Bologna, Mihajlovic: “Non siamo preoccupati, dipende tutto da noi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00
0

Il Bologna sarà ospite del Parma nella 21a giornata di Serie A. I rossoblù sono reduci da due sconfitte consecutive ed hanno bisogno di punti preziosi per allontanarsi dalla zona retrocessione. Il tecnico Sinisa Mihajlovic ne ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match.

mihajlovic
Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Il derby emiliano tra Parma Bologna sarà un vero e proprio scontro salvezza, che vede i rossoblù favoriti. La squadra di Sinisa Mihajlovic ha infatti 20 punti in classifica, a +5 dalla zona retrocessione. I crociati, al contrario, si trovano al penultimo posto in classifica e non vincono da ben undici gare. Entrambe le compagini, nel ventunesimo turno di Serie A, proveranno a ritrovare la vittoria. Un appuntamento importante per dare una svolta al trend della stagione.

Mihajlovic alla vigilia

Sinisa Mihajlovic, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match in programma allo Stadio Ennio Tardini, ha parlato dell’importanza dei prossimi due scontri diretti contro Parma Benevento: “Sono abituato a pensare una partita alla volta, ci aspettano due gare alla nostra portata nelle quali dobbiamo scende in campo con lo stesso atteggiamento delle scorse gare con Juve e Milan. Vogliamo migliorare e non possiamo accontentarci di fare la prestazione, servono i risultati. Domani a Parma cercheremo di fare la nostra partita mettendo in campo la nostra solita mentalità. Come ho già detto, dobbiamo fare più attenzione ai dettagli e minimizzare gli errori. Sono fiducioso. Voglio vedere lo stesso approccio che abbiamo avuto con Juventus e Milan. Serve una squadra più cinica e che sappia parlarsi di più. Voglio tirare fuori il meglio dai singoli perché in questo modo cresce tutta la squadra“.

E aggiunge: “Siamo a +7 dal Parma e + 5 dal terzultimo posto. Non siamo preoccupati, abbiamo vissuto periodi peggiori quindi bisogna guardare positivamente alle prossime sfide. Con le prestazioni messe in campo abbiamo raccolto meno di quello che avremmo meritato perciò dobbiamo credere nel nostro percorso perché prima o poi le cose girano. Sono fiducioso nei confronti della squadra, dello staff tecnico e di tutta la società. Basta avere pazienza. Servirà lavorare ancora sulla mentalità che per certi aspetti è più rilevante delle questioni tecnico- tattiche. Come ho già detto dobbiamo imparare a guardare i dettagli, fanno la differenza e sono quello che potrebbe premetterci di fare il salto di qualità. Se riuscissimo a conquistare sei punti nelle prossime due partite faremmo un bel salto in avanti. Dipende tutto da noi“.

Leggi anche -> Parma, D’Aversa: “Derby importante, servono punti. 30 convocati? Ecco perché”

La speranza è quella di replicare la gara casalinga: “All’andata abbiamo vinto facendo una buona gara. La differenza è che noi abbiamo continuato a dimostrare la nostra qualità grazie alle prestazioni, a parte la partita con la Roma. Il Parma, invece, ha avuto maggiori difficoltà perché ci sono stati tanti cambiamenti, sia nel contesto societario che nella squadra. Sono all’inizio di un nuovo progetto. Noi siamo più avanti di loro da questo punto di vista. A livello societario si sono accorti di quanto il campionato italiano sia difficile e hanno investito molto in quest’ultima sessione di mercato“.

Le scelte di formazione

Il tecnico del Bologna si è inoltre espresso sugli uomini a sua disposizione: “Barrow continua a lavorare e speriamo di vedere presto dei miglioramenti. De Silvestri ha sempre giocato sulla fascia ma per le caratteristiche e età può essere adattato come centrale. Nei momenti di costruzione del gioco è un ruolo che ricopre già. De Silvestri e Tomiyasu sono i due giocatori più duttili della difesa. Abbiamo già provato De Silvestri centrale e siccome è un ragazzo sveglio sta dando risposte positive. Tomiyasu può fare bene tutti e quattro i ruoli difensivi. Valuteremo di partita in partita sulla base di come stanno fisicamente anche gli altri giocatori. Analizziamo il gioco gli avversari e vediamo come creargli difficoltà… Ora abbiamo l’imbarazzo della scelta“.

Leggi anche -> Bologna, colpo dalla Bulgaria: arriva Antov, capitano del CSKA Sofia

Skov Olsen — aggiunge Mihajlovic giocherà domani. L’infortunio lo ha fermato in un buon momento. Ora è pronto e voglio provarlo dall’inizio, merita di giocare. Credo che sia un giocatore che ha grandi margini di crescita, deve solo migliorare dal punto di vista caratteriale. Orsolini in questi giorni si è allenato e fisicamente sta bene. Sono tutti ragazzi da cui mi aspetto di più per questo è giusto intercambiarli. Riccardo domani andrà in panchina per scelta tecnica non per il problema fisico che ha accusato in settimana. Attenzione, non è una bocciatura, ma un modo per tenerli sotto pressione. L’aspetto psicologico è determinante ed è la parte più difficile di questo lavoro. Per ogni componente bisogna trovare la medicina giusta, sapere come motivarlo e allo stesso tempo come farsi rispettare“. E su Niang: “Non parlo di giocatori che non alleno. Dico solo che la colpa non è nostra, ma non aggiungo altro. Sicuramente il problema è stato più dal punto di vista umano che calcistico“.

I convocati del Bologna

Mister Sinisa Mihajlovic, in vista della trasferta contro il Parma, ha convocato 24 giocatori. Di seguito l’elenco completo.

Portieri: Da Costa, Ravaglia, Skorupski.

Difensori: Antov, Danilo, De Silvestri, Dijks, Hickey, Mbaye, Soumaoro, Tomiyasu.

Centrocampisti: Baldursson, Dominguez, Poli, Schouten, Soriano, Svanberg.

Attaccanti: Barrow, Juwara, Orsolini, Palacio, Sansone, Skov Olsen, Vignato.