Genoa-Napoli 2-1 cronaca, tabellino, voti, classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:37

Continua la marcia verso la salvezza del Genoa che batte 2-1 il Napoli a Marassi. Nel primo tempo è Pandev il mattatore con la doppietta che decide la gara. Politano nel finale accorcia le distanze.

Genoa Napoli

Lo stadio Ferraris che ospiterà Genoa-Napoli (Credits: Getty Images)

Quarta vittoria di fila per il Grifone che questa volta ha la meglio anche su una big del nostro campionato. Il Napoli si arrende al termine di una gara in cui non solo gioca per gran parte del match nella metà campo avversario, ma colpisce anche due pali con Petagna e Insigne. Grazie a questo successo i rossoblu salgono all’undicesimo posto con 24 punti, mentre il Napoli resta quinto con 37 punti ma rischia domani di essere sorpassato dalla Lazio.

La cronaca di Genoa-Napoli 2-1

Parte la gara del Ferraris, il Genoa conferma il 3-5-2 ma senza Shomurodov e Pjaca, in attacco Ballardiini è costretto a rispolverare Pandev con Destro. In difesa a sorpresa c’è Goldaniga e non Masiello. Nel Napoli si torna alla difesa a 4 con Maksimovic al posto di Koulibaly e Mariio Rui a sinistra, oltre al centrale indisponibile anche Ghoulam, entrambi contagiati dal COVID-19. Gattuso in attacco schiera Petagna, Lozano e Politano; solo panchina per gli acciaccati Osimhen e Insigne.

Pronti, via ed è subito Napoli con Zielinski e Lozano che provano il tiro da fuori ma è bravo Perin a fermare i tentativi degli azzurri. Dopo l’arrembaggio azzurro e il Genoa a passare in vantaggio, errore di Maksimovic che sbaglia la misura del passaggio a Demme, il pallone arriva a Badelj che serve Pandev in area e il macedone non sbaglia. La risposta azzurra è un possesso palla continua nella metà campo rossoblu e un gran destro di Lozano da fuori su cui Perin è attento. Grande occasione invece al 24′ per Petagna che di testa colpisce in pieno la traversa con Perin battuto.

Al 25′ però il Genoa colpisce ancora, altro pasticcio difensivo dei ragazzi di Gattuso e altra imbucata, questa volta di Zajc per Pandev che solo davanti ad Ospina non sbaglia. Al 38′ è Elmas, dopo un’ottima ripartenza, a presentarsi al limite dell’area ma il suo destro viene bloccato ancora a terra da Perin. Il primo tempo finisce 2-0 e la sintesi è semplice: il Napoli gioca, il Genoa, o meglio Pandev, segna.

Parte la ripresa senza cambi a Marassi. Nemmeno dieci minuti del secondo tempo e Gattuso decide di inserire Osimhen e Insigne al posto di Zielinski e Petagna. Il Napoli continua a prendere d’assalto l’area rossoblu e al 60′ il sinistro di Politano si spegne di poco fuori. E’ a destra che gli azzurri sfondano e proprio da quella parte Di Lorenzo confeziona un grande assist per Osimhen che da pochi passi spara alto. Quando la sfida arriva a metà della prima frazione il copione è sempre lo stesso, il Napoli, che perde anche Manolas per infortunio, fa la partita ma non riesce a sfondare.

Ci prova anche Demme con una bella incursione che chiude con un destro su cui Perin vola per la deviazione in angolo. A dieci minuti dal termine è ancora un legno a fermare il Napoli, questa volta è Insigne che da due passi colpisce in pieno il palo. E’il preludio al gol che arriva all’80’ con il sinistro di Politano in mischia che riapre la gara.

LEGGI ANCHE: Napoli, i convocati di Gattuso per il Genoa: Fabian non ce la fa

LEGGI ANCHE: Genoa, Ballardini verso il Napoli: “Per Shomurodov decidiamo domani”

Genoa-Napoli 2-1: tabellino e voti

Genoa-Napoli 2-1

Marcatori: 10′ e 27′ Pandev, 80′ Politano

Genoa (3-5-2) Perin 7; Goldaniga 6, Radovanovic 6, Criscito 6,5; Zappacosta 6, Strootman 5,5 (68′ Behrami s.v.), Badelj 7, Zajc 6 (88′ Rovella s.v.), Czyborra 6; Pandev 7 (68′ Scamacca s.v.), Destro 5 (79′ Portanova s.v.). All. Ballardini
A disposizione: Marchetti, Zima, Ghiglione, Melegoni, Onguené, Pellegrini, Eboa Eyango, Dumbravanu.

Napoli (4-2-3-1) Ospina 6, Di Lorenzo 6, Manolas 5,5 (69′ Rrahmani s.v.), Maksimovic 5, Mario Rui 6, Demme 6,5 (79′ Bakayoko s.v.), Elmas 6, Politano 6, Zielinski 5,5 (54′ Insigne 5,5), Lozano 6, Petagna 5,5 (54′ Osimhen 6).
A disposizione: Meret, Contini, Hysaj, Lobotka, Cioffi.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Ammoniti: 29′ Badelj (G), 59′ Czyborra (G), 73′ Lozano (N), 90′ Mario Rui (N)

La classifica di Serie A

Di seguito la classifica di Serie A aggiornata dopo gli anticipi del sabato

Inter 47
Milan 46
Juventus 42
Roma 40
Napoli 37
Lazio 37
Atalanta 37
Sassuolo 31
Verona 30
Sampdoria 26
Genoa 24
Benevento 22
Fiorentina 22
Udinese 21
Spezia 21
Bologna 20
Torino 16
Cagliari 15
Parma 13
Crotone 12