Stellini: “Duello con il Milan? Pensiamo solo al nostro percorso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28
0

Vittoria importante per l’Inter a Firenze nell’anticipo della 21esima giornata di Serie A giocato questa sera all’Artemio Franchi. Grazie ai tre punti conquistati contro la Fiorentina, la squadra nerazzurra sorpassa momentaneamente il Milan al vertice. Stellini: “Pensiamo solo al nostro percorso”.

Due vittorie in due partite per l’Inter con Cristian Stellini in panchina: dopo il Benevento, i nerazzurri hanno superato i viola 2-0 (foto Getty Images)

Due successi in due partite alla guida dell’Inter: Cristian Stellini non ha fatto rimpiangere lo squalificato Antonio Conte.

Grazie alla vittoria di stasera contro la Fiorentina – firmata da Barella e Perisic –  l’Inter è volata in testa alla classifica con un punto di vantaggio sul Milan che giocherà domenica pomeriggio a San Siro contro il fanalino di coda Crotone.

Stellini: “Pensiamo solo al nostro percorso”

Il fiato sul collo dei nerazzurri sui cugini rossoneri e la lunga ricorsa alla vetta della classifica si è concretizzata questa sera all’Artemio Franchi.

Il vice di Conte, intervistato a fine gara da Sky Sport, preferisce parlare della buona prestazione di questa sera:

“Noi non vogliamo mettere pressione a nessuno, solo pensare al nostro percorso. Non era semplice giocare a Firenze tre giorni dopo l’ultimo incontro, perché partite così sono sempre difficili specie con due giorni di recupero. Sono soddisfatto, abbiamo creato tante palle gol e i nostri attaccanti hanno lavorato bene insieme servendo tante palle ai compagni. Questo era quello che ci aspettavamo”.

“Non era semplice giocare dopo tre giorni”

“I giocatori sono molto collaborativi, generosi. A volte anche la troppa generosità li porta a perdere il controllo, invece oggi sono stati molto determinati e precisi. Non era semplice dopo aver giocato dopo tre giorni”, ha aggiunto l’ex difensore.

LEGGI ANCHE —> Prandelli accetta la sconfitta: “Inter superiore”

“Conte? E’ la nostra guida”

“Non è per nulla difficile gestire Conte quando è in tribuna, sono cose molto importanti quelle che dice perché lui è la nostra guida e lo dobbiamo seguire. Quando si vive la partita da fuori, col suo carisma poi, è sempre difficile. Si soffre di più stando fuori, per noi i suoi consigli e il suo aiuto sono molto importanti. Prendiamo di buon grado ciò che ci consiglia e ci dice”.

Perisic

“Quest’anno si è sacrificato tantissimo in un ruolo che ora lo vede protagonista da metà campo in giù. E’ un giocatore prezioso per il contributo che dà, siamo soddisfatti di quello che sta facendo. Non dobbiamo mai guardarci indietro, ma sempre avanti. Lui deve fare quello che gli viene chiesto, senza rammaricarsi”.

Barella come Conte?

“Barella calciatore ricorda Conte? Glielo auguro… Lui sta crescendo come Lautaro e altri ragazzi. Il prossimo step? Qualche gol anche di testa”.

Le nubi sul futuro del club

Il tecnico nerazzurro ha parlato anche dell’incerto futuro: Zhang ha deciso di vendere ma la trattativa per la cessione del club non si è ancora concretizzata.

“Noi pensiamo al campo, al gioco, a prendere punti. Ci sono tante difficoltà ma anche due titoli da conquistare, siamo concentrati sul gioco”.

LEGGI ANCHE —> Fiorentina-Inter 0-2 | Tabellino | Cronaca | Pagelle | Highlights

LEGGI ANCHE —> Barella e Perisic sbancano Firenze: Inter al comando