Torino, Nicola: “Non è colpa di Sirigu, gli errori con l’Atalanta sono collettivi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:41

L’allenatore del Torino, Davide Nicola, ha commentato il pareggio 3-3 con l’Atalanta nella ventunesima giornata di campionato di Serie A. Ecco cosa è andato storto soprattutto nei primi minuti della partita e perchè i Granata hanno subito cos tanti gol.

Torino, l'allenatore Davide Nicola durante la partita di Serie A con la Fiorentina del 29 gennaio 2021 (foto di Valerio Pennicino/Getty Images)
Torino, l’allenatore Davide Nicola durante la partita di Serie A con la Fiorentina del 29 gennaio 2021 (foto di Valerio Pennicino/Getty Images)

Il tecnico del Torino Davide Nicola arriva soddisfatto ai microfoni di Torino Channel dopo la partita di Serie A con l’Atalanta. Riguardo i gol subiti, difende il portiere: “Non facciamo nomi, per me Sirigu è un grande portiere e mi dà fiducia. Poi, la fase difensiva è interpretata da tutta la squadra e i gol sono frutto di 5-6 decisioni errate di tutti. Sta facendo qualcosa di importante, ci dà la giusta personalità, ma la squadra difendeva in modo diverso e ora stiamo cercando di cambiare, aggredendo in modo differente”.

Ecco cosa va migliorato secondo Nicola: “Dobbiamo avvere la cosapevolezza che la prestazione di oggi, sommata a quelle precedenti, fa un totale di 24 azioni da gol create. Oggi a Bergamo abbiamo avuto ben 9 occasioni. Ho visto una crescita della squadra esponenziale nelle ultime tre gare: sono soddisfatto. Sono anche arrabbiato perchè non abbiamo ancora trovato il giusto equilibrio fra le emozioni e la capacità tecnica“.


Leggi anche:

Poi, sui social network, l’allenatore del Torino ha cercato di caricare i suoi ed i tifosi. Il nuovo tenico, infatti, non ha nascosto più volte di vedere un grande potenziale nei Granata. Ecco le parole di Nicola: “Le partite non finiscono mai. E noi abbiamo qualità, voglia e consapevolezza di potercela giocare ovunque e con chiunque. Con questo spirito, con questi valori e con tanto lavoro raggiungeremo i nostri obiettivi. È la forza del gruppo“.