fare il tampone, speriamo di averlo per la sfida al Bologna. Non gli vogliamo dare troppa responsabilità, è pur sempre un ragazzo di ventuno anni. In attacco posso dire che è tornato Moncini e ci darà una grande mano”.

Su come affrontare la Sampdoria, infine, Filippo Inzaghi ha le idee molto chiare: “Non dobbiamo mai snaturarci. Abbiamo dimostrato in questo girone di andata di poter stare in Serie A, non come tre anni fa. Le squadre che sono dietro di noi si sono rinforzate, ma questo non ci deve preoccupare, siamo consapevoli di poterci salvare anche se allo stesso tempo sappiamo che sarà difficile. Speriamo di ritrovare presto anche i nostri tifosi perché per fare l’impresa ci serve anche il loro calore”.